Orlandina-Agrigento: test fermato dalla pioggia, ma 30′ di qualità al PalaFantozzi

Orlandina-Agrigento: test fermato dalla pioggia, ma 30′ di qualità al PalaFantozzi

Commenta per primo!

E’ finita alla sirena del terzo quarto sul punteggio di 52-51 la prima amichevole dell’Orlandina Basket contro la Fortitudo Moncada Agrigento. Un forte temporale si è, infatti, abbattuto sulla città di Capo d’Orlando provocando mal funzionamenti nella trasmissione della corrente elettrica. Coach Pozzecco e Coach Ciani hanno conseguentemente deciso di sospendere il match per prevenire infortuni ai propri giocatori.

Un test, il primo della pre season dell’Upea, che poneva di fronte ai paladini una squadra solida, compatta e determinata ad avere un ruolo da protagonista nella lega di riferimento (Legadue Silver). Agrigento, del resto, aveva già impressionato negli altri match di precampionato, battendo, ad esempio, Trapani, altra siciliana che disputerà la Gold. Nonostante fosse la prima uscita stagionale contro un gruppo rodato già da alcune partite, l’Orlandina ha fatto vedere buone cose e soprattutto ha dimostrato di avere nelle corde grinta e determinazione. Ha dominato i primi cinque di gioco davanti il proprio pubblico (15-4), ha saputo, poi, soffrire senza disunirsi fino all’intervallo (30-35) ed è tornata in campo dopo la pausa lunga con tutt’altro piglio, quasi come se le parole del Coach dopo il secondo quarto avessero dato coscienza ai ragazzi delle loro potenzialità. Allora ecco che pronti, via,  Archie intercetta e vola al ferro per inchiodare la schiacciata a due mani che il pubblico accoglie con un grande applauso. Wright ruba la palla ad Anello (6 intercetti a fine serata) e serve Sandro Nicevic che non si nega la prima schiacciata al PalaFantozzi. Due giochi da tre punti (canestro e fallo) nati da incredibili giocate, di Laquintana prima e Portannese poi, fruttano 6 punti e danno all’Upea il -1 (48-49 al 4 da fine periodo). I due liberi dell’agrigentino segnano il primo sorpasso orlandina immediatamente dopo (50-48). La terza frazione termina 52-51 per l’Upea e, di fatto, non si torna più in campo. Dominique Archie (13 punti) e Marco Portannese (11) i migliori realizzatori per l’Orlandina.

Si è visto nell’ultimo quarto giocato quello spirito combattivo che tanto piace al Poz: «Sono contento dell’atteggiamento dei ragazzi – ha dichiarato il coach nel post gara – lo spirito è quello giusto, si vede che ci tengono a far bene. Abbiamo commesso degli errori, alcuni davvero banali, ma era la prima amichevole e avevamo di fronte una squadra che ha dei meccanismi già rodati». Non è entrato sul parquet Matteo Soragna, l’ex capitano della Benetton sta ancora recuperando dall’infortunio, e nel corso del match Gianluca Basile ha dovuto accomodarsi di fianco a lui per un problema al polpaccio. «Sono un po’ rammaricato per il polpaccio di Baso – continua Pozzecco – nei prossimi giorni lo sottoporremo a degli esami, ma non dovrebbe essere nulla di preoccupante. Non poter schierare, però, da subito né lui, né Teo, rallenta un po’ i nostri piani. Spero in un esito positivo degli accertamenti, perché vorrei che si raggiungesse presto una buona chimica di squadra». Domenica pomeriggio alle 18:00 al PalaFantozzi arriverà Trapani per la seconda amichevole. Un altro buon test per l’Orlandina in preparazione dell’avvio del campionato, il Poz vuole sfruttare al massimo queste amichevoli: «Oggi abbiamo sbagliato alcune cose, ma era normale che fosse così. Abbiamo altri test e in questi trenta giorni prima che cominci il campionato abbiamo tutto il tempo di crescere. Abbiamo grossi margini di miglioramento».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy