Tra cerotti e mercato, la Viola affronta Trapani

Tra cerotti e mercato, la Viola affronta Trapani

Commenta per primo!

Una compagine ha otto punti e vola a quattro punti dalla vetta confermando una marcia super positiva in casa ma fuori meno.

L’altra è l’attuale delusione totale della A2: cammino disastroso fatto di soli quattro punti e tanti problemi.

Domenica alle ore 18 va in scena una gara “sentitissima”: un bel derby Sicilia-Calabria come ai tempi della vecchia Serie A1 quando Mannella e Sandro Santoro duellavano in regia.

Trapani e Reggio Calabria si ritrovano sotto il segno di Gianfranco Benvenuti, compianto Coach che ha scritto pagine fondamentali della crescita di entrambe le culture sportive divenute stelle del Sud.

Tradizione, voglia di emergere e convincere: Trapani arriva da un momento più che positivo ma solo in casa: i granata sono imbattuti tra le mura amiche dopo aver battuto in sequenza Omegna,Latina,Siena e Casalp sfiorando il colpo in trasferta due settimane fa a Ferentino e subendo sconfitte esterne a Scafati e Tortona.

Squadra che ama correre e colpire sul modello di Meo Sacchetti:i combattenti siciliani hanno tantissimi finalizzatori: Renzi, senza le varie sentenze Bosman sarebbe diventato una bandiera della massima serie del basket italiano.

L’ala grande granata è l’uomo da tener maggiormente d’occhio per la difesa reggina: gli stranieri Mays e Griffin(semplicemente il fratello di Blake) si confermano due ottime scelte ma la completezza del roster passa dai contributi di professionisti come Ganeto(vicino alla Viola in estate),il forte Tommasini,l’imprevedibile Demian Filloy ed il folletto Chessa.

Coach Ugo Ducarello ha l’imbarazzo della scelta e non rimarremmo stupiti nel vedere il quintetto siciliano volare chissà dove nel cammino della A2 complice la presenza del “talismano” di Campo Calabro, Kenneth Viglianisi, specialista difensivo classe 1992 partito tanti anni fa dalla Scuola di Basket Viola e vittorioso ogni anno negli ultimi quattro anni, da Reggio Emilia alla doppia promozione di Torino passando per Tortona.

E la Viola? Un malato da curare bene.

A Siena si sono intravisti segnali di miglioramenti evidenti.

La società è in silenzio stampa ma lascia trapelare gli acciacchi di Brackins e Spinelli uniti all’indisponibilità di Austin Freeman, assenza che pesa come un macigno all’interno di un roster costruito per volare tra le prime della classe.

Arriverà una svolta in mezzo ai cerotti ed ai problemi?

La zucca ritornerà ad essere una confortevole Carrozza?

Il “silenzio” che dura dalla sconfitta shock di Latina con tanto di dichiarazioni da 3 miliardi di visualizzazioni del Presidente Branca contribuirà a compattare un gruppo che per diventare tale ha bisogno di vincere e rallegrarsi?

Da casa nero-arancio è arrivata l’ufficialità di Tony Dobbins atleta che dovrebbe giungere a Reggio Calabria al sabato e non sarà della gara.

Scenderanno in campo gli stessi effettivi della sfida di domenica scorsa persa a Siena.

L’arrivo di Tony Dobbins comporterà un’eventuale taglio o turn-over settimanale: la società riflette.

Verra tagliato un giocatore tra Ghersetti,Freeman e Brackins? O si ruoterà per il momento a tre? Lo scopriremo presto ma, le problematiche, al momento sono ben altre.

Gara dell’ex per Giovanni Benedetto, allenato che ha lasciato il cuore ed un grande campionato vinto con i colori del sodalizio siciliano.

Arbitrano i signori Maurizio Biggi di Cassina De Pecchi(Mi),Francesco Terranova di Ferrara e Gianluca Capotorto di Palestrina(Rm)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy