La Virtus contro un Angelico in cerca di rivincita

La Virtus contro un Angelico in cerca di rivincita

Avvantaggiata dal fattore campo, l’Angelico Biella cerca la rivincita della gara d’andata. Una sfida fondamentale per entrambe le squadre bloccate a quota 20 punti.

Commenta per primo!

In un Biella Forum infuocato, come tutte le partite in casa, la Virtus Roma si dovrà confrontare domenica alle 18 con l’Angelico. Entrambe le squadre sono  a 20 punti in classifica con Latina e Casale Monferrato. Un quartetto che a questo punto del campionato non può permettersi errori, essendo la zona playout molto vicina. Nel girone di ritorno i piemontesi hanno mostrato un altro ritmo, con cinque vittorie consecutive e due sconfitte, mentre i romani hanno conseguito due vittorie di fila.

Nella gara d’andata, vinta dai capitolini 83-77 davanti al proprio pubblico, i piemontesi, non sono riusciti nonostante un Ferguson impeccabile, autore di 27 punti, a recuperare lo svantaggio accumulatosi durante la gara. Per la Virtus una grande prestazione di Leonzio, 9 punti ed MVP della partita, ha permesso di conquistare la prima vittoria stagionale, arrivata alla settima giornata.

Il coach Caja ha tutti i giocatori disponibili. Sicuramente saranno confermati titolari Maresca, Olasewere, Callahan e Voskuil, grande ex dell’incontro, lo statunitense naturalizzato danese protagonista con la maglia rossoblù per due stagioni e campione a Rimini della Coppa Italia LNP nel 2014.  Dopo qualche tentennamento e strigliata da parte dell’allenatore, dopo Roma-Ferentino, il centro di nazionalità nigeriana Olasewere è stato protagonista indiscusso dell’ultima gara contro la Viola Reggio Calabria con 28 punti, 6 rimbalzi e 2 stoppate. Tra i motivi del miglioramento dei romani sicuramente è fondamentale il contributo incisivo che arriva dalla panchina, Bonfiglio, Leonzio e Benetti sono stati  determinanti nella vittoria sui calabresi. Soprattutto nelle fasi difensive, Benetti (3.6 rimbalzi di media), classe ’95, nazionale under 20, in prestito dalla Virtus Bologna, si è messo in mostra con due stoppate. Bravo nel lavorare sotto canestro, nei rimbalzi e nei blocchi, senza paura ha iniziato a giocarsela alla pari con cestisti più esperti di lui. Grande apporto anche da parte del veterano Guido Meini, in media 29 minuti in campo, autore  di 4.9 punti, 2.8 rimbalzi e 3.3 assist a partita.

Coach Carrea, eletto miglior allenatore del mese di gennaio della serie A2 girone Ovest, dovrà fare  a meno dell’infortunato Mike Hall, unico grande assente della gara. A causa della rottura del tendine rotuleo sinistro  dovrà stare fermo dai sei agli otto mesi. Sostituito subito da Saunders che ha fornito un buon contributo già nelle prime due partite disputate con 9.5 pt. e 6 rimbalzi di media. Punta di diamante è Jazzmarr Ferguson, miglior realizzatore del campionato con una media di 23.3 punti (512 totali) per gara. De Vico, ruolo ala piccola, si sta mettendo in evidenza tra gli italiani come il migliore realizzatore di squadra con 11.3 punti. Nel reparto dei lunghi spiccano Infante  (5.3 rimbalzi)e Banti (2 rimbalzi). La regia è affidata come al solito al play maker Marco Venuto. Nonostante l’età, 34 anni, stupisce ancora Simone Pierich artefice  in media di  9.6 punti.e 3 rimbalzi.

L’ultimo incontro risale all’aprile 2013 quando la Virtus di Calvani si impose 78-85 su una Biella già condannata alla retrocessione, ma precedentemente è ancora nella memoria di tutti i tifosi la sconfitta di Roma nei quarti Playoff (3-2) del maggio 2009.

In palio ci sono due punti sacri in ottica Playoff (o Playout). Sarà quindi una dura battaglia per conquistarli.

Precedenti: 12-18 (9-5 a Biella)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy