Ultimo derby Piemontese della stagione per la conquista del terzo posto

Ultimo derby Piemontese della stagione per la conquista del terzo posto

Commenta per primo!

Ultima partita della regoular season per la NoviPiù Casale che giocherà il derby casalingo contro la Manital Torino in un incontro dove entrambe le squadre sono a pari punti (30) ed in lotta per la conquista del terzo posto in classifica, piazza che permetterebbe un più facile cammino sul tabellone playoff. Da Torino sono già pronti almeno due pullman di tifosi a sostenere la squadra, tifosi che in settimana hanno ricevuto la lettera da parte del Presidente Forni il quale, contrariamente alla tanto sbandierata promessa di  promozione sostenuta per tutta la stagione, dalla presentazione della squadra fino al recente abbandono del AD Terzolo, sembra aver corretto la mira e dopo una stagione con molti, troppi, alti e bassi, ha dichiarato: “Non posso naturalmente “garantirvi” il risultato sportivo di quella promozione in serie A…”. Comunque il terzo posto in classifica fa gola ad entrambe le compagini Piemontesi: a Torino che, piazzandosi terza, se dovesse andare avanti nei playoff, rischierebbe di incontrare la capolista Verona solo in finale, una Verona che finora ha dominato su Torino dato che con la compagine scaligera la Manital ha già perso sia in campionato che in coppa e che rincontrerà proprio all’ultima giornata di regoular season, in casa domenica 19; mentre per Casale la bestia nera di questa stagione è stata Brescia (già sul tabellone con il secondo posto) che l’ha battuta in entrambi gli incontri di campionato, quindi anche per la NoviPiù sarebbe meglio evitare il 4° posto. Ma per ora Torino ha due vantaggi su Casale, il fatto di aver ancora un’ultima partita da giocare in casa (seppur contro Verona) ed anche il vantaggio del punteggio della partita di andata svoltasi tra le mura amiche del PalaRuffini e vinta con 7 punti di scarto, 69-62, cosa che gli permetterebbe di perdere anche di 6 ma che la costringerebbe a giocarsi il tutto per tutto contro Verona all’ultimo turno. L’ultima sconfitta per la NoviPiù risale ad un altro derby, quello con Biella, perso con lo stesso scarto della vittoria nella partita di andata (18 punti, 78-60 a Casale, 79-61 a Biella) ed è quindi un solo punto segnato in più da parte di Biella a far pendere il piatto della bilancia a favore dell’Angelico in caso si ritrovassero alla fine con lo stesso punteggio in classifica, pertanto Casale dovrà temere anche il risultato della partita di Biella a Napoli per sperare di non finire addirittura al quinto posto col rischio di doversi giocare anche gli Ottavi di finale playoff. Dopo la sconfitta a Biella, la NoviPiù ha vinto due belle partite contro Ferentino ed a Casalpusterlengo, mentre anche per la Manital l’ultima sconfitta risale a 3 giornate fa a Trieste dove si è dimostrata spenta e senza stimoli, ma che ha dato prova di carattere contro le siciliane Agrigento e soprattutto a Barcellona dove ha vinto in una partita combattutissima addirittura dopo 3 tempi supplementari ed ora torna in campo dopo un turno di riposo. Casale chiude comunque la regoular season forse un po’ sopra le aspettative iniziali a testimonianza dell’ottimo lavoro di coach Ramondino che ha portato la NoviPiù ad esser considerata una outsider già da inizio stagione. Il quintetto base casalese è guidato dall’ala statunitense Jermaine Marshall che ha una media di 15.9 pt a partita (44% da 2, 33% da 3 ed 81% ai liberi ai quali si aggiungono 4.8 rimbalzi di media); un’altra ala, Niccolò Martinoni, segue nella media punti con i suoi 12.5 pt (58% da 2 e 7.4 rimbalzi); sopra i 9 punti di media a partita ci sono poi i 3 piccoli Tomassini, Blizzard ed Amato, il primo con un 54% da 2 e 3.8 assist, il secondo anche lui con 54% da 2, 37% da 3 e 2.7 assist, il terzo (appena convocato nella Nazionale Sperimentale per il raduno del 13 e 14 Aprile) 42% da 2 e 41% da 3; a completare il roster il centro Fall (59% da 2 e 6.1 rimbalzi) e l’ala Natali (41% da 2). Sulle statistiche individuali di Torino Ron Lewis è il secondo marcatore del campionato, 493 punti in 24 partite (20.5 di media) oltre ad essere il giocatore che ha subìto più falli di tutti, mentre Fantoni ha la miglior percentuale da 2 (64%) e Giachetti si è dimostrato un cecchino nei liberi con 85/95 (13/13 nell’ultima partita a Barcellona) e segue Lewis nella media punti di squadra con un netto 13 a partita; a completare il quintetto sabaudo un “crescente” Stefano Mancinelli e l’altro statunitense Ian Miller toccato in settimana dal grave lutto dovuto alla morte del padre Julian e quindi molto probabilmente assente per questa partita. Stando sempre ai numeri Casale è la squadra che ha subìto meno punti di tutte (1586), mentre Torino è una di quelle che ne ha subiti di più (1822) e, dopo Brescia, è quella che ne ha segnati anche di più (2001); inoltre la Manital è la squadra con la migliore percentuale da 2 (54%) di tutto il campionato, i problemi per Torino stanno in un rendimento esterno non dei migliori, mentre la NoviPiù non perde in casa da Novembre. Coach Ramondino alla vigilia del match punta al dolce: “Per noi può essere la ciliegina sulla torta di una grande stagione, ma la torta l’abbiamo già cucinata … se confermassimo le nostre qualità in un contesto come il derby, significherebbe che la squadra ha completato la sua maturazione. Per l’identità della nostra squadra questa partita è un’ulteriore verifica del livello raggiunto, sia tecnico, sia di compattezza, sia di assunzione di responsabilità da parte di alcuni giocatori che sono cresciuti durante la stagione. Ma quest’anno i derby sono partite davvero imprevedibili, arrivarci con la giusta carica emotiva può fare la differenza. Noi dobbiamo vederla come la tappa di un percorso nostro. Come tutte le motivazioni che hanno un valore vero, bisogna vederla nell’ottica di superare se stessi, più che giocare contro qualcuno. Questo è il modo di trovare energie extra che ti sono necessarie per fare l’impresa.” E sulla Manital: “Conosciamo il valore dell’avversario, sappiamo che vengono da due vittorie di fila e da cinque delle ultime sette partite. Stanno trovando quegli equilibri che cercavano dopo gli inserimenti di Miller e Bruttini. Squadra di grandi giocatori di uno contro uno. Nelle statistiche sono sesti per tiri da 2 tentati e primi per i liberi. Tirano più di 22 liberi di media, che sono tantissimi. Hanno questa grandissima capacità di attaccare il canestro con diversi giocatori, sia fronte, sia spalle con Mancinelli e Fantoni. Vengono a giocare dentro l’area, tirano molto da sotto, tirano tanti liberi e sono anche pericolosi da fuori, perché di squadra tirano con il 35%. In più con determinati quintetti, ad esempio con Rosselli e Gergati, hanno una forte identità difensiva.” L’obiettivo terzo posto è prioritario per la Junior: “Ci teniamo moltissimo, non per noi, perché sappiamo la stagione che abbiamo fatto, ma perché sappiamo che “terzo” ha un suono diverso da “quarto” o “quinto”. Al nostro interno c’è serenità e consapevolezza, ci tentiamo a fare l’ultimo passo, perché poi vogliamo andare ai playoff al nostro meglio e non certo a fare i turisti.”. Martinoni: “AVREMO UN UNICO OBIETTIVO: VINCERE” – “Con Torino sarà una partita importante anche perché sarà la nostra ultima gara della stagione regolare e vogliamo piazzarci nel miglior modo possibile. Avremo quindi un unico obiettivo, vincere, per poi prepararci al meglio per i playoff. La Manital è una squadra che si presenta da sola, avendo un roster composto da diversi giocatori d’esperienza. Non sarà certamente una partita facile, però credo che giocando in casa nostra potremo mettere in campo tutta l’aggressività che abbiamo dimostrato nelle ultime uscite”. Luca Bechi (Allenatore Manital PMS Torino): “Affrontiamo la penultima partita della stagione regolare contro Casale, siamo reduci da cinque vittorie nelle ultime sette partite e il nostro obiettivo non può che essere continuare a vivere questo momento positivo, preparandoci nel migliore dei modi alla fase più importante della stagione, i playoff. Proprio per questo sono convinto che la mia squadra farà di tutto per mantenere la terza posizione in classifica, che ci permetterebbe di concretizzare al meglio la nostra stagione regolare. In questa settimana abbiamo avuto qualche problema, dalla contusione al gomito per Mancinelli al lutto che ha colpito Miller che l’hanno costretto a tornare negli Stati Uniti: vista la caratura morale dei miei atleti sarà un ulteriore stimolo ad effettuare una grande prestazione, necessaria per uscire vincitori dal PalaFerraris. Sono una squadra con un sistema di gioco ben definito, basato su forte difesa e ritmi contenuti in attacco: le loro opzioni offensive sono tante e tutte pericolose, da capitan Martinoni a Marshall e Samuels. Per questo sarà importante controllare il ritmo di gioco, rispondendo con una difesa intensa e con concentrazione e condivisione in attacco. I nostri tifosi, infine, stanno dimostrando di essere vicino alla squadra: anche a Casale saranno presenti in massa per sostenere noi e il progetto che portiamo avanti”. Da segnalare che i giocatori della Novipiù entreranno in campo con sulle maglie il logo della onlus Santa Caterina, impegnata nel restauro dell’omonima chiesa di Casale Monferrato. Parte dell’incasso della gara sarà inoltre devoluto a favore dell’associazione. Ex di turno Tommaso Fantoni e Davide Bruttini. Per Casale in dubbio il play Tomassini (contrattura alla schiena), per Torino mancherà con tutta probabilità Ian Miller che ha dovuto correre in USA a causa del decesso del padre; in dubbio anche Stefano Mancinelli. Arbitri del derby al PalaFerraris saranno: Ursi di Livorno, Scrima di Catanzaro e Yang Yao di Vigasio (VR) (fonte interviste: Maurizio Neri – Tuttosport; Area Comunicazione Junior Casale; Ufficio stampa PMS Torino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy