Stasera gara 2: una sfida da giocare con il piglio da Reyer

Stasera gara 2: una sfida da giocare con il piglio da Reyer

Commenta per primo!

Se la serie di finale si è aperta con la vittoria di Casale in gara-1, non va dimenticato che la contesa è appena iniziata tra l’Umana Reyer e la formazione piemontese. Neanche il tempo di tirare il fiato e domani sarà già l’ora di gara-2 sempre a Casale. Si ripartirà con la convinzione che gli orogranata abbiano tutte le carte in regola per presentarsi con un’altra faccia in campo. Senza dimenticare poi che venerdì, per gara-3, gli uomini di coach Mazzon potranno contare sulla spinta del pubblico amico del Palasport Taliercio.  A tal proposito si informa che oggi inizierà la prevendita per gara-3. Da questo pomeriggio i biglietti saranno in vendita dalle 15.30 alle 19.00 presso le biglietterie del Palasport Taliercio (da domani orario continuato dalle 10.00  alle 19.00). Da questo pomeriggio la prevendita sarà attiva anche presso il Reyer Store di via Palazzo e sempre nel pomeriggio odierno verranno anche riforniti tutti i tabaccai del circuito prevendita (su www.reyer.itla lista completa). Per i tifosi della Reyer  i prezzi saranno gli stessi di gara-5 contro Veroli: la società orogranata ha deciso di agevolare la città affinchè tutta la Venezia metropolitana si unisca per spingere la Reyer verso la vittoria per la partita decisiva. Per questo motivo si è deciso che il biglietto intero di tribuna per i tifosi della Reyer costerà solo 7 euro. Tutti coloro che sono in possesso di tessere Reyer Fidelity e Reyer All Matches pagheranno invece il biglietto a soli 4 euro (come pure i bambini dai 3-14 anni e gli over 65).

Dopo la sconfitta di gara-1, sull’inerzia della serie si esprime Federico Casarin. “Le partite di play off sono così, valgono 40 minuti, ed ogni gara ha una sua storia. Bisogna far tesoro degli errori, capire dove si è sbagliato, ripartire per gara-2 lucidi, sereni e convinti. Siamo arrivati a questa finale con delle certezze e non sarà una sconfitta a farcele venire meno. Dobbiamo fare quadrato, ma dobbiamo anche tornare in campo con la testa sgombra. Non ci siamo esaltati dopo le vittorie non dobbiamo abbatterci per questa sconfitta”.

Sebbene le dimensioni della sconfitta nella prima gara di finale siano state ampie, va ricordato che la serie è appena cominciata. “Questa finale è ancora lunga, d’altronde si è giocata solo una partita – continua Casarin – non siamo abbattuti ma arrabbiati perché abbiamo la consapevolezza di non aver giocato una partita ai nostri livelli. Tutti abbiamo questa consapevolezza, i giocatori in primis. Da questa considerazione nasce anche la convinzione che  possiamo solo far meglio di quanto abbiamo fatto ieri”.

Con quale spirito tornerà in campo la Reyer domani? “Al di là delle situazioni tecnico-tattiche che già da ieri sera lo staff tecnico sta analizzando, la forza di questo gruppo è sempre stata nelle grandi qualità morali – chiude Casarin – confidiamo perciò che tutti sapranno tirare fuori il meglio. Bisogna tornare in campo sereni e con fiducia. La Reyer c’è e darà dimostrazione di questo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy