Trofeo Brusinelli, Semifinali – Verona successo pesante contro l’Astana, sugli scudi Smith e Callahan

Trofeo Brusinelli, Semifinali – Verona successo pesante contro l’Astana, sugli scudi Smith e Callahan

Commenta per primo!

Sfilata di stelle al PalaTrento. Questa apertura non è di certo la solita frase di circostanza, basta leggere i roster delle squadre che si presentano ai nastri del 1° Memorial Gianni Brusinelli (figura storica della pallacanestro trentina e fondatore dell’Aquila Trento, venuto a mancare in estate) per capire come questa sera il parquet di via Fersina sia stato calcato da giocatori di primissimo livello internazionale. Leggendo le formazioni l’occhio finisce per cadere su nomi del calibro di Denis Marconato (finito ad Astana per concludere la sua illustre carriera e ampliare il suo già ricco palmarès), di Marco Carraretto (reduce dall’ennesimo scudetto senese, cerca un’altra impresa, cioè portare Verona in serie A), del talentuosissimo Jerry Smith (ex Cantù ora a Verona) e poi dei vari Calathes (ex Panathinaikos), Alessandro Gentile, Craig Callahan, Maarten Leunen e perché no, anche su quelli degli idoli trentini Dada Pascolo e Brandon Triche.

Il numeroso pubblico accorso ha quindi potuto assistere a due sfide dal tasso tecnico elevato, in cui si sono viste quattro compagini già pronte per iniziare i rispettivi campionati, con magari gambe ancora legnose ma a cui talento e classe non mancano.

ASTANA BASKETBALL VS TEZENIS VERONA

QUINTETTI

Astana Basketball: 9 David, 13 Yargalliyev, 20 Cvetkovic, 31 Kolesnikov, 33 Calathes. All.: Boniciolli

Tezenis Verona: 6 Smith, 7 Taylor, 9 Carraretto, 13 Callahan, 20 Da Ros. All.: Ramagli

Arbitri: Begnis di Crema, Baldini di Firenze, Mazzoni di Grosseto.

CRONACA

Primo quarto: Callahan e Carraretto partono subito forte e fanno capire perché attorno al loro arrivo alla corte di coach Ramagli ci fosse grande clamore, segnano da ogni posizione e portano a metà quarto il parziale sul 13 a 9 in favore di Verona. Astana tenta di restare in scia agli scaligeri ma lo strapotere fisico del centro statunitense David non basta. La Tezenis allunga grazie anche alla freschezza atletica dei suoi americani Smith e Taylor, e così alla sirena di fine quarto il tabellone recita Verona 27 Astana 17.

Secondo quarto:  coach Boniciolli tenta di dare una svegliata ai suoi ma il pallino del gioco resta in mano agli scaligeri che allungano ulteriormente grazie a Da Ros che colpisce anche da tre. Smith fa girare alla grande la sua squadra continuando a sfornare assist e così dopo metà quarto, in vantaggio di 14 punti, Ramagli concede minuti anche alle sue seconde linee Gandini e Grande che ripagano la sua fiducia. Dall’altra parte si sveglia finalmente il grande ex Lawal che in area fa il bello e il cattivo tempo segnando 8 punti consecutivamente. Astana si avvicina ma dopo 20 minuti ha sempre uno svantaggio in doppia cifra.

Terzo quarto: si torna in campo e l’Astana sembra aver trovato il bandolo della matassa: sotto le plance il centro David domina caricando di falli i giocatori di Verona e scaricando buoni palloni che mettono in ritmo i compagni per buoni tiri. La partita si alza di livello, Astana dimostra di non esser venuta a Trento in gita scolastica e solo grazie ai due veterani Carraretto e Callahan la Tezenis mantiene un piccolo vantaggio. Rush, play dei kazaki, gestisce male alcuni palloni, così non fa il connazionale Taylor e Verona riallunga raggiungendo di nuovo un vantaggio in doppia cifra.

Quarto quarto: la fiammata dell’Astana è stata un fuoco di paglia, Verona domina sia in attacco che in difesa, sfrutta tutti i miss-match a suo favore e colpisce con ottime percentuali dai 6,75. Grande, a dispetto dei suoi 19 anni, dimostra una maturità notevole mettendo in ritmo i compagni e difendendo duro in difesa, la Tezenis vola a metà quarto a più 20, prenotandosi già un posto per la finale di domani. La partita non ha più nulla da dire e si trascina verso la conclusione sul 97 a 71.

TABELLINO

Astana Basketball: Sultanov, Lawal 12, David 12, Murzagaliyev 4, Yargaliyev 8, Rush 13, Cvetkovic 10, Ilin, Marchuk, Marconato 2, Kolesnikov 3, Calathes 7.

Tezenis Verona: Grande 10, Smith 15, Taylor 14, Reati 9, Carraretto 10, Gueye 2, Boscagin 8, Callahan 14, Salafia, Gandini 7, Da Ros 8.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy