[VIDEO] Conferenza stampa Bonina: “Ho pagato lodi e tasse! Un gesto d’amore!”

[VIDEO] Conferenza stampa Bonina: “Ho pagato lodi e tasse! Un gesto d’amore!”

 

Esordisce nella conferenza stampa del 1 luglio 2015 l’azionista di maggioranza Immacolato Bonina asserendo che il Basket Barcellona ha tutti i requisiti in regola per l’iscrizione al campionato di serie A2 – 2015/2016.

In particolare Bonina sostiene, mostrando i relativi documenti, che i parametri principali sono stati rispettati ossia:

– Ricavi-indebitamento (e ciò si dovrebbe evincere dal bilancio societario, ndr).

– Lodi sanati di Collins, Filloy (mostra il documento) e Fantoni relativi a due stagioni orsono.

– Pagamento dell’IVA: è stata pagata la prima rata (mostra il documento).

Ribadisce, quindi, il maggior azionista che tutto il pregresso da saldare necessario a permettere l’iscrizione alla società è stato fatto e se entro l’inizio della settimana prossima non si trovano le risorse necessarie e “budgetizzare” (800/900 mila euro) e pianificare la  nuova stagione non intende sanare le ulteriori adempienze. Manca soltanto la fidejussione di circa 40.000 euro e la rata d’iscrizione di 25.000 euro e le liberatorie dei giocatori di quest’anno entro il 9 luglio: ci sono 4/5 stipendi da saldare attribuibili, secondo Bonina, alla “vecchia gestione”.

Cosicché, aggiunge Bonina, la palla passa alla città. Sostiene inoltre che, come ha sempre detto, gli ultimi 2/3 stipendi li avrebbe versati lui, pur mancandone oltre a questi uno e mezzo, e che sarebbe disponibile a versarli, ma solo nel momento in cui abbia la sicurezza che si trovino le risorse per affrontare il nuovo campionato.

Bonina inoltre sostiene che il bilancio è stato approvato ieri (30 giugno per chi legge, ndr) e pone quindi una scadenza alla “città”, ossia lunedi o martedì prossimo come tempo limite (6 o 7 luglio ossia due/tre giorni prima della scadenza definitiva imposta dalla fip).

Continua con parole forti Bonina il quale fa una “denuncia sociale”: ha il sentore che qualcuno si aspetta di celebrare il funerale del Basket Barcellona affinché qualche sciacallo o qualche delinquente travestito da faccia pulita, come egli stesso li definisce, possa ipotizzare di prelevare un titolo di serie B1 o B2 (serie B unica, ndr) e farsi portavoce di un nuovo progetto. Si augura quindi che questo suo sentore non venga suffragato dai fatti poiché, se così fosse, sarebbe un atto di delinquenza non solo nei confronti di Bonina ma nei confronti di un patrimonio che è la serie A2. (Tutto ciò, da notare, dopo che lo stesso Bonina nella riunione dinanzi al Sindaco del 25 giugno c.a., ebbe a dire testualmente che per lui “il basket è morto“. È ciò si evince anche dal tenore, seppur diplomatico, del comunicato stampa dello stesso neo Sindaco Roberto Materia, ndr).

L’azionista di maggioranza comunica inoltre che Canditfrucht non è interessato a rinnovare il sostegno di sponsorizzazione con il Basket Barcellona.

Conclude infine asserendo che avrà l’appoggio del Sindaco Roberto Materia per ricercare nuove risorse.

Questi i punti salienti della conferenza stampa del Dott. Immacolato Bonina.

 

Considerazioni di redazione: che senso ha pagare gli stipendi, sudati sul campo da parte del team più amato nella storia del basket giallorosso, se poi non si è sicuri di affrontare una nuova stagione? E’ più o meno questo il concetto che ha voluto esprimere Bonina. E in ogni caso, come asserito e confermato dallo stesso Bonina in precedenti occasioni, al budget del campionato appena trascorso vengono a mancare proprio i fondi che l’azionista di maggioranza ha promesso dinanzi all’ex sindaco il 14 agosto del 2014 (circa 300 mila euro tra sponsor Sigma e altri sponsor a lui vicini). Magari con quei fondi si poteva saldare l’indebitamento di quest’anno per una società che era ed è rappresentata dallo stesso azionista di maggioranza e dall’amministratore unico, Tommaso Donato, e che è stata supportata nell’ultima annata grazie all’aiuto dei tifosi, dei pochi soci superstiti (Genovese e Prestipino), del BarBasket Trust i quali hanno raccolto l’invito di Bonina della scorsa estate, ossia dello sdoganamento dallo stesso, il tutto condito dal sacrificio e l’“autotassazione” dei gloriosi giocatori di quest’ultima annata?

Bonina sostiene inoltre che, aver saldato i lodi che fanno riferimento agli stipendi di atleti (quindi suoi dipendenti) per un servizio reso due anni prima, iniziare a saldare i debiti con l’erario e rendersi disponibile anche a pagare gli stipendi mancanti dei “giocatori/lavoratori” dell’ultima annata (che si potevano tranquillamente saldare con i fondi che sono venuti a mancare dal suo apporto di quest’anno) è un gesto d’amore nei confronti della città.

A ciascuno le proprie considerazioni.

Si attende in ogni caso la decisione della Federazione Italiana Pallacanestro dopo i controlli della Com.Tec. che si pronuncerà improrogabilmente dopo le ore 12.00 del 9 luglio 2015.

E il popolo giallorosso tiene le dita incrociate.

Di seguito il video della conferenza stampa del 1 luglio 2015. Si ringrazia il collega Carmelo Amato che ci ha concesso il video.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy