Serata celebrativaper l’Orange Moon Barcellona. Il trustee Maiori: “Il futuro richiede chiarezza”

Serata celebrativaper l’Orange Moon Barcellona. Il trustee Maiori: “Il futuro richiede chiarezza”

Commenta per primo!

Si ritroveranno tutti assieme i protagonisti di una delle stagioni più controverse e significative della storia recente del Basket Barcellona per tributare un grande grazie ai protagonisti sul campo e provare ad intravedere le prima luci da filtrare nell’orizzonte futuro. Alle ore 23 all’Epic di Milazzo, in via 20 Luglio, infatti si svolgerà la serata organizzata dal Bar Basket Trust con la presenza dell’intera delegazione dell’Orange Moon Barcellona per omaggiare insieme ai tifosi, in tal senso è stata buona la prevendita e gli organizzatori auspicano una folta presenza di supporter, una squadra che ha sempre dato il massimo e tutta se stessa, pur dovendo convivere con oggettive difficoltà societarie. Chi si è speso in prima persona ricoprendo un ruolo fattivo nella politica di sostegno della prima squadra della città del Longano è il trustee dott. Giuseppe Maiori che, portavoce dell’istituto che per suo statuto rappresenta tutti i tifosi ci racconta com’è nata quest’idea.

“Si tratterà di una serata importante ma senza un programma preconfezionato, la volontà è quella di stare tutti assieme e ringraziare questi giocatori valorosi. Godiamoci questo momento che si protrae in realtà sin dalla gara casalinga con Brescia quando al suono della sirena si è tenuto un buffet di dolci (preparati appositamente dai tifosi, ndc) insieme ai giocatori. E’ tutto inserito in uno spirito familiare, quello stesso spirito che animerà questa serata alla quale speriamo prendano parte più persone possibili”.
Il professionista che in estate ha seguito tutte le dinamiche relative alla ripartenza della società giallorossa ed in campionato ha sempre osservato con attenzione le giocate dei ragazzi di Giovanni Perdichizzi dice la sua anche in vista della riprogrammazione del prossimo anno che dovrà necessariamente discostarsi da quella avvenuta quest’estate.
“Ho letto le ultime dichiarazioni del vicepresidente Fedele Genovese che sollecita la convocazione di un’assemblea e le condivido, questo rappresenta il primo passo e la sede naturale nella quale una società provi a garantirsi un futuro. La cosa importante è che ci sia di base una condivisione di tutti i progetti. Sarà da un tavolo tecnico che si proverà a garantire un futuro al basket a Barcellona”.
Diversi gli aspetti della vicenda che la scorsa estate non hanno convinto il portavoce del movimento, parte attiva nel supporto della dirigenza igeana, e che in ottica futura andranno giocoforza eliminati.
“Tutti devono capire quale atteggiamento verrà mantenuto dagli attori parti in causa, è fondamentale evitare di far calare sulla vicenda quel velo d’incertezza che ci è stato lo scorso anno. Non è costruttivo far partire il progetto un giorno prima del campionato, un rischio non percorribile. Abbiamo capito che quell’esperienza non può essere replicata, serve chiarezza o non si può programmare di conseguenza. Il Bar Basket Trust c’è e sostiene fattivamente la squadra ogni anno, la spinta propulsiva però appartiene ai tifosi. Il Trust infatti è la loro “casa”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy