Viola a Rieti per l’operazione aggancio

Viola a Rieti per l’operazione aggancio

Commenta per primo!

Operazione aggancio per la Viola Reggio Calabria. Inizia il 2016, inizia senza pause veglioni o feste natalizie: non c’è sosta in A2 si gioca l’ultima del girone di andata. La Npc Rieti ospita la Bermè.

La storia:Gara dalle grandi tematiche storiche. Negli anni 80 e 90 le due piazze hanno rappresentato veramente tanto per il movimento cestistico tricolore: la prima sfida tra i due sodalizi avvenne nella stagione 83/84.

Gli incroci,anche di mercato furono svariati: Joe Bryant ed i giovani dell’epoca Tolotti e Brienza sono alcuni esempi di transazioni tra le due squadre.

L’ultimo incontro tra Viola e Rieti risale all’ultimo anno di A2 tra i lanciatissimi atleti della Sebastiani allenati da un duo che a Reggio ha scritto la storia con Lino Lardo ed Alessandro Giuliani (in quella squadra talenti del calbro di Patricio Prato,Davide Bonora,Smith Helliwell e l’ex Viola Verginella) in panchina contro una Viola allenata da Paolo Moretti e trascinata in campo dall’estro di Joe Bunn e dell’ex play della nazionale italiana, Tony Maestranzi.

E oggi? La Viola vuole provare a chiudere il girone di andata “decentemente” dopo tante sconfitte, trambusti, problematiche, cambi in corsa ed infortuni che hanno rallentato a dir poco un roster che può dare moltissimo a questo campionato.

E Rieti? Proverà a conquistare un altro “mattoncino” per conquistare la salvezza in A2.

Tanta differenza tecnica tra le due compagini a favore dei calabresi che, dovranno dimostrare che i miglioramenti visti nell’ultima uscita contro Barcellona sono veritieri e non sono solamente “demeriti” del fanalino di coda del torneo. Rieti ha come unico obiettivo la salvezza: gli stranieri sono Rakeem Buckles, atleta arrivato dalla massima serie austriaca e Dalton Pepper,guardia-ala giunto dalla season polacca. Attenzione all’ex Jesi e Ferentino, Chris Mortellaro, centro di 2.07 che offre sostanza sotto canestro. In regia c’è l’esperto Davide Parente. Il tasso di esperienza passa dalle mani dell’unico reduce dell’ultima uscita tra le due compagini: il Capitano, il quarantunenne Picchio Feliciangeli.In quintetto parte il duttile Benedusi.

E la Viola? Crosariol resta e  non andrà in A, il mercato è in pieno sviluppo ma passa dalle condizioni fisiche, atletiche e tecniche dei due americani Freeman e Brackins. L’unica novità è rappresentata dall’imminente ingaggio di Marco Mordente, ex Capitano, al Legnano dall’altra parte della A2, ad Est. L’energia della new entry Dobbins, del costante Rullo e dei giovani Costa e Lupusor può dare tanto alla causa.

Vincere per Reggio? Servirà energia ed entusiasmo anche se, questa trasferta appare realmente “possibile” per il team di Coach Benedetto.

Arbitrano i signor Martino Galasso di Sierna, Mauro Belfiore di Napoli e Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto.

Le dichiarazioni

Giovanni Benedetto (allenatore)

“La gara contro Rieti ci dà la possibilità di conquistare punti importanti per la nostra classifica. Una vittoria ci consentirebbe di raggiungere proprio il nostro avversario e quindi di iniziare a scalare posizioni. Il calendario ci offre l’opportunità di provare a diminuire il divario esistente tra la zona bassa della classifica e quella più tranquilla, dove noi vogliamo arrivare. La squadra tutto sommato sta abbastanza bene: c’è ancora qualche piccolo acciacco, mentre Spinelli e Freeman sono ancora in fase di ripresa definitiva. Ogni giorno che passa è sicuramente utile per cercare di recuperare tutto il gruppo”.

Valerio Costa (giocatore)

“La trasferta di Rieti sarà fondamentale per proseguire il cammino positivo intrapreso da qualche settimana a questa parte. La vittoria ottenuta domenica scorsa su Barcellona ci ha dato ancora più fiducia in noi stessi e nelle nostre potenzialità. Rieti ha solo due punti in più rispetto a noi: vincere ci aiuterebbe a scalare la classifica. Chiuderemmo così al meglio il 2015, confidando in un 2016 migliore”.

Note – Freeman e Spinelli non hanno ancora recuperato appieno dai rispettivi infortuni. Il loro impiego in campo verrà valutato solo a ridosso della gara.

QUI RIETI

Paolo Matteucci (secondo assistente) – “Ci aspetta una partita come sempre complicata. Reggio Calabria sta attraversando un momento particolare. È una squadra che ha giocatori interessanti e di qualità e che è destinata a crescere in questo campionato. Sarà certamente una partita equilibrata e combattuta, noi siamo pronti ad affrontare la sfida e cercheremo di farlo a nostro modo, giocando la pallacanestro che sappiamo”.

Roberto Feliciangeli (giocatore) – “Veniamo da un momento non positivo, ma siamo una squadra che non si esalta per i propri successi, né drammatizza eccessivamente le proprie sconfitte, abbiamo chiaro il nostro traguardo finale e da subito siamo rientrati in palestra ad allenarci intensamente con l’obiettivo di tornare a vincere. Sappiamo che non sarà facile, ci aspetta una partita difficile contro una squadra che come noi ha bisogno di fare punti. È un campionato estremamente equilibrato ed in molti casi sono i dettagli a fare la differenza tra vincere e perdere, noi stiamo lavorando su questi e sul mantenimento della concentrazione nei 40 minuti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy