Serie A2 – Latina Basket scende in campo. Parla Gramenzi

Serie A2 – Latina Basket scende in campo. Parla Gramenzi

Atmosfera rilassata da primo giorno di scuola per il gruppo nerazzurro che ritrova lo staff della stagione precedente guidato da Coach Gramenzi. Tanti giovani in campo e tanta voglia di iniziare a lavorare.

18 agosto ore 18. Un numero che porta fortuna a Coach Franco Gramenzi e l’Assistant Coach Giuseppe Di Manno che, con la silenziosa e granitica presenza del preparatore fisico Dorde Kozul, hanno guidato l’allenamento di Mitchell Poletti, Roberto Rullo, Lorenzo Uglietti, Andrea Pastore, Alfonso Di Ianni, Giovanni Allodi, Bruno Mascolo, Edoardo Piccinini, Andrea Di Santo, Fabrizio De Ninno, Matteo Di Prospero, Lorenzo Stillitano e Giotto Mathlouthi. In attesa di Keron Deshields e Jonathan Arledge saranno i giovani della formazione Under 20 ad essere coinvolti nei primi allenamenti in casa Latina Basket.

In occasione della prima della squadra, una discreta affluenza di tifosi ha fatto da cornice alla seduta del giovanissimo roster. Le parole di Coach Franco Gramenzi intervistato dopo il saluto a porte chiuse del Cavalier Lucio Benacquista alla squadra.

 

Coach oggi è il giorno più importante della stagione. Nuovi e vecchi volti, si torna in campo per ricominciare a lavorare e scrivere un’altra storia. Cosa sta pensando in questi momenti? Cosa succederà da oggi in poi?

Il primo giorno di scuola è sempre positivo, i presupposti sono buoni e ci aspettiamo tanto da tutti. Sarà il lavoro a dire il resto. Al di là del numero di amichevoli che abbiamo programmato, dobbiamo mettere insieme il gruppo. Rispetto a quello che avevamo ipotizzato è cambiato tanto. Non pensavamo cambiasse in questo modo, invece le partenze sia di Tavernelli che di Ihedioha hanno fatto si che il gruppo variasse in maniera sostanziale. Per cui il lavoro sarà quello di metterli un po’ tutti assieme, di conoscerli meglio anche perchè conosci i giocatori nel momento in cui li alleni. Quindi cercheremo, insieme a tutto lo Staff, di approfondire la conoscenza di ciascun atleta per poi metterli assieme rispetto all’idea che abbiamo per far lavorare questo gruppo e far giocare questa squadra.

 

Una squadra giovane. In tutti gli ultimi progetti nerazzurri si è dato largo spazio ai giovani atleti. Qual è la prospettiva per la stagione 2016/2017?

La panchina è abbastanza giovane: Uglietti nel quintetto, anche se è ‘94, Andrea Pastore e Allodi ‘94, Mascolo ‘96, De Ianni ‘97 e poi abbiamo tutti questi altri ragazzi che vengono dall’Under 20. Sono tanti, sono giovani e l’obiettivo è che, a fine anno, tutti siano migliorati. E’ ovvio che potranno migliorare allenandosi ma anche giocando. Però per giocare a questo livello bisogna avere le capacità, quindi dipenderà molto da come si svilupperà il loro lavoro, da come si impegneranno e da quello che faranno in campo, nel momento in cui saranno chiamati; ne avranno l’opportunità, poi dipenderà da loro come la sfrutteranno.

 

Appuntamento con il primo scrimmage della stagione, sabato 27 agosto contro la formazione capitolina della Vis Nova, neo promossa nel campionato di Serie B.

 

(Foto a cura di Fabrizio Di Falco)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy