Jesi: il punto sulla situazione

Jesi: il punto sulla situazione

Si sta finalmente facendo tutto più chiaro per l’Aurora Basket Jesi.
Proprio ieri in tarda serata si è tenuta l’assemblea dei 27 soci per stabilire se sarà possibile iscriversi alla Lega Gold ed effettuare una stagione da protagonisti nella massima lega del nuovo dilettantismo italiano e poi subito dopo delineare tutte le entrate e le uscite per stabilire poi un budget per il mercato a disposizione del coach che potrebbe essere ufficializzato entro poche ore.

L’Amministratore Unico Altero Lardinelli ha precisato più volte, giustamente, che la società verrà iscritta alla Lega Gold se e solo se ci saranno i mezzi economici (sponsor, tra cui ancora da trovare quello principali dopo l’addio della famiglia Fileni) per affrontare questo campionato, ed in questi giorni l’aria che tira nella società jesina sembra buona, c’è parecchio ottimismo.

Per quanto riguarda l’iscrizione dunque rimane tutto in stand-by anche se al 90% l’Aurora Basket Jesi sarà una delle partecipanti della prima Lega Gold della storia del basket italiano, poi c’è l’incognita mercato, ovviamente: quanto sarà il budget a disposizione del D.S. Manzotti?
Intanto iniziano a circolare anche i primi nomi oltre a quelli del neo allenatore (Piero Coen, jesino da giocatore, è davanti a tutti, dopo di lui c’è Griccioli ma sembra molto lontana come ipotesi): infatti si è parlato di un possibile approdo in maglia arancioblu di Mason Rocca.
Sarebbe un ritorno quello dell’americano naturalizzato italiano, infatti è stato uno dei pilastri della squadra del decennio della LegaDue che portò la società marchigiana, a quel tempo allenata da Gigio Gresta, alla promozione in Serie A dopo aver distrutto la Carisbo Bologna per 3-0; tutto però sta nel volere del giocatore: non ha mai smentito il fatto di voler chiudere la carriera a Jesi visto che ci si trovò bene assieme alla sua famiglia e per questo ha anche una casa in città, ma non sappiamo se possa essere giunto per lui il momento di appendere le scarpe al chiodo oppure no, quindi si resta in attesa dei primi sviluppi.

La firma del neo allenatore è attesa per iniziare a preparare con lui tutta la squadra per affrontare una stagione che promette di risollevare l’animo dei tifosi dopo le ultime annate senza la partecipazione ai playoffs di categoria e soprattutto di portare al palazzetto il pubblico che un tempo riempiva le tribune.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy