Trento a Ferentino, una sfida tra out-siders di peso

Trento a Ferentino, una sfida tra out-siders di peso

Commenta per primo!

Domenica ore 18 al Ponte Grande andrà di scena la sfida tra i padroni di casa della FMC Ferentino e l’Aquila Trento. Amarcord della finale dilettanti del 2012, la compagine ciociara è ancora alla ricerca dei primi punti in questa stagione, trasferta beffarda la seconda di DNA Adecco Gold per il team amaranto, che esce sconfitta dal Pala Alberti di Barcellona per 89 a 84, non è bastato un super Bucci, 22 punti personali, per imporsi ad una Sigma sempre stellare, dove la coppia Young-Collins sempre in doppia cifra fa la differenza.Comunque comunque bravi i ragazzi di coach Gramenzi, usciti a testa alta dimostrando di potersela giocare con tutti: primo impegno casalingo contro Torino docet.

Ad opporsi alla gran voglia di punti degli amaranto ci sarà l’Aquila Trento, che nell’ultima sfida è anch’essa uscita sconfitta di cinque lunghezze dalla difficile match con la Leonessa Brescia; i ragazzi di coach Buscaglia a meno di un minuto dal termine e sotto di due lunghezze, hanno avuto prima nelle mani di BJ Elder la palla del pari negata dal ferro, e subito dopo nelle mani di Baldi Rossi una seconda opportunità di impattare il match ma ancora il ferro fa infrangere i sogni di rimonta dei bianconeri. Due squadre comunque in salute, anche se in casa Aquila c’è da registrare l’infortunio al ginocchio di Davide Poltronieri, occorso nei suoi primi minuti del match contro la Centrale del Latte; si tratta di un infortunio che se confermato dagli accertamenti, possibile rottura del crociato, sarebbe piuttosto importante. Peccato, perché il giocatore sardo era cresciuto molto in questi due mesi di preparazione e già nella gara contro Trieste aveva dato un contributo significativo al successo trentino. Dunque il match si presenta ricco di contenuti, dove ad opporsi al duo bianconero made in usa Bj Elder- Triche, ci saranno la forza fisica dell’ala e l’estro del neo acquisto newyorkese ed ex Casale Rodney Green (15 i suoi punti in terra siciliana), e il combattente capitan Ciccio Guarino; in orbita a capitan Forray troviamo il neo arrivato Marco Giuri, mentre ci si aspettano punti pesanti da Bucci (18 punti con Torino e 22 con Barcellona) e da Simone Pierich, che completandosi con Rosignoli (ottimo rimbalzista) e Paesano (giovane stellino ottimo nel tagliafuori), soffre dell’ attesa del rientro di Mosley,compensato dall’arrivo a gettone di Chris Mortellaro.

Trento dalla sua a un Davide Pascolo sempre sopra le righe dove nell’ultimo match ha trovato 17 punti per un totale in questa stagione di 31 punti e una media di 8 rimbalzi e del positivo Baldi Rossi che sta trovando una buona continuità di rendimento. Menzione particolare va a Luca Lechthaler, da lui ci aspetta sicuramente più sostanza, giocatore dalle doti fisiche imponenti, grande dedizione e agonismo vanno a contrapporsi hai numeri, solo 12 i punti in qui fatti in due gare, con una media di due assist e l’8% di rimbalzi, un po’ poco per una promessa come lui. Sono innumerevoli dunque i punti di interesse legati a questo match, dove il risultato è tutt’altro che scontato; da una parte Ferentino che deve cercare assolutamente di sbloccare la sua classifica ferma ancora a zero punti, dall’altra una Trento viva, ma con l’incognita della sostituzione di Poltronieri.

Coach Buscaglia in settimana ha analizzato gli errori fatti contro Brescia e sottolineato in un’intervista  la positiva reazione della squadra dell’ultima frazione, auspicandosi che la propria squadra giochi con quel piglio anche in terra laziale. Fischio d’inizio domenica ad ore 18, per un match di sicuro spettacolo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy