Lega Gold, nastri di partenza – Barcellona: stagione nuova,squadra nuova, le stesse grandi ambizioni

Lega Gold, nastri di partenza – Barcellona: stagione nuova,squadra nuova, le stesse grandi ambizioni

Commenta per primo!

E’ una nuova Barcellona quella che quest’anno affronterà la stagione 2013/14. Tra le riconferme dello scorso anno solo Coach Giovanni Perdichizzi che sarà affiancato in questa nuova avventura dal GM Antonello Riva. Dunque nessuna riconferma, nemmeno quella del capitano Bucci e di Mocavero che nella squadra del presidente Immacolato Bonina avevano scritto un pezzo di storia portando la Sigma in Lega2 quando ancora in panchina sedeva Franco Gramenzi. Un altro tassello del mosaico è l’allenatore in seconda Ugo Ducarello l’anno scorso a Sassari. Andiamo a conosce meglio la squadra… IL ROSTER Tommaso Fantoni: classe 1985, ala grande – centro di 204 cm. Ha militato per 2 anni a Venezia disputando nell’anno 2011/12 un ottimo campionato da titolare (per lui 6,3 punti in 19,2 minuti e 3,6 rimbalzi). L’anno seguente (2012/13) è decisamente sfortunato, causa un brutto infortunio ai legamenti crociati dopo sole 11 giornate, che lo terrà lontano dal campo per tutto il girone di ritorno. Andre Collins: ex Juve Caserta e Gazianpet ” squadra del campionato turco” giocatore con un ‘ottima visione di gioco,  con grandissima dote di assist per i compagni. 183 cm per 79 kg, dopo un inizio di carriera universitaria brillante con la vittoria del campionato NCAA con i Maryland Terrapins ,venne adocchiato e chiamato da Giorgio Valli e dal GM del Basket Club Ferrara Sandro Crovetti (già “scopritore” di Terrell McIntyre) comincia a giocare ricoprendo il ruolo di “combo”-guard (ovvero sia play che guardia). Nella Carife Ferrara disputa in totale tre campionati, due di Legadue e uno di Serie A. In Legadue contribuisce alla conquista della storica promozione in Serie A del Club ferrarese e in quello stesso anno stabilisce, il record di tiri da tre messi a segno nella storia del Basket Club Ferrara: 10. In Serie A, nonostante sia rookie per la categoria, dopo un avvio difficile disputa un campionato eccellente, soprattutto nel girone di ritorno in cui si toglie molte soddisfazioni anche personali, vince svariati duelli con titolati avversari di pari ruolo (uno su tutti l’ex NBA Earl Boykins in forza alla Virtus Bologna) e si impone come uno dei migliori play della serie A arrivando terzo nella classifica marcatori (media di 17,5 punti, decimo assoluto per numero di assist e secondo nelle palle recuperate (tre a gara). Con 33,5 minuti è stato anche il terzo giocatore più utilizzato del campionato, a conferma della sua capacità di essere un vero uomo-squadra. Nella stagione 2009-10 firma un prestigioso contratto con la Virtus Bologna, venendo presentato ai tifosi il 2 luglio 2009, ma paga l’infortunio ad inizio stagione (11,7 punti, 2,5 rimbalzi, 2,3 assist). Per la stagione 2010-2011 firma  invece un contratto con la VL  Pesaro, dove si mette in luce come quarto assist-man della Lega A (3,9), oltre a 12,8 punti e 2,5 rimbalzi in 27 partite.Il 20 luglio del 2011, con 141 partite e 2.268 punti sulle spalle, firma per la Juvecaserta, con cui si conferma ottimo ispiratore (3° con ben 5,2 assistenze), ma non senza far mancare 13,3 punti e ottime percentuali dalla lunetta. Ultima stagione in Turchia al Gaziantep, anche in TBL dispensa assist a volontà (3° con 4,9 assist), e totalizza 13,6 punti con un buon 51% da 2 e l’81% dalla lunetta. Giuliano Maresca: guardia romana classe 1981, è un ottimo difensore dotato di mano educata. La sua carriera inizia con la canotta di Roseto nella stagione sportiva 1998/1999, con la quale calca i parquet della Serie A2. Negli anni successivi scende di categoria vestendo i colori di Giulianova (B2), Rieti, Patti ed Imola(B1), e in questi anni il capitolino sviluppa la sua tecnica, conquistando sempre più minuti sul campo. Nell’ottobre 2003 il momento chiave per la sua crescita, il passaggio a Montegranaro sempre in serie B1: e in una formazione ambiziosa come quella calzaturiera, contribuisce alla promozione in Legadue con 20,5 minuti di media, 6,9 punti ed il 56,6% da due. Riconfermata, la guardia non perde la chance di dimostrare il proprio valore con il passaggio di categoria: quando la Sutor Montegranaro arriva alla finale play-off, e ad un passo dal grande salto in Serie A si conferma uomo squadra (11,1 punti con oltre il 40% dal campo in 21 minuti), come anche l’anno successivo, quello della definitiva consacrazione per il club marchigiano, che taglia il traguardo promozione . Alla prima vetrina in Serie A, Maresca non delude le aspettative sotto la guida di coach Stefano Pillastrini (5,1 punti), e l’essere considerato uno dei giocatori italiani più futuribili del movimento, proiettano il giocatore nell’orbita della Nazionale Italiana, ma anche ai piani alti della massima serie: nel luglio 2007 firma un triennale con la Benetton Treviso, 22 gare da 4 punti in 12? poi la cessione in prestito all’Olimpia Milano nel febbraio 2008; nel luglio 2009 passa al New Basket Brindisi, in Legadue, con cui raggiunge la promozione (10,3 punti con il 54% da 2 e il 40% da 3), ma non difende la categoria l’anno successivo; nell’estate del 2011 il contratto che lo legherà alla Juvecaserta Basket, per due stagioni a oltre 6 punti di media, ma tanta sostanza per il 9° posto in stagione regolare. Alex Young: ex Capo d’Orlando. Inizia a giocare nella Indianapolis Northwest High School, dove disputa un buon campionato e si guadagna la convocazione nell’Indana All-Star Team, dal 2008/09 frequenta la IUPUI (Indiana University;Indianapolis). Nel 2009/10 ha disputato tutte le 36 gare in programma, ed è stato nominato alla League All-Tournament mettendo a referto 18,3 punti e 4,5 rimbalzi in 31,6 minuti di media a gara. Nel 2010/2011 viene nominato nel First Team All-Summit League nella stessa stagione ha chiuso con una media di 19,7 punti strappando 6,7 rimbalzi in 36,6 minuti di utilizzo. Nell’annata sportiva 2011/12 per il secondo anno consecutivo viene eletto come NABC First Team All. Termina la carriera universitaria divenendo il miglior realizzatore della sua divisione, al terzo posto nella storia della IUPUI e quarto nella storia della Summit League con 2286 punti. Questi numeri gli permettono di approdare in Italia, come rookie, nel campionato di LegaDue con la maglia dell’Orlandina Basket. Stagione iniziata molto bene, che lo proietta tra i migliori prospetti della stagione, prima di essere fermato per 3 mesi a causa di una leggerezza legata all’uso di cannabis. Scontata la pena, rientra per il finale di stagione e chiude la sua prima esperienza europea con 19,5 punti e 5,6 rimbalzi in 29,9 minuti di media a gara. Demian Filloy, argentino classe 1982. Giocatore molto forte a rimbalzo e molto abile sul tagliafuori , è capace di coprire sia il ruolo di 3 che di 4 e può essere pericoloso in entrambi i lati del campo. Nato a Cordoba, in argentina, il 27 aprile del 1982, Filloy proviene da una famiglia di cestisti. Il padre ha giocato anche nella nazionale argentina. Cresce nel settore giovanile dell’Atenas de Cordoba, in cui milita fino al gennaio 2002. In Italia approda per la prima volta alla silver Porto Torre, in C1. Con il suo club centra due promozioni consecutive e giunge fino alla B1. Subisce un infortunio al ginocchio dal quale si ristabilisce nell’agosto del 2004, prima di firmare un contratto triennale con i Crabs Rimini. Passa poi a Montegranaro e debutta in Serie A. Dopo un breve prestito a Reggio Emilia, torna a Montegranaro da capitano. Va poi in prestito a Rimini prima di tornare a Reggio Emilia, sempre in massima serie. Fiorello Toppo, Nato in Eritrea, cresciuto a Roma, ma ormai di fatto pistoiese, anche grazie alle nozze con la compagna Alessia, Toppo è da anni stabilmente fra i migliori italiani del campionato, e ha chiuso l’ultima stagione regolare con 9,6 punti, 12,4 di valutazione al 57% da 2 con 7,7 rimbalzi, in 28,1 minuti di media. Nei play-off, sudatissimi per la GTG, ma decisivi per il ritorno in massima serie dopo 14 anni, il suo contributo è stato di 7,8 punti, 12,1 di valutazione, con il 61% da 2, il 50% da 3 e 7,3 carambole in 25?. E’ uno dei migliori rimbalzisti del campionato, dotato di una grinta e un carisma spropositati. Nicola Natali, giocatore 24enne ex Forlì che può fare sia da 3 che da 4. Un vero lottatore in campo e un perfezionista negli allenamenti. Buon rimbalzista e anche difensore anche se non ha tra le mani molti punti. Mauro Pinton sarà il secondo play. E’ un play puro con molta esperienza. Ha un’ eccellente visione di gioco ed una abilità nel costruire le azioni,che legata alla velocità ed all’abilità nel leggere ed interpretare i pick and roll ne fanno le sue armi migliori. Infine gli Under, Dispinzeri, De Leo e Iurato. Due giovani con tanta voglia di lavorare e di crescere con ottime qualità e buone prospettive per il futuro.   ASPETTATIVE E PRONOSTICI Non si nasconde Bonina e lo grida apertamente che vuole portare questa squadra e questa città dove non sono mai state, cioè, in SERIE A. La Sigma punta a fare un buon campionato piazzandosi più in alto possibile per poi dare il meglio di se. Con questa squadra la città del Longano può ben figurare in questo campionato che già ancor prima di iniziare la vede tra le favorite.   IL PRECAMPIONATO AI RAGGI X             Viola Reggio Calabria – Sigma Basket Barcellona 76-100 (10-26; 26-24 ; 15-17 ; 25-33): Collins 11, Maresca 2, Young 34, Filloy 12, Fantoni 13, Pinton 3, Natali 13, Toppo 12, Iurato, Dispinzeri N.e.  Coach: G. Perdichizzi. Sigma  Basket Barcellona – Enel Brindisi 65-59  (16-20; 30-34; 47-45; 65-59): Maresca 13, Filloy, De Leo, Fantoni 9, Iurato, Toppo 6, Pinton 5, Natali, Young 20, Collins 12, Dispinzieri. Coach: G. Perdichizzi. Bawer Matera – Sigma  Basket Barcellona  64 – 69 (20-20, 31-38, 47-48, 64-69): Collins 16, Maresca 2, Young 23, Filloy, Fantoni 12, Pinton 3, Iurato, Natali 6, Dispinzeri n.e. , Toppo 8, De Leo n.e. Coach: Giovanni Perdichizzi. Sigma Basket Barcellona – Fortitudo Agrigento  89-54 (19-18);(34-24);(65-43);(89-54): Young 27, Dispinzeri 2, Toppo 8, Maresca 7, Natali 2, Collins 20, Filloy 12, Iurato 3, Fantoni 8, De Leo, Pinton n.e. Coach: Giovanni Perdichizzi. Sigma Basket Barcellona – Orlandina Basket 92-79 (21-24); (39-43); (61- 65); (92-79): Fantoni 6, Collins 35, Maresca 9, Filloy 19, Pinton , Toppo 2, Natali 4, Young 17 , Dispinzeri n.e. , De Leo n.e., Iurato n.e. Coach Giovanni Perdichizzi. Lighthouse Pallacanestro Trapani – Sigma Basket Barcellona 70-67 (17-24); (38-43); (56-54); (70-67): Toppo, Fantoni 10, Natali 7, Filloy , Maresca 6, Young 19, Collins 8, Pinton 5, Dispinzeri n.e., De Leo n.e., Iurato n.e. Coach Giovanni Perdichizzi. Viola Reggio Calabria – Sigma Basket Barcellona 54-85 (11-22); (28-40); (41-64); (54-85):  Young 21, Dispinzeri, Toppo 11, Maresca 4, Natali 8, Collins 18, Filloy 15, De Leo n.e. , Iurato, Pinton, Fantoni 8. Coach Giovanni Perdichizzi. Sigma Basket Barcellona – Upea Capo d’Orlando 96-76    (25-20); (53-35); (70-60); (96-76): Young 22, Dispinzeri n.e., Toppo 14, Maresca 18, Natali 8, Collins 19, Filloy 9, De Leo n.e. , Iurato n.e., Pinton , Fantoni 6. Coach Giovanni Perdichizzi. Pallacanestro Trapani – Sigma  Basket Barcellona  85-90  (13-16); (29-33); (54-53);(72-72);(85-90): Toppo 6, Fantoni 7, Natali 9, Filloy 13, Maresca 18, Young 14, Collins 17, Pinton 6, Dispinzeri n.e., De Leo n.e., Iurato n.e. Coach Giovanni Perdichizzi.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy