Jesi, presentato Borsato

Jesi, presentato Borsato

Commenta per primo!

Dopo il comunicato che ufficializzava il suo arrivo a Jesi, oggi è il giorno della presentazione ufficiale di uno dei nuovi arrivi dell’Aurora Basket: Stefano Borsato.
Molto soddisfatto l’Amministratore Unico dell’Aurora Basket Altero Lardinelli: “Borsato è indubbiamente un giocatore di assoluto valore. Di lui, oltre alla persona e alla bravura, mi sono piaciute moltissimo le parole del primo giorno da giocatore della Fileni Bpa. Tutti sanno e si ricorderanno che lui è stato il capitano di Forlì e sanno la rivalità che c’è con i romagnoli: anche Stefano ha contribuito a far crescere questa diatriba, un paio d’anni fa, con un tiro decisivo a pochi secondi dalla fine ma ora possiamo stare tranquilli visto che lui è con noi.
Mi auguro che questa rivalità sportiva continui e resti tale, sempre nei limiti della goliardia e della civiltà. Inoltre mi piacerebbe molto vedere un numero considerevole di tifosi forlivesi a Jesi, così come altrettanti jesini a Forlì, sperando di continuare quel trend positivo che nella scorsa stagione ci ha visto uscire vincitori in tutti gli incontri disputati”.
“Innanzitutto vorrei salutare tutti quanti. Come ho già detto in precedenza sono molto contento di essere qui a Jesi e non vedo l’ora di cominciare questa nuova annata sportiva.” – dice Borsato – “La squadra è stata costruita molto bene, sono sicuro che saranno tutti degli ottimi compagni di squadra. Inoltre persone come Rocca, Maggioli e Goldwire è sempre meglio averle insieme che contro”.
Anche da Borsato arriva un messaggio al pubblico jesino: “Nelle partite che ho giocato qui ho visto un pubblico vivace e caloroso nei confronti della squadra. Vorrei lanciare un invito a venire numerosi al palas perché la squadra è ottima, insomma è il momento giusto per riempire il PalaTriccoli perché ci sarà sicuramente da divertirsi”.
Come Lardinelli, anche Borsato torna sulla rivalità tra Jesi e Forlì, sua precedente squadra: “Io ho vissuto due anni belli a Forlì, ricordandoli con piacere, e ho potuto tastare con mano l’atmosfera di contesa tra la formazione marchigiana e quella romagnola. Queste rivalità sono sicuramente stimolanti perché restano all’interno del contesto di gioco senza sfociare in atti incresciosi tra tifoserie”.
Non resta quindi che fare un augurio e un in bocca al lupo a Borsato in attesa dell’inizio della nuova stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy