Silenzio Barcellona: A2, “wild card” per la B o fallimento?

Silenzio Barcellona: A2, “wild card” per la B o fallimento?

Silenzio, mutismo, ermetismo? Meglio dire “surrealismo”! La situazione che stanno vivendo il basket giallorosso e gli stessi tifosi di Barcellona ha proprio del “surreale”. Ci vorrebbe il miglior Freud per “analizzare” una situazione dai connotati apparentemente semplici. Se tanto ci da tanto ad oggi il Basket Barcellona ha conservato la Serie A2 grazie all’intervento dei tifosi e Canditfrucht (per dirla in breve) ed il grande sacrificio ed attaccamento alla causa da parte degli atleti e dello staff tecnico-societario. Il settore giovanile è ormai divenuto fiore all’occhiello con l’ultima chicca conquistata dall’U14 che si è laureata Campione Regionale contro i pari età di Catania migliorando ulteriormente i risultati dell’U13 e U15 che si sono fermate ai quarti di finale. L’altra soddisfazione dei giovani rampolli giallorossi è la qualificazione alle finali nazionali di Bormio (U14). Che dire? Tanta roba e formula chimica consolidata in città: B2O (Ossigeno e Basket al quadrato!). Urge pertanto chiarezza immediata per comprendere quali possano essere le soluzioni da adottare al fine di garantire alla piazza un futuro (non importa in quale categoria ma un futuro ed una solida programmazione) per il quale si possa ascoltare ancora il magico rumore del rimbalzo di una palla a spicchi e il fischiettìo delle scarpette dei cestisti sul parquet del Palalberti il prossimo anno sportivo.

Non sono così difficili da individuare le soluzioni poiché uno più uno in matematica fa sempre due (o giù di lì…).

Assemblea dei soci rinviata a data da destinarsi? Primo indizio. Silenzio e surrealismo di cui sopra? Secondo indizio. E due indizi ancora non fanno una prova ma potrebbero essere una coincidenza come diceva Agatha Christie. Il terzo indizio è rappresentato sicuramente dalla “volontà” o “non volontà” (che potrebbe tradursi anche in “possibilità” o “non possibilità”)  dell’azionista di maggioranza della società, Immacolato Bonina, a proseguire nell’avventura basket a Barcellona. Ed a tal proposito non si conoscono purtroppo le intenzioni dello stesso. Intercettato telefonicamente il Presidente della Lega Nazionale Pallacanestro, Pietro Basciano, lo stesso ci riferisce che a tutt’oggi non solo non ha avuto notizie relative a Barcellona, financo sia stato mai contattato dai quadri societari. Lo stesso Basciano ci confida: “Perdere una piazza come Barcellona in serie A2 diverrebbe una grave perdita per tre semplici motivi. Primo, osservare la casella delle iscritte senza Barcellona fa un certo effetto poiché si noterebbe eccome la mancanza dei giallorossi per il prestigio, la storia ed il calore di una tifoseria importante. Secondo, da Presidente di Lega e siciliano, il dispiacere sarebbe doppio. E in ultima istanza, in qualità di patron di Trapani, non giocare il derby contro Barcellona diverrebbe personalmente un enorme dispiacere!”.

Analizziamo le potenziali soluzioni che, tuttavia, si riducono al lumicino. Tuttavia esistono!

Volere comunque è potere!

La prima soluzione riconduce all’impegno di Bonina a proseguire nell’avventura in serie A2 sanando tutti i debiti pregressi e lodi annessi, programmando un altro eventuale nonché ipotetico ciclo. A tal proposito dati i nuovi parametri di controllo con una Com.Tec. severa come non mai per il prossimo anno tale soluzione appare una strada assai ardua date le difficoltà economiche e il “buco” che si è creato. In ogni caso, mai dire mai! Condicio sine qua non: l’iscrizione al campionato l’1 giugno per la quale si ha tempo per inoltrare l’istanza di affiliazione sino al 19 giugno e comunque entro il 30 giugno saranno esaminate le varie posizioni. Altra data importante è quella del 9 luglio (entro le h.12), ultima chiamata per depositare una valida fidejussione che conferma e convalida la stessa iscrizione.

Altra soluzione sarebbe quella di effettuare uno scambio di titoli. Ma quale società, in un momento assai difficile per la nazione, si accollerebbe il peso di una società con un bilancio (presumibilmente) passivo importante?

Soluzione terza: coniglio dal cilindro! A tal proposito abbiamo interpellato Antonio Rescifina, Presidente del Comitato Regionale Sicilia della FIP, che ci aiuta a comprendere meglio quali potenziali soluzioni potrebbero attuarsi per la causa giallorossa. “Premesso che non conosco la situazione di Barcellona e le intenzioni della proprietà e, in tal senso, si aspettano ancora le relative decisioni in merito, qualsiasi problematica, la quale può colpire anche altre realtà nazionali non solo Barcellona, è stata evidenziata nell’ultimo Consiglio Federale per la quale è stata effettuata una delibera che darà la possibilità a due società provenienti dalla Serie A2, in caso di difficoltà e impossibilità a poter sostenere il secondo campionato nazionale, di chiedere una sorta di “wild card” per l’accesso alla Serie B. Ovviamente tali società candidate non devono possedere alcun lodo in corso. Se il Basket Barcellona non possiede lodi in corso e risulta pulita e sana mi sento di affermare che è in prima fila per la candidatura dei due posti vacanti in Serie B, premesso che non voglia proseguire l’avventura in serie A2 ed, a mio avviso, sarebbe una scelta più logica ripartire dalla serie B, poiché non dissiperebbe quanto di buono ha fatto in questi anni sfruttando la possibilità di poter programmare con saggezza e lungimiranza il futuro e raggiungere i palcoscenici che le spettano con la dovuta pazienza e serenità. Se ciò non fosse possibile in virtù di una situazione debitoria importante o non sussiste la possibilità per altri motivi, ovviamente la precedenza spetterebbe ad altre società, se ci fossero, che provengono dalla Serie A2. Nel caso dovesse rimanere sempre un posto libero la “carta Barcellona” ce la possiamo giocare! Io mi sento “politicamente” di intestarmi una causa e di fare il possibile per una piazza così importante che non può perdere tutto ciò che di buono è stato fatto in questi anni sia a livello di coinvolgimento di pubblico che dal punto di vista tecnico-gestionale con il lavoro incredibile fatto da Perdichizzi quest’anno il quale è riuscito, tra mille difficoltà, a tenere un gruppo unito. Ritengo che ci sia anche la disponibilità da gran parte del gruppo di quest’anno a continuare l’esperienza a Barcellona magari con qualche garanzia in più. E’ importante che il basket rimanga a Barcellona. Già la stessa piazza subì uno “scippo”, o giù di lì, ai tempi di Capizzi quando la società fu trasferita a Messina e non è assolutamente il caso che si ripeta la stessa nefasta esperienza! Nel caso non fosse possibile tentare l’iscrizione con la società madre (Basket Barcellona, ndr) diciamo che esistono altre soluzioni. Con una società di nuova costituzione le possibilità direi che sono scarsissime. Tuttavia con un’altra società già esistente, che magari possiede un buon settore giovanile, magari lo stesso è arrivato alle finali nazionali, non possiede debiti ed è affiliata da “x” anni direi che le chances si possono giocare. Con una società costituita da poco, se pur costituita da brave e volenterose persone, è possibile provarci ma risulterebbe a mio avviso assai difficile. E tutto ciò va chiarito il prima possibile nel rispetto in primis della città e di conseguenza per l’istituzione federale per quale, personalmente, resto a disposizione con la mia carica e le competenze che mi spettano. E’ chiaro che, se il problema viene presentato il 7 luglio, il 15 luglio o il 10 agosto, i giochi sono fatti e qualsiasi tentativo risulterebbe vano! E’ opportuno che entro i prossimi 15 giorni Immacolato Bonina e gli altri soci facciano conoscere le proprie intenzioni, senza porre “aut aut” agli stessi ma solo per predisporre e pianificare le potenziali soluzioni. Barcellona lo merita ed io non mi tirerei di certo indietro nelle mie possibilità nel rispetto del regolamento federale!”.

Rimaniamo pertanto in attesa, anche se il tempo stringe, consapevoli che uno sponsor (Canditfrucht) ed un rinnovato gruppo dirigente sono pronti a ripartire con entusiasmo e lungimiranza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy