Veroli, la situazione: cessione a Napoli, o asse Anagni-Roma nel futuro della Prima?

Veroli, la situazione: cessione a Napoli, o asse Anagni-Roma nel futuro della Prima?

Commenta per primo!

In archivio l’inutile vittoria contro Pistoia, ma con tutto l’orgoglio che è rimasto nei giallo-rossi di Marcelletti al termine di un’annata che travagliata è dire poco, a Veroli si tirano le somme, e si ragiona sul futuro.

In sala stampa coach Marcelletti non ha lesinato parole in proposito, e anche suo futuro personale, visto che con il sodalizio verolano il “Professore” ha ancora un altro anno di contratto. Sul futuro del Basket Veroli nel secondo campionato nazionale, al “Ciociaria Oggi” di questa mattina, Marcelletti abbia spiegato come: «Adesso il pallino passa nelle mani del Presidente Zeppieri e della società. Il pubblico ha visto un gruppo di ragazzi che lottavano contro tutto e tutti e non mollavano mai. Mi auguro che questo possa essere una prima pietra per costruire fondamenta solide e poi continuare a crescere. Mi auguro la sopravvivenza di Veroli, perché nella storia di una società ci sono momenti difficili. Sono stato in società come Caserta , Milano, Verona, che hanno avuto momenti di splendore ma anche momenti difficili. L’importante è che queste società, che comunque rappresentano la memoria storica della pallacanestro italiana continuino ad esistere»Riguardo poi il contratto, Marcelletti ha spiegato: «I contratti giustamente si fanno in due, e contano quando c’è il reciproco apprezzamento. Io sono disponibilissimo a continuare e ho dentro di me una grande voglia di rivincita proprio per la stagione che è stata. Poi ovviamente la decisione passa la presidente, e accetterò qualsiasi scelta, perché capisco che è un momento importante. E’ la società che deve fare le sue valutazioni».

Ma in cosa consisterebbero? Napoli a vista, come si disse non più tardi di sette giorni fa sull’edizione frusinate de “Il Messaggero” Oppure c’è qualcosa che lega Prima Veroli, Anagni e Virtus Roma? Cosa hanno in comune? Se ne è parlato ad Extrabasket, trasmissione dell’emittente ciociara Extra-Tv, all’ultima puntata stagionale, in compagnia del GM della Prima Ferencz Bartocci, e del grande Antonello Riva, grande anche come ex dirigente del Veroli Basket, ed ex GM della Virtus Roma.

E sarebbe proprio Riva al centro di quell’asse che poche righe fa vi sussurravamo, come possibile alternativa alla cessione del titolo ad una Napoli che scalpita. La settimana prossima si terrà il CdA alla corte di patron Zeppieri, con annessa conferenza stampa, e il discorso che ne uscirebbe sarebbe proprio quello di una squadra a guida Riva, al debutto assoluto in panchina, attorniato dai migliori elementi del vivaio della Virtus Roma, e in quel di Anagni, dove per tanti anni il basket dilettantistico e giovanile hanno trovato più di una casa: un vero tempio, un centro sportivo invidiabile, dove tuttora le attività giovanili viaggiano a pieno ritmo, sostenute dal coraggio della famiglia Di Palma, e che potrebbero trovare uno sbocco ambizioso in questa nuova, possibile “cosa ciociara”.

Sarebbe un nuovo anno zero, una nuova ripartenza per un futuro in cui resti come società importante. Il GM Bartocci, con grande equilibrio, non parla mai di uno Zeppieri pronto a lasciare, ma pesa, e non poco, la lontananza dal PalaCoccia. Che continua a farsi sentire, dopo 6 anni di esilio a Frosinone, lavori a vuoto e un appalto da riassegnare, nonostante le proteste dei tifosi, ultimo episodio lo scorso febbraio, organizzata al Palas di Frosinone dalla Brigata Ciociara.

Lo stesso Riva, incalzato dalle domande di Alessandro Andrelli e Paolo De Persis, sottolinea la lacuna: “Io ho il patentino, ma penso anche che un anno di esperienza può creare le condizioni per un rendimento differente – riferendosi a coach Marcelletti – . Mi piacerebbe provare un’esperienza del genere, ma ci sono tanti però. Ad esempio il fatto che Veroli non ha una propria casa, andando altrove rispetto alle ultime sei stagioni.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy