Mike Hall: “Milano deve costruire attorno a Mike James”

Mike Hall: “Milano deve costruire attorno a Mike James”

Il giocatore di Cassino ha espresso il suo parere su Twitter.

di La Redazione

Il giocatore di Cassino Mike Hall non è nuovo ad esprimere il suo pensiero su Twitter. Oggi ha voluto affrontare l’eliminazione di Milano dall’Eurolega, dicendo di puntare nuovamente su Mike James se la squadra di Armani vorrà vincere in futuro.

Secondo Hall, il problema di Milano è l’aiuto nullo degli italiani (“C’è da arrabbiarsi con gli “italiani” che non danno nessun aiuto durante tutto l’anno, non fanno NIENTE”), non certo uno che sa fare canestro come James. Suoi followers hanno fatto notare a Hall le lacune difensive di James, ma lui ha risposto adducendo che uno scorer di questo tipo in Europa le altre squadre non ce l’hanno.

Quando si parla di un eventuale cambio allenatore, Hall risponde: “Non credo che lo stile di gioco di Sarunas si trovi bene con la cultura di Milano” e ha poi detto che in Europa ci sono solo 4 allenatori d’elite che non approderanno mai all’Olimpia: Obradovic, Itoudis, Blatt e Laso.

Poco fa ha postato un riassunto del suo pensiero che potete trovare di seguito in inglese.

“I tifosi non capiscono quanto sia dura costruire una squadra e mettere insieme tutti i vari elementi”, ha detto Mike Hall. “Probabilmente Milano avrebbe dovuto fare i Playoffs, certo, ma considerando che 5 degli 8 posti sono assicurati dalle big, ci sono solo tre posti disponibili per le restanti undici squadre”. Secondo il #7 ex Milano non è un problema della dirigenza, ma un insieme di fattori: “Chi avrebbe mai detto che il miglior scorer d’Europa si spegnesse contro il Fener? Perché una delle partite più importanti della stagione è stata giocata a Desio? Chi poteva immaginare tutti quegli infortuni?” Ha poi espresso il suo parere molto dubbioso su un eventuale cambio in panchina: “Blatt è l’unico grande nome che potrebbe arrivare? Media, tifosi e cultura italiana non sono facili da gestire per uno straniero. Sarunas? Buona fortuna se riuscite a convincere un allenatore da un palazzetto sempre pieno ad una ‘wine and cheese crowd‘ a Milano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy