Qui Biella: le aspettative di società e tifosi

Qui Biella: le aspettative di società e tifosi

Commenta per primo!
Bosio: il marketing elegante di Pallacanestro Biella
L’uomo delle 4 P di kotleriana memoria:  Presenza, Produttività, Pazienza e, Pervicacia il paragone con il guru del marketing non è a caso, le migliori risorse la Pallacanestro Biella le ha sempre trovate in casa e se Laganà ha raggiunto le alte vette europee sportive il merito è quello della società di aver creduto nei suoi gioielli. Ora si tenta lo stesso tipo di percorso anche per chi si deve occupare di risorse e di comunicazione e la scelta potrebbe e dovrebbe essere appropriata  

Stesso discorso quindi potrebbe farsi per Niccolò cresciuto all’ombra della società e sempre più responsabilizzato fino a raggiungere le alte vette attuali dopo aver appreso sul campo e a scuola tutto quello che può essere utile alla causa. Scuola montiana alla Bocconi quella che deve fare di necessità virtù Bosio unisce le qualità indispensabili dell’economia a quelle altrettanto reali dell’eleganza e dell’aplomb di Piazza Affari. Compito non facile il suo e su cui tutti puntano, occhi puntati addosso che non fanno paura e che anzi danno uno stimolo in più. Dai primi passi si intuisce una pragmaticità biellese unita a una visibilità milanese. Il primo ad arrivare alle conferenze l’ultimo a staccare, tifoso di ghiaccio quante volte lo abbiamo visto smoccolare in silenzio la scorsa stagione attaccamento alla squadra proverbiale e che ha saputo tramettere e infondere grinta fino all’ultimo

Giovanissimo tanto è vero che la scintilla scocca presto nel 1998 (..)  quando andai in terza media a vedere una partita di basket in lega due vecchio palazzetto poi abbonamento e serie A facendo tutta la trafila classica dello sportivo tifoso. Conciliavo la mia passione sportiva e la domenica era scandita da ritmi fissati alle 15 al Delle Alpi perla Juve e poi alle sei al Palazzetto

Sportivo doc di leva calcistica anche se si schernisce (..) sono un calciatore di modesto livello, un ala sinistra classica buoni piedi modello Vucinic (tanto per non perdere il vecchio amore per la Signora) un po’ più arretrato con il gusto per la zampata sotto porta. La mia passione sportiva più grande però è stato il golf dove ho raggiunto buoni risultati

Ma è l’università il trai d’union con Pallacanestro Biellla (..)  5 anni fa avevo bisogno di una stage per tre mesi era l’anno dell’Eurocup e grazie a Marco Atripaldi sono entrato nel gruppo dapprima per sei mesi per lo stage e  poi il primo contratto la parte comunicativa e poi il mktg.

Il bello di lavorare in questo sport è che ti mette in contatto con sportivi che vedi lavorare con te un professionista come Teo Soragna, Fred Johnson e naturalmente Pietro Aradori mi piacciono i tiratori chi si prende la responsabilità nel calcio come nel basket e perché no anche nella vita(..) E’ sicuro quando parla Niccolò e d’altronde deve essere così per chi fa il suo lavoro le certezze e le idee su cui costruire devono essere salde. Ricorda anche un episodio curioso come quella volta che giocò – o sarebbe meglio dire forse insegnò (ma questo lo dice il cronista), golf con Del Piero e Mauro, nove buche. Per chi ha fatto notte al delle Alpi guardando la semifinale Champions del 2003 (3 a 1 al Real n.d.r.) deve essere stato come toccare il cielo con un dito

Tempo libero con la storica fidanzata Carlotta, a cui magari chiederemmo conto della “famosa” insalata Bosio, e le classiche passioni di un giovane lavoratore emergente

Mentre smanetta l’ultimo comunicato stampa sulla tastiera, pensa a come potrebbe essere la stagione e magari all’opportunità di ritornare nel massimo campionato magari tra una stagione o forse due e allora lui stesso alla consolle dell’audio del Palazzetto vorrebbe far risuonare Noi siamo ancora qua. E’ più di un inno. Per Bosio e anche per molti tifosi della Pallacanestro Biella una certezza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy