Jesi batte Trapani, è suo il Memorial Novelli

Jesi batte Trapani, è suo il Memorial Novelli

Commenta per primo!

Nel consueto trofeo di metà settembre dedicato al compianto Primo Novelli, storico co-fondatore dell’Aurora Basket Jesi assieme al presidente onorario Carlo Barchiesi, la Fileni BPA Jesi affronta Trapani in un’anteprima di quello che sarà un match della stagione regolare di Lega Gold della stagione 2013/2014.

Jesi può contare sull’organico al completo tranne che su capitan Maggioli che è da una settimana circa che soffre di una tendinite nel collo del piede e con ulteriori esami e terapire potrà tornare assieme ai compagni; per Trapani tutti gli uomini di Lino Lardo sono abili ed arruolabili.

Parte subito forte Jesi con Santiangeli che firma 5 punti nel primo minuto di gioco e lo segue a ruota Goldwire, segnando e facendo segnare Jukic.
Dall’altra parte i primi 7 punti sono firmati da Renzi, ma la squadra siciliana è ancora in fase di rodaggio e sembra non trovare la via del canestro molto facilmente anche grazie all’arcigna difesa messa in mostra dai ragazzi di coach Coen.
Santiangeli e Goldwire sono i veri mattatori del primo quarto di gioco che si conclude 31-15 per i padroni di casa, davanti ad un PalaTriccoli di certo non pienissimo ma con una buona affluenza, essendo un torneo pre-stagionale.

Nel secondo quarto si legge lo stesso copione del primo, con Santiangeli che fa il bello ed il cattivo tempo coadiuvato da Borsato che inanella 3 canestri dalla lunga gittata e Lardo è costretto a rifugiarsi in time out.
Qualche lampo di classe di Lowery e Parker, ma il primo non riesce a trovare il fondo della retina né dalla media distanza né dai 6,75, mentre il coloured mancino piano piano prende confidenza con i ferri del palas jesino, e al tempo stesso nemmeno Baldassarre riesce a rendersi pericoloso per il sempreverde Rocca, una sicurezza sotto le planches.
Jesi gioca con molta fluidità, senza rifiutare alcun tiro aperto e così gli arancioblu vedono il canestro allargarsi sempre di più: Gaspardo è attivissimo sia nel pitturato che dall’angolo col suo tiro piazzato, Goldwire innesca tutti con ottimo tempismo e l’assenza di Maggioli non si fa sentire.
È questo che la gente jesina, applaudendo compiaciuta, voleva vedere.
Si va all’intervallo col punteggio sul 58-35.

Al rientro dagli spogliatoi Trapani ha una marcia in più e Jesi inizia a perdere molti palloni, complice un Goldwire con un minutaggio molto alto che inizia a sentire la stanchezza ma, dopo un parapiglia con Parker con annesso trash talking in slang americano, sfrutta uno stagger e da situazione di rimessa dal fondo infila una tripla dall’angolo cadendo all’indietro in faccia allo stesso Parker mandando in visibilio tutti i presenti al palas: cortesia del signor Goldwire qualche parolina, non di certo complimenti, alla panchina trapanese.
La partita si scalda ma Coen vede che dopo qualche minuto il suo playmaker sta sentendo la stanchezza e quindi decide di sostituirlo con Borsato, ma Parker inizia a segnare e Trapani si rifà pericolosamente sotto arrivando addirittura a 9 lunghezze dalla squadra casalinga, che però riprende le distanze grazie ad un Gaspardo inspitratissimo, e Ianes non ha certamente la giusta reattività nelle gambe per marcarlo.
Per gli amaranto, oggi in blu scuro, l’ex Rizzitiello esce dalla panchina ed infila subito due canestri importanti a mantenere la sua squadra alle calcagna degli jesini, ma il terzo periodo di gioco si conclude, con una tripla sulla sirena di Parker che in 3 secondi si fa tutto il campo indisturbato, sul 71-57, con Coen sullo sfondo che si mangia vivo Santiangeli per una mancata difesa sull’ultimo tiro dell’USA trapanese.

L’ultimo quarto è pura accademia, con Santiangeli e Gaspardo che si comportano molto bene e Coen che smantella la difesa a zona sia a fronte pari che a fronte dispari, mandando in tilt l’attacco di coach Lardo.
Gli ultimi minuti sono utili ad entrambi gli allenatori per metterr in campo qualche giovane come Tabbi e Bossi per Trapani ed Esposito per Jesi.
Deludente quest’oggi la medaglia d’oro U20 Fallucca, impiegato molto poco e senza essersi preso alcun tiro.
La partita termina col punteggio di 90-75 e con i tifosi che applaudono molto convinti i propri giocatori.
A fine partita sono stati premiati i capitani delle due squadre dai figli di Primo Novelli, che come ogni anno sarà contento di vedere una bella festa in suo onore.

FILENI BPA JESI – LIGHTHOUSE TRAPANI 90-75

FILENI BPA JESI: Cagnetta ne, Lucarelli ne, Borsato 9, Fallucca, Jukic 10, Rocca 9, Goldiwire 23, Esposito, Ciampaglia ne, Gaspardo 15, Bargnesi ne, Santiangeli 17. Coach: Coen

LIGHTHOUSE TRAPANI: Renzi 12, Bartoli, Costadura ne, Lowery 10, Antrops 2, Bossi, Rizzitiello 12, Ianes 2, Tabbi, Parker 17, Ferrero 14. Coach: Lardo

PARZIALI: 31-15; 58-35; 71-57; 90-75

ARBITRI: Mattioli, Uncini, Paciaroni

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy