La Viola Reggio Calabria ha presentato ricorso al Coni

La Viola Reggio Calabria ha presentato ricorso al Coni

La nota del Comitato Olimpico mette nero su bianco le richieste del club per la riammissione in Serie A2

di Giovanni Mafrici

I 34 punti di penalizzazione e la problematica vicenda “Fideiussione” ha tarpato le ali alla regina del girone Ovest per quanto riguarda il girone di ritorno.

Il cammino PlayOff per Baldassarre e soci si è dovuto forzatamente fermare nonostante un solido terzo posto in classifica. E adesso? Dopo  aver perso i primi due gradi di giudizio, la società ricorre al terzo ed ultimo grado.

Ecco il testo integrale divulgato dal Coni:la decisione sulla riammissione in A2 del club arriverà in tempi brevi.

 

La nota del Coni

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso da parte della società Viola di Reggio Calabria s.s.d. a.r.l., nonché da parte del suo Presidente e legale rappresentante p.t., dott. Raffaele Monastero, e dal socio proprietario di maggioranza, Giovanni Cesare Muscolino, contro la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.) avverso e per l’annullamento della decisione della Corte Federale d’Appello FIP n. 22, di cui al C.U. n. 1008 del 2 maggio 2018, notificato in pari data, che, nel confermare integralmente la decisione di primo grado del Tribunale Federale n. 930 del 12 aprile 2018, ha irrogato, in capo “a Giovanni Cesare Muscolino, proprietario di maggioranza della soc. Viola Reggio Calabria, il provvedimento di inibizione per anni 3, fino al 9 aprile 2021 (artt. 1 e 59 R.G); al sig. Raffaele Monastero, Presidente della soc. Viola Reggio Calabria, il provvedimento di inibizione per un anno, fino al 9 aprile 2019 (artt. 2 e 44 R.G. con applicazione della recidiva ex art. 24,2 R.G. lett. a) e b); alla soc. Viola Reggio Calabria n. 34 punti di penalizzazione in classifica da scontarsi nell’anno sportivo in corso (art. 61 R.G.)”.

I ricorrenti chiedono al Collegio di Garanzia, in accoglimento del presente ricorso:

– in via principale: di statuire, per le ragioni esposte, l’illegittimità e/o la nullità del provvedimento impugnato; per l’effetto, previa integrale cassazione dello stesso, di disporre l’annullamento dei provvedimenti inibitori a carico dei tesserati reclamanti e la revoca della penalizzazione a carico della Viola. Consequenzialmente, ed in relazione a tale posizione, di intimare alla convenuta FIP la riammissione della reclamante Viola Reggio Calabria al Campionato di serie A2 per la stagione 2018/19;

– in subordine: di voler disporre il rinvio all’Organo di giustizia federale competente che vorrà, secondo l’invocato principio di diritto per come a dichiararsi ed in accoglimento delle censure mosse dal Collegio stesso, riformare, in favore di tutti i reclamanti e previa valutazione delle doglianze nel merito esposte, il provvedimento gravato;

– in via ulteriormente gradata: sempre previo annullamento e/o riforma del provvedimento impugnato, quantomeno a carico della società Viola Reggio Calabria, di volere in ogni caso determinare e, per l’effetto, statuire il diritto della Viola alla partecipazione al Campionato di serie A2 per la stagione 2018/19.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy