Rimini: la fine si avvicina

Rimini: la fine si avvicina

Ma cosa devono decidere?
Se non si trovano i soldi per chiudere i vecchi debiti della società (quantificati dalla stampa in circa 450mila euro), bisognerà procedere alla messa in vendita o in liquidazione della società.
L’ipotesi che spunti un finanziatore, chiunque esso sia, sembra il vero miracolo atteso dalla Rimini cestistica.

La possibile messa in vendita della società ha scatenato una ridda di ipotesi che si avvicina all’opera buffa, anche perché non è chiaro in quale modalità possa avvenire la cessione e soprattutto i tempi per una affare di tal genere sembrano fin troppo ristretti.
Sulla stampa e su internet si è scatenato il finimondo fra cifre nomi e possibilità; gli acquirenti quotati come possibili dalla stampa sono:
– Rieti (patron Martinelli -do you remember?), la cui offerta si aggirerebbe sui 200mila euro e quindi non servirebbe alla bisogna;
– Budrio/Fortitudo (partron Romagnoli) che sembra aver perso la possibilità di portarsi a casa il titolo di Ferrara;
– La Fortitudo di Sacrati -do you remeber?- (impegnato a salvarsi dall’istanza di fallimento presentata presso il tribunale di Bologna) avrebbe offerto 600mila euro per rientrare nel basket che conta.

A parole tutti sembrano disposti a comprare, ma l’offerta più seria è quella di Romagnoli; i presunti 600mila euro di Sacrati hanno più il sapore di un bluff, conoscendo la storia del personaggio e la situazione finanziaria della Fortitudo. L’eventuale offerta di Scarati, ha anche una seconda controindicazione: non partecipando la Fortitudo a nessun campionato, Rimini cederebbe il titolo per sparire dalla geografia del basket.
L’offerta di Rieti, se confermata negli importi non porterebbe a nulla, perché dopo la cesisone del titolo sportivo difficilmente una società di basket ha ulteriori assets da mettere sul mercato, quindi vendere a quella cfra porterebbe ad un liquidazione con debiti con tutti i rischi del caso.

Il silenzio di società e proprietari è assordante, rispetto ai rumors che appaiono periodicamente sulla stampa e sul web.

Le sorti del Basket Rimini ricordano sempre di più il verso di Ungaretti
“si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy