L’esclusione di Napoli. Si difende l’ex GM Liguori

L’esclusione di Napoli. Si difende l’ex GM Liguori

Commenta per primo!

In relazione al provvedimento di esclusione dal campionato di Legadue, disposto in data 22/10/2012, dal Giudice Sportivo Nazionale, in ragione del mancato pagamento delle tasse gara da parte dell’ASS. Pall. Sant’Antimo – Nuovo Napoli Basket, dal quale sembrano adombrarsi presunte responsabilità anche dello scrivente, preme evidenziare quanto segue.

Recatomi in Federazione in data 18/10/2012 per rappresentare la società in ricorso sportivo, venivo raggiunto telefonicamente dal responsabile amministrativo che mi assicurava in ordine all’avvenuta effettuazione del bonifico per l’importo di € 33.000 dovuto a titolo di 1° rata società professionistiche.

Mi veniva altresì confermata la trasmissione della contabile attestante il presunto versamento e contestualmente mi veniva chiesto di provvedere al deposito di detto documento presso il competente Ufficio Contabilità.

Provvedevo pertanto, da uno stesso ufficio della Federazione, alla materiale stampa del predetto documento, e non avendo possibilità alcuna di effettuare ulteriori riscontri in ordine alla sua veridicità, ne curavo in assoluta buona fede il deposito, anche al fine di consentire la revoca della sanzione accessoria del blocco dei tesseramenti.

Soltanto il seguente pomeriggio, in data 19/10/2012, venuto a conoscenza dagli stessi organi federali dell’accredito del solo importo di € 3 (!), ho prontamente e sdegnosamente rassegnato le dimissioni dalla carica.

E’ a tutti noto che non mi sono mai occupato degli aspetti amministrativi né delle vicende economiche e contabili del sodalizio, che di contro erano di esclusiva competenza della nuova proprietà subentrata ad inizio stagione.

Nel prendere con forza le distanze dalle tristi odierne vicende, non posso non esternare l’amarezza e lo sconforto per l’ennesimo tradimento sportivo che si è visto consumare alle spalle della città e per il venir meno, da parte di qualcuno, del rispetto di quei principi di lealtà e correttezza sportiva che, di contro, e da sempre, hanno caratterizzato la ultra ventennale storia sportiva e personale dello scrivente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy