Trapani – Scafati, match d’alta quota al PalaMangano

Trapani – Scafati, match d’alta quota al PalaMangano

Commenta per primo!

Il PalaConad ancora una volta decisivo! La Lighthouse Trapani si riscatta della debacle di Tortona e supera davanti al proprio caloroso pubblico Latina. Partita che gli uomini di coach Ducarello, hanno approcciato come meglio non potevano, ma che in maniera allarmante nel secondo quarto hanno rimesso in gioco. Nel finale ci sono voluti il miglior Mays ed il solito Renzi per rimandare battuti i pontini di coach Gramenzi. Tutto bene quello che finisce bene, ma ci sono ancora tanti vuoti di sceneggiatura nella squadra cara al presidente Basciano. A cominciare dall’abulico Griffin, che nelle prime tre giornate di campionato, dopo un precampionato ampiamente positivo, è stato quasi una palla al piede, la sua nota energia è sparita dai radar, contro Latina, forse perché penalizzato da tre prematuri falli, ha mostrato il peggio. Trapani non può permettersi che il fratello di Blake sia questo, altrimenti bisognerà, fin da ora, guardarsi attorno. Male anzi malissimo anche Chessa, che sembra stia pagando a caro prezzo il pochissimo utilizzo della passata stagione in quel di Sassari, ma il buon Massimo dovrebbe carburare cammin facendo.

Adesso arriva la temibile trasferta di Scafati, allenata dallo “sceriffo” Giovanni Perdichizzi e reduce dalla prima sconfitta sul campo di Reggio Calabria, sfida condizionata però da un misterioso virus intestinale che ha colpito alcuni giocatori campani.  La Givova Scafati ha un roster di tutto rispetto, a cominciare dal funambolico play americano Joshua Mayo, che sta viaggiando con 21,7 punti a partita conditi da 5,3 assist, un marziano al momento. La guardia titolare è per minutaggio l’ex Brescia Federico Loschi, che sta entrando perfettamente nei meccanismi di coach Perdichizzi. In posizione d’ala si alternano Nicholas Crow e l’ex di turno Patrick Baldassarre, anche se quest’ultimo può benissimo giocare da lungo. L’ala pivot è Max Rezzano, un profeta del lavoro sporco, mentre il centro titolare è l’altro americano Jeremy Simmons, anche lui dominante in questo primo scorcio di campionato. Dalla panchina danno il loro onesto contributo Marco Portannese e Gabriele Spizzichini, sempre pronti quando lo “sceriffo” li chiama in causa. Vedono il campo solo in caso di emergenza anche il mini play Marco Melillo e il lungo Ferdinando Matrone. Domenica al PalaMangano i punti cominceranno a pesare, Scafati e Trapani fateci divertire!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy