Trapani: a Ferentino per il salto di qualità

Trapani: a Ferentino per il salto di qualità

Commenta per primo!

Una Lighthouse Trapani rinvigorita dal successo casalingo contro la blasonata Siena, si appresta a volare alla volta di Ferentino, alla ricerca dei primi punti fuori dal PalaConad. La squadra di coach Ducarello contro i toscani ha finalmente sciorinato una prova convincente, nonostante l’orario insolito (14.15), capitan Filloy (il migliore) e compagni non hanno mai abbassato la guardia, mostrando un volto ancora sconosciuto ai propri tifosi. Di note positive c’è ne sono state tante, oltre al già citato Filloy, Renzi sta giocando una pallacanestro celestiale, Mays comincia a far vedere di che pasta è fatto e fondamentale è stato anche l’apporto di Griffin, ci sono volute cinque giornate di campionato, ma almeno abbiamo visto un giocatore utile alla causa. Adesso però arriva una trasferta da far tremare i polsi, in casa della FMC Ferentino, squadra pari classifica, ma costruita per andare in A1. I laziali allenati da Federico Fucà, in questo inizio di stagione, come Trapani, sono stati perfetti in casa, mentre fuori hanno vinto solo il derby di Rieti. I ciociari sono reduci dalla sorprendente sconfitta in quel di Biella, cosa che ha fatto storcere tanti nasi in casa laziale. Il roster di Ferentino è da leccarsi i baffi, in posizione di play gioca il siciliano Matteo Imbrò, in estate accostato proprio al Trapani, ma l’ex  Virtus Bologna alla fine ha scelto le sirene laziali. L’esperto americano Tim Bowers gioca in posizione di guardia, ma l’ex Caserta, Venezia e Torino ancora non ha impressionato. L’ala piccola titolare è Tommaso Raspino, anche lui ancora alla ricerca della forma migliore, mentre l’ala grande è il massiccio americano Benyamin Raymond, l’ex Biella è il top scorer (15,8 punti partita) della squadra. Centro gioca l’eterno Angelo Gigli, l’ex nazionale si è subito ambientato alla nuova realtà. Anche la panchina di Ferentino è rimarchevole, a cominciare da Massimo Bulleri, che nonostante i 38 anni da poco compiuti, ancora spiega pallacanestro. Buono anche il contributo dell’esterno Tommaso Carnovali, come quello di Andrea Benevelli, un lusso vederlo uscire dalla panchina. Completano il roster i giovani Mazzantini, Galuppi e Benvenuti.

ARBITRI:  Boninsegna Matteo di Milano, Pepponi Giulio di Spello (Pg) e Patti Simone di Montesilvano (Pe).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy