Trapani a Reggio Calabria: un match che darà risposte importanti

Trapani a Reggio Calabria: un match che darà risposte importanti

Finalmente, dopo quattro sconfitte consecutive la Lighthouse Trapani ritrova una vittoria scaccia crisi. Ma c’è poco tempo per festeggiare…

Commenta per primo!

Di Fabrizio Cultrera

Finalmente, dopo quattro sconfitte consecutive la Lighthouse Conad Trapani ritrova una vittoria scaccia crisi. Sul campo di Codogno, contro Casalpusterlengo, i ragazzi di coach Ducarello hanno interpretato al meglio la gara, riuscendo a mantenere sempre un vantaggio rassicurante. Anche in terra lombarda c’è stato un Okoye in grande spolvero, il sostituto di Griffin, ha continuato sulla lunga scia del debutto casalingo contro Ferentino, mostrando una fisicità strabordante, abbinata ad una sorprendente precisione da dietro l’arco dei tre punti. Trapani ha sopperito anche all’assenza di Tommassini, che giovedì è stato operato per la lesione al tendine peroneo del piede sinistro, fra venti giorni si sapranno con più certezza i tempi di recupero. Coach Ducarello alla fine era molto contento, sottolineando come anche la difesa (solo 61 punti concessi) finalmente si è mostrata all’altezza.

Ma c’è poco tempo per festeggiare…infatti dopo neanche tre giorni si ritornerà in campo, con la seconda trasferta consecutiva sul nobile campo della Bermè Reggio Calabria. I calabresi stanno disputando un campionato a dir poco deludente, ormai cambiano gli allenatori stile Zamparini, ma la classifica continua ad essere pericolosissima. La Bermè è reduce dall’ennesima sconfitta stagionale, sul campo della Virtus Roma, dove hanno pesato le assenze di Spinelli e del febbricitante Mordente, mica pizza e fichi…Il coach di Reggio Calabria è Fabrizio Frates, che dopo diversi anni di A1 ha accettato di tornare in A2 per provare a salvare la stagione, sostituendo Giovanni Benedetto, coach amatissimo anche a Trapani. Il quintetto dei calabresi vede in cabina di regia, il neoacquisto (solo 5 partite) Adegboye Ogooluwa, giocatore britannico, ma di origine nigeriane. In posizione di guardia c’è l’eterna promessa Roberto Rullo, che sta giocando come sempre in modo alterno, in posizione di ala piccola gioca Anthony Dobbins, che invece il suo contributo lo dà ogni singola sera. In ala grande posiziona l’americano Craig Brackins, reduce dalla superba prova di Roma, ma anche lui molto discontinuo, mentre il centro titolare è Andrea Crosariol, promessa mancata ad altissimi livelli, comunque un fattore in A2. Dalla panchina di coach Frates, infortuni permettendo, escono l’eterno Valerio Spinelli, inutile presentare un giocatore di tale importanza, come la guardia pluricampione d’Italia e nazionale Marco Mordente, che però è nella fase calante della sua lunghissima carriera (neanche 6 punti a partita). Altro cambio è Ion Lupusor, che causa infortuni mercoledì a Roma ha giocato la bellezza di 36 minuti. Giocano solo all’occorrenza gli esterni Valerio Costa e Hernan Sindoni. Domenica alle ore 18 al Pala Pentimele sia Reggio Calabria che Trapani si giocheranno buona parte delle loro ambizioni, classica partita dove sarà vietato perdere…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy