Legadue, preview: Fileni Bpa Jesi – Umana Reyer Venezia

Legadue, preview: Fileni Bpa Jesi – Umana Reyer Venezia

Commenta per primo!

QUI JESI La Fileni attualmente occupa la 6° posizione in classifica, in coabitazione (26 punti) con una delle sorprese di questo campionato, Livorno. All’andata Jesi venne travolta da Venezia 84-59: proprio da quella partita cominciò la crisi dell’Aurora, coincisa anche con l’infortunio di Anthony Maestranzi, uno dei migliori play della Legadue. Con il ritorno dell’italo-americano, i sostenitori marchigiani speravano in un cambio di rotta: in panchina, esonerato il veneziano Andrea Zanchi, è stato assunto come coach Luca Ciaboco, facente parte della società jesina già dalla stagione 2005/2006 con il ruolo di assistente. Alla prima vera occasione da capo-allenatore, Ciaboco ha un ruolino di due vittorie ed altrettante sconfitte, l’ultima al PalaBigi di Reggio Emilia contro la compagine allenata da Ramagli. I giochi d’attacco della Fileni si basano sull’affiatamento della temibile coppia Maestranzi-Maggioli, uno dei più efficaci assi play-pivot della lega. Gli americani sono i due esordienti Boykin e Cuffee, criticati ultimamente per il loro scarso rendimento. Si era quindi accennato ad un inserimento nei “10” di Paulinho (sempre in rosa nonostante il rientro di Maestranzi) ma le condizioni di Ryan, guardia tiratrice, alle prese con un fastidioso malanno, non consentiranno di provare l’esperimento. Se stasera l’ex Soresina darà forfait, in allerta il già citato Paulinho.

QUI VENEZIA Come è cambiata la situazione a Venezia nel giro di un paio di settimane! Le fondamentali vittorie a Roseto degli Abruzzi contro la Seven 2007 (84-93, Rombaldoni 24) e in casa al Taliercio contro l’Edimes Pavia (84-73, Janicenoks 28), hanno galvanizzato l’ambiente orogranata. La Reyer quest’anno non è mai andata oltre i due successi consecutivi e battere Jesi significherebbe fare il tris ma soprattutto allontanarsi dal fondo della classifica ed, addirittura, ridimensionare gli obbiettivi di questa fine di stagione (playoff?). In caso di sconfitta l’Umana invece dovrà ben guardarsi alle spalle perchè la Carmatic Pistoia, a pari punti nella graduatoria, è attesa allo scontro salvezza casalingo contro Reggio Emilia, l’Aget Imola impegnata nella difficile trasferta di Veroli e Roseto, sempre più allo sbando, ha forse l’ultima possibilità per ricucire lo strappo tra il fondo e la terzultima posizione, quella necessaria per la permanenza in Legadue, nella sfida contro la Coopsette Rimini. Ritornando a Venezia, è da sottolineare il grande contributo offerto nelle ultime due partite da Kristaps Janicenoks, diventato ormai l’indiscusso bomber della squadra, ma soprattutto la capacità del singolo individuo di sacrificarsi in difesa per il bene dell’intera squadra (Carrizo a Roseto, Farioli con Pavia). Un pericolo per il roster lagunare potrà essere lo scarso minutaggio che Bizzozi concederà a Bougaieff o a George, apparsi entrambi un po’ ingenui nel gestire la propria situazione falli nel corso della partita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy