Upea e Biella alla prova d’appello

Upea e Biella alla prova d’appello

Commenta per primo!

Un esordio amaro per le due compagini che si scontreranno nella seconda di campionato e quindi tempo di rivincite per Biella e l’Orlandina impegnate domenica sera sul parquet e che dovranno mettersi alla prova per vedere se l’incidente di percorso dell’esordio possa essere o meno dimenticato ma soprattutto amarcord speciale per due attori che si sono amati e piaciuti ne corso degli anni all’ombra del Mucrone: Soragna e Biella, Capo d’Orlando ha steccato la prima in quel di Brescia perdendo alla fine di due punti contro una squadra che si la scorsa stagione si è giocata le sue chance fino alla fine con Pistoia per salire nella massima serie.

Biella invece ha decisamente buttato alla ortiche una partita fin dai primi minuti ma comprensibilmente per l’emozione di un esordio tra le mura amiche con una squadra non irresistibile ma precisa e concreta che ha saputo sfruttare le debolezze del team di coach Corbani. Lo scotto pagato da Capitan Raspino e compagni è stata lezione compresa e immaginiamo che negli schemi ma soprattutto nell’attenzione in campo saranno stati i cardini su cui si è impostata la preparazione di questo scontro.

Corbani si affiderà al suo solito quintetto con Hollis Voskuil Raspino Infante e Laganà. La chiave della partita starà nell’intensità difensiva e nella capacità per le punte di Corbani Voskuil su tutti di segnare con continuità dal perimetro.

Capo d’Orlando invece punterà tutto sui talenti dei suoi maggiori uomini di esperienza Basile ma soprattutto capitan Teo Soragna. Recupera Nicevic e spera nella vena realizzativa di Benevelli sotto le plance. Sarà una bella battaglia e vedremo chi la spunterà. Palla a due come di consueto alle ore 18 di domenica 13.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy