Scontro salvezza a Rieti per la Paffoni Omegna

Scontro salvezza a Rieti per la Paffoni Omegna

Nella 26° giornata del campionato di Serie A2 si affronteranno Rieti e Omegna, per una sfida che ha tutto il sapore di una sfida salvezza. Vincere per una delle due, potrebbe significare salvarsi senza passare dai play out.

Commenta per primo!

Nella 26° giornata del campionato di A2, girone Ovest, si affronteranno NPC Rieti e la Paffoni Fulgor Omegna, e se non è una partita decisiva poco ci manca. Le due squadre infatti, si trovano appaiate al penultimo posto in classifica, con 18 punti. Vincere questa partita, per una delle due squadre, potrebbe significare salvarsi senza passare per i play out.
I padroni di casa arrivano a questo scontro decisivo con una sola vittoria nelle ultime cinque partite, in casa contro Casale Monferrato (67-65), mentre hanno perso le restanti contro Biella (77-73), Agrigento (84-72), Scafati (70-77) e l’ultima contro il fanalino di coda Barcellona (77-75). I lupi rossoverdi di coach Magro arrivano invece da una pesante sconfitta casalinga contro Roma (75-87), dove la superiorità dell’avversario è stata evidente ma favorita anche da un atteggiamento sbagliato da parte di alcuni giocatori di Omegna, tanto che anche la stessa società, senza fare nomi, ha dichiarato di aver dato alcune multe. Togliendo l’ultima disfatta, la Paffoni nell’ultimo mese era riuscita comunque a vincere 3 partite sue 4, in trasferta con Latina (78-90) e Siena (80-91) e in casa contro Barcellona (85-82).

Per quanto riguarda i numeri di squadra, sono tutti a favore della squadra ospite; Omegna infatti, ha segnato più punti, 1875 a 1790, ha una percentuale più alta sia al tiro da due, 53 % a 49, sia al tiro da tre, 34% a 30, sia ai tiri liberi, 78% a 72. Unica statistica a favore di Rieti riguarda i rimbalzi totali, 942 a 823.

Per quanto riguarda i singoli, la squadra di casa scenderà in campo con il quintetto formato da Parente play, 14 punti nell’ultima partita; Pepper guardia, 16 punti contro Barcellona e quinto nella classifica per media punti con 17.9 e quarto in quella dei punti totali con 448; Benedusi ala piccola; Buckles ala grande, 11 punti nell’ultima partita, quinto nella classifica per media rimbalzi difensivi con 6.1, quarto in quella dei rimbalzi totali con 225 e secondo in quella dei rimbalzi difensivi totali con 153; Mortellaro come centro, 16 punti nell’ultima partita e primo nella classifica per rimbalzi offensivi totali con 111, secondo in quella della media rimbalzi offensivi 4.4, terzo in quella dei rimbalzi totali con 228 e quinto in quella della media rimbalzi totali con 9.1.

Per quanto riguarda la squadra ospite, Omegna scenderà in campo con Zanelli play, 22 punti di cui 6 triple contro Roma, primo nella classifica per percentuale di tiri liberi con 60/65 e 92 %; Galloway come guardia, un po’ in ombra contro Roma anche a causa di un colpo alla palpebra subito da un avversario che ha condizionato la sua gara; Casella come ala piccola; Smith come ala grande, 18 punti e 8 rimbalzi contro Roma, secondo nella classifica valutazione Fiba totale con 475; Iannuzzi come centro, sovrastato dalla prestazione fantastica di Olasewere sabato scorso al PalaBattisti, ma subito pronto a rifarsi in questa decisiva partita, è terzo nella classifica per media palle perse con 3.2, quarto in quella della media falli subiti con 5.1 e in quella dei falli subiti totali con 127.

L’appuntamento è quindi per domenica alle 18.00 al PalaSoJourner, per assistere ad un proprio scontro diretto salvezza. Rieti parte avvantaggiata sia per il fattore campo sia per aver vinto lo scontro d’andata al PalaBattisti di un solo punto (79-80) e vorrà tornare alla vittoria davanti al suo pubblico, Omegna invece dovrà dimostrare carattere dopo la pesante sconfitta con Roma e proverà a portare a tre la striscia di vittorie in trasferta. Comunque vada sarà sicuramente una battaglia dove nessuno può più sbagliare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy