Veroli, la situazione: ieri CdA, a breve conferenza stampa di patron Zeppieri

Veroli, la situazione: ieri CdA, a breve conferenza stampa di patron Zeppieri

Commenta per primo!

Il quadro non è ancora chiarissimo, ma certamente meno fitto e meno cupo di quello che nelle ultime settimane era sceso pesante sulle vicende di Veroli.

Ieri infatti, dopo settimane di voci sul futuro, che vedrebbero la Prima traslocare ad Anagni con un nuovo coach (Antonello Riva) e una squadra forte del vivaio della Virtus Roma – alcune prime, piccole pietre sono state messe, con il Consiglio di Amministrazione della società, allargato, nella sua seconda parte, alla partecipazione del Sindaco e e degli assessori Germano Caperna e Cesidio Trulli, per parlare del presente e soprattutto del futuro del sodalizio giallorosso. Una riunione voluta dal Sindaco di Veroli, Giuseppe D’Onorio per, come aveva anticipato, «fare squadra perché il basket Veroli è una realtà troppo importante per noi, per il nostro paese, per disinteressarsene».

La società, in via ufficiale, rinvia qualsiasi presa di posizione ad una conferenza stampa nei prossimi giorni, protagonista patron Zeppieri, ma si sbottona di più il primo cittadino della cittadina ciociara, che non vede esaurita l’esperienza dello storico n.1 giallo-rosso, anche se le premesse e le prospettive future dipenderanno da condizioni precise, e non di poco conto per l’iscrizione al campionato. Serve l’allargamento e coinvolgimento di altre realtà, anche imprenditoriali, mentre il Comune potrebbe giocare diverse carte: mettere a disposizione il pallone tensostatico, accelerare i tempi per la realizzazione del nuovo palazzetto, anche se la carte e le norme vanno contro un’immediata operatività, mentre sul piano strettamente economico sponsorizzare la squadra o mediando con altri investitori e aziende che hanno rapporti con l’Ente.

Quanto al dettaglio della riunione, offerti sulla stampa locale (Il Messaggero Frosinone e Ciociaria Oggi), si è pensato soprattutto agli ultimi adempimenti di carattere retributivo, fiscale e previdenziale, perfezionati con la Comtec sempre dalla giornata di ieri, visitando la sede di Via Parco della Rimembranza. In ogni caso, quale che sia la strada, ce ne dovrà essere una entro l’8 luglio, termine ultime per la consegna della domanda di iscrizione. Un passo decisivo quello di un incontro con la stampa ormai imminente, e decisivo. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy