Trento in scioltezza su Montichiari, nessun problema per l’Aquila

Trento in scioltezza su Montichiari, nessun problema per l’Aquila

Commenta per primo!

Secondo appuntamento del trittico di amichevoli che vede coinvolta l’Aquila in questa settimana. La compagine trentina ospita al PalaTrento la Contadi Castaldi Montichiari, una delle squadre favorite per la vittoria del campionato DNB, in cui militano due giocatori di caratura elevata come Andrea Scanzi e l’amatissimo ex di Trento Luca Conte. Sarà un incontro utile per fare il punto della situazione sul livello della preparazione fisica e atletica dei giocatori bianconeri e per permettere a Coach Buscaglia di oliare tutti i meccanismi che dovranno essere già ben funzionanti tra poco più di un mese per l’inizio della nuova stagione.

IL PREPARTITA
Coach Buscaglia sembra intenzionato a dare spazio a tutti quei giocatori che con Verona sono stati meno in campo, ci sarà quindi un’ ampia rotazione che coinvolgerà tutti i giocatori a disposizione. Particolare attenzione ci sarà ancora per i neo arrivati, in particolare per il talentuoso Brandon Triche, alla guardia americana servono minuti per calarsi nella nuova realtà e per assimilare le regole del basket europeo, per lui delle assolute novità.
Per quanto riguarda Montichiari, allenata da coach Simone Morandi, scenderà in campo senza la sua stella Luca Conte, che sarà tenuto a riposo per problemi fisici al tallone.
Come contro Verona, il risultato verrà azzerato ad ogni quarto.

QUINTETTI

Aquila Basket Trento: 5 Triche, 7 Pascolo, 10 Forray, 20 Elder, 21 Lechthaler. All.: Buscaglia
Contadi Castaldi Montichiari: 4 Filattiera, 6 Giovanelli, 9 Perego, 12 Pagliari, 16 Scanzi. All.: Morandi
Arbitri: Yang Yao di Verona, Bramante di San Martino Buon Albergo (VR), Menegalli di Grezzano (VR)

CRONACA

Primo quarto:
Parte forte Trento che grazie ad una buona regia di Forray trova buone soluzioni con i suoi esterni Elder e Triche. Montichiari pasticcia, perde alcuni palloni, sbaglia tiri aperti e perde la lotta a rimbalzo e così dopo 3 minuti Trento è avanti 9 a 2. Quando il tiro da fuori smette di funzionare ci pensa Pascolo a convertire in punti palle che sembravano ormai perse; Trento in attacco fa quello che vuole e in difesa, con una marcatura ad uomo estenuante, non permette a Montichiari di costruire buone azioni offensive.
Dopo il time out chiamato da Buscaglia, trascorsi nove minuti, il tabellone segna 19 a 2 per Trento; entrano Rossi Baldi, Poltroneri e Spanghero ma la musica non cambia, Triche penetra a piacimento nelle maglie difensive di Montichiari, mentre dall’altra parte sono i due giocatori maggiormente esperti, ossia Scanzi e Filattiera, a tentare di dare fuoco alle polveri di Montichiari fino a quel momento piuttosto bagnate.
Il quarto iniziale finisce così 23 a 7 per la squadra di casa.

Secondo quarto:
Il tabellone viene azzerato e il gioco riparte. Trento scende in campo con un quintetto giovanissimo e Scanzi con la sua esperienza lo punisce, recuperando palloni, segnando e fornendo buoni palloni ai compagni. A Trento basta il rientro di Elder per far riaccendere la scintilla e la scossa data dall’americano risveglia la squadra che, dopo essere stata sotto per 6 minuti, rimette la testa avanti con Fiorito. Rossi Baldi dimostra in campo un’esperienza inaspettata per un giovane come lui e coadiuvato dal play triestino Spanghero griffano l’allungo che porta al 20 a 11 di fine secondo quarto.

Terzo quarto:
Lechthaler fa subito intendere perché è stato amato da tutti i tifosi delle squadre in cui ha militato, segna 5 punti di pura grinta e dirige la squadra come un navigato allenatore in campo. Elder dai 4 metri è un cecchino infallibile e così a metà quarto il punteggio è 11 a 4 per Trento. Rientrano in campo i friulani Pascolo e Spanghero, l’enorme talento del lungo di Udine lo si vede su tutte e due le metà del campo, specialmente in difesa i suoi lunghi tentacoli sono insuperabili per gli avversari; mentre la guasconeria del giovane play gli permette di strappare gli applausi dei 300 tifosi accorsi al palazzetto.
Per Montichiari è notte fonda e il terzo quarto finisce col risultato di 24 a 4 per gli aquilotti.

Quarto quarto:
Ad inizio quarto, in trenta secondi, Montichiari produce con Perego gli stessi 4 punti fatti in tutto il terzo quarto, Trento resta comunque in scia grazie a due rimbalzi offensivi con relativo canestro di Pascolo. Si vede anche finalmente Poltroneri, che con ottima precisione balistica segna i 5 punti che portano l’Aquila sul 9 a 5 di metà quarto.
Dopo un time out Trento continua a dominare l’avversario. Ottimi spunti provengono anche dal giovane Fiorito che prima libera Pascolo per un tap-in comodo comodo e poi si mette in proprio sparando da tre. A fine partita l’attacco trentino scende di intensità e Montichiari difende efficacemente come non aveva mai fatto in precedenza. A fine quarto il tabellone recita quindi 22 a 6.

L’esito della partita non è mai stato in discussione , troppa la differenza tra le due squadre come emerge dal punteggio di fine partita 89 a 28 (con i parziali di 23-7, 20-11, 24-4, 22-6). Ottime indicazioni per coach Buscaglia che a fine partita si presenta raggiante nell’area dei giornalisti :” Ho visto una squadra senza dimenticanze, con una buona difesa e fluidità offensiva. I giocatori hanno risposto bene a ciò che gli era stato richiesto e ciò che dovevano fare l’hanno fatto.”

TABELLINO

Aquila Basket Trento: Triche 10, Bailoni n.e., Pascolo 17, Baldi Rossi 7, Forray 2, Fiorito 5, Molinaro, Poltroneri 9, Valer, Elder 16, Lechthaler 8, Spanghero 17.
Contadi Castaldi Montichiari: Filattiera 2, Giovanelli 1, Accini, Perego 4, Pagliari 2, Zanella 4, Tedoldi 4, Scanzi 11, Maresca , Jovanovich, Cucchi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy