Super Pacher, la Viola batte in rimonta una tonica Virtus Roma

Super Pacher, la Viola batte in rimonta una tonica Virtus Roma

Prestazione super per i giallo-rossi. Il fattore campo ed il coraggio regalano il sorriso ai calabresi.

Commenta per primo!

Successo clamoroso per la Viola Reggio Calabria che bagna l’esordio stagionale al PalaCalafiore con una vittoria straordinaria, in rimonta nell’ultimo quarto dal -13, contro la Virtus Roma. Neroarancio letteralmente trascinati da un superbo AJ Pacher, Mvp con 31 punti e 15 rimbalzi; l’americano segna anche i due liberi della vittoria a 3 secondi dal termine mettendo così la ciliegina sulla torta ad una fantastica prestazione.

La Virtus Roma esce dal campo a testa altissima sprecando tanto nel finale, dilapidando un più dieci ottenuto a tre minuti dal termine e subendo il fattore campo dei calabresi. Dopo un primo tempo equilibrato (41-41), Roma mette il turbo nel terzo quarto e sfrutta la scarsa intensità in difesa dei reggini che subiscono 29 punti in un solo quarto e perdono fiducia anche in attacco finendo sotto di 13 punti (57-70). Ma questa squadra non molla mai e, così come a Tortona, mattone dopo mattone, costruisce una clamorosa rimonta nell’ultima frazione completata con un parziale di 27-13 che consente ai reggini di conquistare i primi due punti della stagione.

La cronaca

La MeteXtra deve fare a meno del capitano  Fabi,Roma del play De Nicolao e del giovane Donadoni: 0-6 ospite firmato Lee Roberts-Baldasso e coach Calvani è subito costretto al timeout. Si riprende con un 4-0 Viola che si riporta sotto con il duo Chris Roberts-Pacher ma la Virtus risponde con Chessa da tre punti. I neroarancio non si scoraggiano ed è Lorenzo Caroti ad accorciare sul 6-9 al 5’. Roma si affida a Baldasso e Thomas mentre la Viola resta in scia con Pacher, Rossato e Benvenuti (14-17 al 8’); esordio stagionale per Celis Taflaj che risponde subito presente, recuperando un pallone e portando la Viola sul -1 (16-17 al 8’). La Viola completa la rimonta ed arriva anche il sorpasso con Passera e Baldassarre (20-17 al 9’), poi due liberi di Maresca ed una tripla sbagliata da Thomas fissano il 20-19 di fine primo quarto.

La seconda frazione si apre con un canestro di Landi al quale risponde subito Passera (22-21 all’11’); la Virtus ritrova il vantaggio con una tripla di Roberts poi è ancora un ottimo Taflaj a trovare il 24 pari al 12’. I giallorossi sono caldi dai 6.75 e trovano il nuovo +3 con Chessa (24-27 al 12’). E’ancora un ottimo Pacher a realizzare il 26-27 , Thomas fa 1 su 2 dalla lunetta, poi botta e risposta tra i due Roberts ed è 30 pari al 14’. La Virtus prova ad allungare sul 30-35 ma una tripla di Roberts spezza il digiuno di canestri ed è 33-35 al 17’; Roma tiene il mini vantaggio con due liberi di Chessa (33-37 al 18’) poi Roberts, da playmaker, vede Rossato sul perimetro che segna dai 6.75 e subisce anche il fallo: giocata da 3+1 ed è parità al 18’: 37-37. Chiude bene gli spazi la Viola, recuperando più di un pallone, fino alla schiacciata in contropiede di Pacher per il 39-37. La Virtus trova ancora il vantaggio dal perimetro con una tripla di Maresca (39-40), la Viola non riesce a rispondere e Benetti, dalla lunetta, porta i suoi sul 39-41; l’ultimo possesso del primo tempo è, però, della Viola che in 8 secondi costruisce un gran canestro con Caroti per il 41-41 con cui si va negli spogliatoi. 58% del campo per la Viola, 53% per la Virtus, buone percentuali per entrambe, gara piacevole.

Apertura di terza frazione che ricalca quella del primo quarto: parziale di 0-8 Virtus con 5 punti in fila di Lee Roberts ed una tripla di Chessa ed è 41-49 al 22’. E’ Chris Roberts, dalla lunetta, a spezzare il break ospite ma la Viola è distratta e perde due palloni in fila scatenando il contropiede di Thomas che porta la Virtus sul 43-53 (24’). I reggini si scuotono e piazzano un controbreak di 6-0 con Pacher e Roberts (49-53 al 25’): è timeout Virtus. Ancora Roberts per la Virtus ed è 49-55 poi arriva la “follia” di Thomas che protesta addirittura in faccia a Carmelo Paternicò che stava cercando di risparmiargli il fallo tecnico, poi inevitabile (50-55 al 25’). E’ uno straordinario Taflaj a sparare la tripla dai 6.75 in un momento di difficoltà dei reggini ed è 53-55; altra palla persa, però, per i reggini con Passera che manda Chessa in lunetta con un fallo antisportivo (53-57 al 26’). Gran canestro in penetrazione di Landi per il 53-59 ospite poi è ancora Maresca dalla lunetta per il nuovo +8 Virtus (53-61); i reggini non segnano più, neanche dalla lunetta, e la Virtus non perdona involandosi sul +11 con la tripla di Benetti (53-64 al 29’) ed è nuovo timeout per coach Calvani. Arriva il massimo vantaggio per gli ospiti che si portano sul +13 (53-66) fin quando AJ Pacher sblocca, finalmente, il tabellone per i neroarancio. Una splendida azione della Virtus viene concretizzata da Benetti poi è ancora Pacher da sotto a tenere la Viola sul -11 ma Maresca punisce ancora i reggini ed il terzo quarto si chiude sul 57-70.

Due liberi di Pacher aprono l’ultimo quarto, i neroarancio provano a replicare la rimonta contro Tortona andando a segno anche con Taflaj, bravo a seguire a rimorchio in transizione. Basile dalla lunetta riporta avanti i giallorossi (61-73) ma un Caroti mai domo segna e subisce fallo riportando la Viola sul -9 (64-73); difendono forte i reggini, pallone recuperato e Pacher porta i suoi sul -7 (66-73 al 33’); spreca più volte il -5 la MetExtra ed arriva la tripla di un fantastico Baldasso per il nuovo +10 Virtus (66-76 al 34’). Non molla mai, però, la Viola e con Pacher trova la tripla del 69-76; tanta tensione dall’una e dall’altra parte con due palle perse in fila. Coach Calvani ributta nella mischia Baldassarre per gli ultimi 5 minuti e Patrick fa subito valere la sua presenza sotto le plance: rimbalzo offensivo ed assist per Pacher che subìsce fallo e dalla lunetta porta la Viola sul -6 (70-76 al 35’). Fantastica lettura difensiva di Marco Passera che subisce il 5° fallo in attacco di Thomas ma, pur costruendo buoni tiri in attacco, i neroarancio non riescono ad accorciare; poi è un antisportivo fischiato a Roberts a consentire a Baldasso di riportare la Virtus sul +7 (70-77 al 36’). La tripla di Landi sembra davvero complicare le cose (70-80) ma questa Viola non molla mai e Caroti risponde in un amen dai 6.75 (73-80); poi è un superbo Pacher a lottare ancora sotto canestro e realizza il -5 (75-80 al 38’). La Virtus fa 1 su 2 dalla lunetta con Benetti (75-81), Pacher è invece preciso ai liberi ed è -4 Viola (77-81 al 38’). Ancora liberi per la Virtus ma Baldasso fa 0 su 2, Passera lotta come un indemoniato sottocanestro e conquista un rimbalzo fondamentale con successivo fallo subìto: 2/2 ed è 79-81 ad 1 minuto e 15 secondi dal termine. Azione successiva molto convulsa, gli arbitri consentono qualsiasi contatto sottocanestro e Benetti riesce a realizzare il 79-83 a 53 secondi dal termine. Timeout ed azione disegnata magistralmente da coach Calvani con tripla dall’angolo di Roberts per l’82-83 a 34 secondi dal termine; sbaglia Maresca in penetrazione e la Viola ha la palla del sorpasso a 13 secondi dal termine ed è nuovo timeout. Passera fermato in penetrazione ma la palla finisce a Pacher che subisce fallo a 3 secondi dal termine: 2 su 2 per Pacher, la Virtus sbaglia l’ultimo tiro ed esplode di gioia il PalaCalafiore per una vittoria clamorosa ed alla fine meritata per 84-83.

METEXTRA VIOLA REGGIO CALABRIA – VIRTUS ROMA 84-83

VIOLA: Pacher 31, Passera 6, Taflaj 7, Caroti 10, Fabi ne, Baldassarre 2, Rossato 6, Agbogan, Benvenuti 4, Marino ne, Roberts 18. Coach: Calvani

VIRTUS ROMA:. Benetti 6, Basile 3, Maresca 12, Chessa 13, Baldasso 10, Lucarelli, Landi 12, Vedovato, Roberts 16, Thomas 11. Coach: Corbani

ARBITRI: Carmelo Paternicò di Piazza Armerina (EN) – Fabio Ferretti di Nereto (TE) – Paolo Puccini di Genova (GE)

PARZIALI: 20-19; 41-41; 57-70;

Fotogallery a cura di Fabiana Amodeo

Rossato

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy