Trapani – Jesi: al PalaTriccoli per onor di firma

Trapani – Jesi: al PalaTriccoli per onor di firma

Commenta per primo!

Altra brutta settimana, l’ennesima, per la Lighthouse Trapani. Quando mancano solo 3 giornate alla fine del campionato di A2 Gold, i trapanesi stanno archiviando una stagione a dir poco deludente. I ragazzi allenati da coach Lardo sono reduci dalla sconfitta casalinga contro una Biella senza un americano, ormai il PalAuriga è diventato terra di conquista Un giorno si troverà la “Scatola Nera” di questo disastro sportivo, Ormai le dichiarazioni di staff tecnico e giocatori a fine partita sono peggio delle loro prestazioni…ripetono la stessa cantilena, che sinceramente nessuno ha più voglia di ascoltare. Il “fantastico” pubblico trapanese continua a seguire con i soliti 2500 pretoriani e alla fine neanche più fischiano i “patetici” giocatori di casa, si sono tristemente abituati alla “normale” sconfitta.

Sabato i “nostri eroi” saranno di scena a Jesi, squadra ultimissima in classifica e reduce da 7 sconfitte consecutive, Napoli compresa. I marchigiani sono allenati da Maurizio Lasi, che pur con tutta la buona volontà non è riuscito a dare una stabilità alla sua squadra. C’è da dire che la Fileni Jesi, prima ha deciso di separarsi dalla propria principale bocca di fuoco, l’americano Ian Miller, accasatosi a Torino, poi Michele Maggioli, capitano storico e centro di grandissimo valore, che non mette piede in campo dal 22 febbraio, causa un ginocchio fuori uso. Jesi, come Trapani…deve “ringraziare” le sparizioni di Forlì e Veroli, altrimenti sarebbe stato difficile mantenere la categoria. Il roster vede in cabina di regia il sostituto di Miller, “tale” Kendall Williams, americano che non sta spostando una virgola nel gioco di Jesi. In posizione di play/guardia c’è Marco Santiangeli, che sta tenendo il campo dignitosamente, come l’ala Stefano Borsato, molto positivo nell’ultima prestazione di Napoli. L’altro americano è l’ala/pivot Ivan Elliot, giocatore che da un sostanzioso aiuto sia in punti che rimbalzi, mentre il centro titolare è l’immortale Mason Rocca, l’italo/americano alla soglia dei 38 anni, che continua a lottare come un leone. Dalla panchina entrano il play Alessandro Procacci, la guardia Andrea Picarelli e il centro Lorenzo Benvenuti. Solo al bisogno vede il campo anche il lungo Valerio Marsili. Sabato alle 20.30 al Palatriccoli di Jesi si giocherà la classica partita di fine stagione, dove chi sarà bravo a “raschiare il fondo” delle motivazioni avrà in premio una vittoria, visto il momento…buttala via!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy