La Viola sfida Latina, grara crocevia al PalaBianchini

La Viola sfida Latina, grara crocevia al PalaBianchini

La Bermè Viola Reggio Calabria dell’ex Giovanni Benedetto va a far visita alla Benacquista Assicurazioni Latina in occasione di una nuova gara bivio di un campionato più “pazzo” ed imprevedibile che mai.

Commenta per primo!

La gara in questione è diventata una “classica” del basket che si aggira attorno al campionato di A2 tra modifiche nel “naming” nelle promozioni e nei contenuti. La Bermè Viola Reggio Calabria dell’ex Giovanni Benedetto va a far visita alla Benacquista Assicurazioni Latina in occasione di una nuova gara bivio di un campionato più “pazzo” ed imprevedibile che mai.

Accanto al “gemellaggio” di fede calcistica tra Reggio e Latina, la gara ha sempre rappresentato negli ultimi anni qualcosa di più che una semplice gara di basket: sarà che il Coach dei reggini Benedetto ha vinto un campionato di B1 con i colori nero-azzurri, sarà che tre anni fa la gara di Latina rappresentò un bivio importante per la conquista della Lega Due Silver firmata da Coach Ponticiello(in tanti ricordano ancora una super stoppata di Alessandro Piazza in quella gara), sarà che, la sfida del girone di andata firmò, attraverso l’intervista post-gara del Presidente della Bermè Branca un record incredibile di visualizzazioni web passando per i canali nazionali e delle Pay Tv facendo il giro del mondo ma oggi,Latina contro Viola vuol dire realmente tanto.

La compagine di Coach Gramenzi e dell’Assistant Coach Di Manno(vecchia conoscenza della Scuola di Basket Viola) non sta attraversando un buon momento di risultati ed arriva dalla pesante sconfitta subita in casa di Biella. Nella sfida del girone di andata, Latina firmò un miracolo sportivo, dominando contro una Viola in crisi mentale,tecnica e fisica scendendo in campo senza l’americano Stanback, e l’ala forte Francesco Ihedioha. In quell’occasione, Tavernelli strinse i denti risultando tra i migliori in campo con il jumper Mosley: la rivelazione di quella gara fù tutta l’energia del giovane Uglietti, schierato da “quattro atipico” con una voglia “incredibile di mandare in crisi Brackins e soci.

Oggi, Latina è una squadra modificata in qualche effettivo: L’unico assente è l’americano Stanback. La dirigenza ha inserito nel roster il talento di Alessandro Grande (fratello minore dell’ex Vis Reggio Calabria Matteo), regista delle nazionali giovanili cresciuto alla Stella Azzurra di Roma che ha iniziato il suo campionato sempre ad Ovest, ma con la canotta di Biella dove perse, ben figurando contro la Bermè al PalaCalafiore.

Le argomentazioni in casa Bermè non mancano assolutamente: Riusciranno i risultati a rendere il clima di “tensione” qualcosa di “piacevolissimo”? Dopo essere stato messo fuori-squadra il giorno di Natale, l’ex Capitano della Viola 1.0 di inizio stagione, Marco Mordente (membro del team accanto a Mario Ghersetti,oggi a Bergamo in B e Austin Freeman, giocatore che ha rescisso per il perdurare dei suoi problemi fisici) è tornato ad allenarsi. La società ha annunciato il reintegro per un volto storico del basket italiano: l’ex Capitano della Nazionale, da quel che trapela, non ha alcuna voglia di fare “brutte figure”. La sua voglia di riscatto potrebbe risultare importante per un gruppo che sta rispondendo “presente” da tanti punti di vista.

Nell’ultima uscita, nel successo contro Ferentino, la Bermè ha mostrato i muscoli sull’asse Adegboye –Spinelli in regia, Rullo-Dobbins esterni con Brackins e Crosariol sotto le plance. Riusciranno i reggini a riscattare un girone di andata pessimo centrando l’obiettivo minimo del PlayOff? Proprio l’ultimo arrivato in casa Bermè,il play della nazionale inglese Ogo Adegboye cerca la chiave per essere costanti e vincenti: “Credo basti giocare intensamente per 40 minuti, soprattutto in difesa, questa è la chiave per vincere qualsiasi partita; ovviamente dovremo far bene anche in attacco ma credo che la vera chiave sia stare in partita per l’intera durata della gara, per 40 minuti”.

La gara di Latina, giunti a questo punto del torneo rappresenta un bivio fondamentale per la “pazza” Viola di questa stagione:per i nero-azzurri,invece è una gara importante per provare a rialzarsi. La location è quella del PalaBianchini:Arbitrano i signori Alessandro Perciavalle,Guido Giovannetti ed Andrea Bongiorni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy