La Viola a Barcellona per blindare la salvezza

La Viola a Barcellona per blindare la salvezza

Il caldo di primavera potrebbe portare tanti appassionati al mare o per le vie del centro cittadino: in realtà, la gara del PalAlberti ha una doppia valenza molto importante, senza ombra di dubbio determinante per i calabresi.

Commenta per primo!

La sindrome “del troppo facile” o del pensare già alla sfida decisiva dell’ultima di stagione regolare contro Rieti. La Viola Reggio Calabria deve stare molto attenta: i reggini saranno gli ospiti della compagine siciliana di Barcellona Pozzo di Gotto.

Il caldo di primavera potrebbe portare tanti appassionati al mare o per le vie del centro cittadino: in realtà, la gara del PalAlberti ha una doppia valenza molto importante, senza ombra di dubbio determinante per i calabresi. Innanzitutto è pur sempre un derby e difficilmente gli atleti allenati dal giovane Coach Trimboli stenderanno un bel tappeto a cospetto di una Viola bisognosa di punti classifica: In secondo luogo, i siciliani, nonostante la posizione di classifica, un roster ridotto dopo le contingenti partenze non hanno mai mollato regalandosi un finale di campionato più che dignitoso. La società siciliana,in auge dal punto di vista economico nelle ultime stagioni si “lecca le ferite ma non molla”: la dirigenza agendo con raziocinio, ha indetto la campagna “La passione non retrocede”: l’ingresso al Palasport sarà gratuito per tutti gli appassionati della palla a spicchi. E la Viola? I reggini hanno tutto da perdere.

La Bermè arriva da un momento super, complici le vittorie prima in casa di Biella e subito dopo contro la Moncada Agrigento. Per salvarsi, Mordente e soci devono pensare esclusivamente alle proprie partite: in caso di un ulteriore bis, la cui risultante diventerebbe un poker, i nero-arancio concluderebbero la tribolata stagione 2015-16 ottenendo la permanenza sul campo e lasciando la “patata bollente” in mano ai team attualmente in corsa per evitare l’ultima piazza PlayOut, ovvero Latina,Casale,Casalp,Roma e Rieti. I nero-arancio di Coach Frates non sono al top complici le condizioni di Rullo e Brackins ma dovranno dimostrarsi determinati e vincenti. Nella gara di andata non ci fu storia:la Bermè vinse al PalaCalafiore dominando con il risultato di 82 a 63. Quattro giornate orsono, i siciliani riuscirono nell’impresa di battere la principale antagonista in chiave PlayOut dei reggini, la compagine di Rieti: domenica proveranno a ripetersi. Il giovane siciliano di proprietà dei Campioni d’Italia del Sassari, Francesco Pellegrino è l’uomo da tener maggiormente d’occhio: è vero, i lunghi maturano più tardi rispetto agli esterni e questo talento visto tanti anni fa nella C Calabria/Sicilia sembra un atleta in rampa di lancio.L’esperienza di Franco Migliori, la tecnica di Loubeau e la velocità di Maccaferri, aggiunti al tiro di Fallucca sono le armi principali dei siciliani. La Viola punta forte su di un gruppo che sembra essersi finalmente ritrovato dopo tanti cambiamenti,infortuni e peripezie.

Arbitrano i signori Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno, Marco Rudellat di Nuoro e Duccio Maschio di Firenze.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy