NPC Rieti ad Agropoli per l’impresa contro la capolista

NPC Rieti ad Agropoli per l’impresa contro la capolista

Commenta per primo!

Seconda trasferta del campionato per la NPC, per una mission impossibile in quel di Agropoli. Ma è davvero una mission impossibile la partita in casa dei delfini campani? Sulla carta sembrerebbe di si, i padroni di casa sono primi in classifica imbattuti dopo 4 giornate, in pieno gas sia fisico che mentale, squadra costruita in quattro e quattr’otto dopo il ripescaggio in Lega2 a causa della non ammissione di Napoli.
Per Agropoli sicuramente un forte desiderio di rivalsa dopo il tiro libero fallito da Marulli che il 13 giugno sancì la sconfitta e la conseguente promozione in lega2 dei reatini, i tifosi cilentani forse aspettano questa partita più delle altre, ma la squadra è completamente cambiata e il desiderio davvero forte è quello di continuare a comandare la classifica a punteggio pieno confermandosi l’autentica rivelazione di tutta la lega2.
Una squadra che fa leva su tecnica e soprattutto grande cuore e grande freddezza e lucidità nei momenti cruciali dei match, prova ne sono le 4 partite tutte vinte allo sprint con scarti minimi, il massimo c’è stato proprio domenica scorsa contro Casalpusterlengo di 4 punti, una partita che i lombardi padroni di casa erano arrivati a condurre anche di 22 lunghezze, per poi cedere al prepotente ritorno degli ospiti. Una squadra che non molla mai, quella cilentana, che nel suo piccolo ma caldissimo palazzetto trova le forze per controbattere a squadre sulla carta anche più forti.
Ci sono dei giocatori che coach Nunzi ben conosce come il suo pretoriano per diversi anni ad Anagni, Riccardo Santolamazza, il play titolare incaricato di mettere in ritmo i tiratori della sua squadra. L’altro è Stefano Spizzichini, uno degli eroi reatini di Forlì, rimasto nel cuore dei suoi ex tifosi.
Ma la vera forza della squadra cilentana è il suo trio straniero, trio che ha prodotto quasi l’80% dei punti totali della squadra. Principale bocca da fuoco è il centro italo-canadese Marc Trasolini, ex Pesaro e Avellino e grande trascinatore della squadra con oltre 25 punti e 9 rimbalzi di media. Lo accompagna l’americano Terrence Roderick, una guardia con un passato tra Italia e Israele, grande talento un po’ discontinuo ma con tanti punti nelle mani, oltre 20 punti di media in questo campionato.
Altro componente del trio l’italobrasiliano Jonathan Tavernari, ala piccola ex Derthona con un gran tiro dalla lunga distanza, oltre 17 punti di media a partita. Sono loro i terminali che Nunzi dovrà studiare per cercare di bloccare, impresa difficile ma forse non impossibile, certamente la squadra reatina vista nelle ultime partite, senza sbavature o cali di concentrazione può provare a giocarsela fino alla fine.
Completano il roster cilentano i giovani e promettenti esterni Bolpin e Di Prampero, mentre i cambi sotto le plance sono Carenza, reduce da un lungo infortunio, e l’ex taranto De Paoli.
La NPC Rieti proverà a controbattere con le armi che le hanno permesso di vincere gli ultimi 2 match contro Casalpusterlengo e Roma e di tener testa fino alla fine a Ferentino e Latina. L’arma principale dovrà essere l’intensità difensiva, che avrà i suoi protagonisti principali in Nicolò Benedusi e Chris Mortellaro, che dovranno tentare di bloccare i principali terminali offensivi di Agropoli. Ma per far si che questo avvenga servirà l’apporto di tutta la squadra, riserve comprese che hanno saputo dare un ottimo apporto nelle ultime partite, soprattutto l’ala Longobardi e l’eterno Feliciangeli, il Capitano. Servirà assolutamente evitare i cali d’intensità e di concentrazione, cali che hanno permesso il rientro a Casalpusterlengo e Roma nelle ultime partite, e servirà un approccio iniziale perfetto, per avere la possibilità di mettere in difficoltà i padroni di casa, che hanno giocatori che se messi in ritmo non hanno problemi ad arrivare al trentello. Le armi offensive reatine saranno soprattutto il play Parente, che in queste ultime partite ha gestito bene la squadra tirando però con percentuali non eclatanti, e l’americano Dalton Pepper, il giocatore reatino sicuramente con il potenziale più alto, sia fisico che tecnico, autore di circa 20 punti 6 rimbalzi e 4 assist a partita. Si attendono ulteriori miglioramenti anche dall’altro USA, Rakeem Buckles, che superati i guai fisici che ne hanno contraddistinto l’inizio di campionato, potrà utilizzare il suo atletismo e la sua verticalità per dare un importante contributo alla sua squadra.
Appuntamento al PalaDiConcilio di Agropoli domenica 1 Novembre alle ore 18, palasport che sarà sicuramente sold out con una presenza, non numerosissima ma calorosa, di supporters reatini.
Telecronaca diretta in streaming con LNP Pass a cura della lega pallacanestro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy