Tezenis Verona, qualcosa si muove

Tezenis Verona, qualcosa si muove

Commenta per primo!

La Tezenis Verona è ormai pronta, anche se l’estate sarà lunga e tutto verrà ponderato con cautela. La conferma del main sponsor ha fatto da apripista alle prime operazioni di strutturazione societaria, prima di concentrarsi con forza sul mercato dei giocatori.

STAFF. La perdita di Alessandro Giuliani è stata ammortizzata dall’ingaggio di Gianluca Petronio, nuovo ed esperto direttore sportivo. Nato a Bolzano, 53 anni, gli ultimi tre anni li ha spesi alla Reyer Venezia ed è già al lavoro per muoversi con sicurezza all’interno delle nuove regole che caratterizzeranno il secondo campionato nazionale. La conferma di Alessandro Ramagli (oltre al vice Alessandro De Pol) sarebbe inoltre un bel colpo, anche per dare finalmente una parvenza di continuità di progetto che finora non era mai stata avvertita. Progetto rallentato dalle nuove regole del campionato, ma l’intenzione delle parti è quella di proseguire insieme e la trattativa è ben avviata.

GANDINI. Per il mercato dei giocatori qualcosa si muove. Il primo nome è quello di Luca Gandini, il centro ex gialloblu che tanto bene ha fatto lo scorso anno al suo esordio in Legadue con la maglia di Trieste. Il giocatore gradisce l’idea di tornare a casa, la dirigenza lo stima per le qualità tecniche e umane, ma l’esperienza triestina gli è rimasta nel cuore. In vantaggio pare comunque la Tezenis che si assicurerebbe un rimbalzista di impatto per il probabile dopo-Lawal. Shane infatti inseguirà la sua ambizione e punta alla firma con una squadra che milita in un campionato di livello più alto.

USA. Dopo le conferme di Boscagin e Da Ros, Verona vorrebbe fare un tentativo per proseguire il rapporto anche con Charlie Westbrook. La guardia, limitato lo scorso anno durante la preparazione da un infortunio, ha avuto una crescita graduale durante l’anno. Non sarebbe male continuare quel percorso, reso meno tortuoso dalla stima reciproca con Ramagli, magari affiancando all’ex South Dakota University un americano più esperto. Di certo quest’anno non sbagliare il duo USA sarà decisivo, e l’ambizione della piazza e dello sponsor è la promozione in serie A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy