Qui Viola, parla Andrea Crosariol: “Sono contento di essere qui”

Qui Viola, parla Andrea Crosariol: “Sono contento di essere qui”

Commenta per primo!

E’ la Viola la squadra da battere nel Girone Ovest della prossima A2? Lo potrà dire solo il campo ma con un roster così si può veramente sognare. La compagine reggina, che si presenterà alla città venerdì 28 Agosto all’Arena dello Stretto alle ore 21.30 sul lungomare Falcomatà si allena duramente.

La fase relativa alla Preparazione fisica coordinata dal Professore Giuseppe Lopetuso continua accanto al lavoro tecnico di Coach Gianni Benedetto: l’allenatore sta lavorando accanto all’Assistant Coach Massimo Bianchi ed ad altri due elementi preziosi del network nero-arancio, il Responsabile del settore giovanile Domenico Bolignano ed il nuovo innesto, il “rientrante” Gianni Tripodi.

Il roster è al completo eccezion fatta per lo statunitense Brackins che si aggregherà al gruppo a fine mese. L’ultimo arrivo in casa reggina è Andrea Crosariol, centrone alto 2.13 per centodieci chilogrammi di peso forma. Un autentico “Crack” per la categoria:la tipologia di centro dominante ma dinamico che la società ha cercato da tante stagioni. Crosariol ha trentun’anni, un talento inespresso ai massimi livelli nonostante le tante e blasonate avventure: dal College Ncaa, passando per le esperienze a Treviso,Virtus Bologna, Roma, Avellino, Pesaro, Venezia, passando per la Germania ed in ultimo dalla A1 polacca, sua ultima sede di gioco.

Che impressione le ha fatto, di primo impatto Reggio Calabria e la Viola?

La prima impressione è positiva. Il Pianeta Viola è un centro super. Ho già parlato con la società prima e dopo la firma sul contratto: sembra una società volenterosa che ha grande voglia di far bene: sono molto contento di essere a Reggio Calabria.

Che campionato si aspetta?

Vedremo come si amalgamerà la squadra. Di sicuro, abbiamo un ottimo roster con atleti con tantissimo talento.

Il PalaCalafiore pieno potrebbe essere uno dei vostro obiettivi?

Lo speriamo: parliamo di uno degli impianti più belli d’Italia ed anche più grandi: abbiamo l’obbligo di fare belle prestazioni per provare nell’intento di scrivere un “tutto esaurito”.

Che ricordi porta con se relativi alla Viola Reggio Calabria?

Non molte, non ho giocato spesso contro la Viola. So, però, che è una società con grandissima storia e speriamo di riuscire a scrivere pagine importanti relative alla storia stessa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy