Reggio Calabria – Agropoli, storia e futuro in 40 minuti

Reggio Calabria – Agropoli, storia e futuro in 40 minuti

Commenta per primo!

Bermè Reggio Calabria-BCC Agropoli è la nona gionata nel campionato di A2 2015/2016 girone Ovest, ma non solo. Perché per i cilentani guardare dall’alto verso il basso la Viola Reggio Calabria rappresenta in primis un traguardo insperato, ma soprattutto perché il nero e l’arancio sono stati per lungo tempo i colori dell’unico agropolese che calcato i parquet dell’A1 e vestito l’azzurro: stiamo parlando di  Donato Avenia, in Calabria prima dal 1984 al 1990, poi nel campionato 1992/93, infine dal 1996 al 1998.

LA SITUAZIONE

La nona giornata dunque porta con sé ricordi, aneddoti, ma porta in scena anche un confronto inedito e agli anitpodi, pensando agli umori che si respirano sui due fronti. Proprio ieri Reggio Calabria ha esonerato il tecnico Giovanni Benedetto: non è servita l’ormai nota strigliata del Presidente Branca, e non basta evidentemente l’arrivo dell’ex Strasburgo Tony Dobbins, ala di 194 cm classe ’81, titolare di doppio passaporto (Usa e Italia), e reduce da sei stagioni nel campionato francese intervallate da una in Spagna. La squadra calabrese viaggia troppo sotto le attese,e volta a bassissima quota, con soli 4 punti in classifica: un trend inaccettabile per un roster da sogno, con gente che si presenta da sola (da Mordente a Crosariol, da Spinelli a Freeman). Fatale per il tecnico più amato dai reggini la sconfitta interna con l’Acea Roma, l’atmosfera è tutt’altro che dimessa dalle parti del PalaDiConcilio: la vittoria esaltante contro i cugini della Givova Scafati ha riportato in vetta i delfini, che alla trasferta in terra reggina seguirà il confronto sul parquet del PalaEstra contro la Mens Sana di coach Ramagli.

LE CIFRE

Nelle prime otto giornate del torneo, girone ovest, la formazione salernitana ha chiuso in media con 81.3 punti a gara, tirando con il 56% da due e il 31.1% da tre. In lunetta, Agropoli realizza con il 71%. La squadra di coach Paternoster viaggia inoltre con 38.3 rimbalzi in media a partita, 11.1 offensivi e 27.1 difensivi, e 13.8 assist. Sono 2.5 in media le stoppate date dal team biancoblù, 2.5 quelle subite, 13.8 le palle perse e 3.6 quelle recuperate. Il miglior realizzatore della BCC Agropoli è Marc Trasolini, autore di 172 dei 650 punti collezionati fin qui dalla compagine campana. Con 286′ totali in campo, Trasolini comanda anche la classifica dei giocatori più utilizzati da Antonio Paternoster, seguito da Jonathan Tavernari (258′) e Riccardo Santolamazza (246′).

Nelle prime otto giornate di campionato Reggio Calabria ha chiuso in media con 74.3 punti a gara, tirando con il 60% da due e il 23.3% da tre. In lunetta, realizzano con l’64%. La squadra calabrese viaggia inoltre con 29.4 rimbalzi in media a partita, 6.4 offensivi e 23 difensivi, e 16.9 assist. In media, fino a oggi, Reggio conta 3 stoppata data a match e 1 subite, 11.9 palle perse e 4.6 recuperate. I migliori realizzatori della Viola sono Roberto Rullo e Craig Lee Brackins, autori di 108 punti ciascuno dei 594 punti collezionati fin qui dalla Bermè. Con 264′ totali in campo, Rullo comanda anche la classifica dei giocatori più utilizzati dall’ormai ex coach Benedetto.

GLI ARBITRI: Sig.ri Moretti Mauro di Marsciano (PG),Pierantozzi Marco di Ascoli Piceno, Callea Marcello di Porto Torres (SS).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy