Viola: un caterpillar! Battuta anche Biella

Viola: un caterpillar! Battuta anche Biella

I reggini si confermano “ammazza-grandi” e dominano ancora all’interno di un momento magic accantonando le vicende extra-cestistiche.

di Giovanni Mafrici

REGGIO CALABRIA – La Viola lascia da parte per una sera le preoccupazioni per l’esito dell’inchiesta “fidejussione” e, sul parquet, si conferma ammazza-grandi superando, tra le mura amiche del PalaCalafiore, anche l’Eurotrend Biella.

In riva allo stretto, dopo la capolista Casale, Legnano, Scafati, i campioni di Coppa di Tortona cadono anche gli atleti del Piemonte.

Davanti a 4.000 spettatori entusiasti e vogliosi di grande basket, i neroarancio hanno dato vita all’ennesima gara straordinaria, limitando il più possibile Ferguson e Bowers e regalando una pallacanestro brillante sui due lati del campo per quasi 40 minuti.

E’ la quarta vittoria consecutiva per gli uomini di coach Calvani (osannato dalla folla), che, in un’immaginaria classifica del solo girone di ritorno, occupano saldamente il primo posto in classifica con 7 vittorie e 2 sconfitte.

Primo quarto meraviglioso dei neroarancio che aggrediscono subito la gara difendendo con grande intensità ed, in attacco, con Baldassarre, Roberts(alla sua migliore gara in maglia Viola) e Fabi piazzano un break di 11-0 a metà della prima frazione, volando sul +12 dopo soli 8 minuti (24-12) e chiudendo poi avanti di 14 (30-16 al 10’).

Nella seconda frazione i piemontesi reagiscono e piazzano subito un controbreak di 0-7 con cui accorciano il gap (34-25 al 13’). Non hanno, però, fatto i conti con un Roberts stellare (19 punti nel solo primo tempo con 5/6 da tre) che, insieme ad un altrettanto ispirato Fabi, tiene davanti i reggini; il primo tempo si chiude sul 50-42. I neroarancio tornano negli spogliatoi dopo aver tirato con un 66% dal campo ed un superlativo 57% da tre punti nel primo tempo (8/14) grazie ad un Roberts stellare.

Nel terzo quarto sale in cattedra anche AJ Pacher che lancia i neroarancio sul +12 (68-56 al 30’), Biella trova in Tessitori un baluardo indomabile ma negli ultimi minuti dell’ultima frazione anche lui è costretto a lasciar spazio alla grinta di Caroti e compagni di chiudere la gara regalando un’altra vittoria ed un’enorme gioia a tutti i tifosi.

Una vittoria ancor più bella perché veniva da due settimane di sosta in cui le vicende extra cestistiche(In conferenza Stampa il Ds Gaetano Condello ha rassicurato l’ambiente e ringraziato la squadra) hanno avuto più spazio rispetto al lavoro straordinario che Calvani ed il suo staff stavano silenziosamente e minuziosamente portando avanti.

Il risultato dell’ottimo lavoro di preparazione alla gara si è visto sul parquet e si spera che nei prossimi giorni possa arrivare un esito altrettanto positivo dalla Procura Federale per tornare a parlare esclusivamente di pallacanestro giocata.

Biella, esce dalla gara lottando ma paga la difesa troppo soft nella prima parte di gara.

Domenica prossima, i reggini ospiteranno la Benacquista Latina alle ore 18 al PalaCalafiore.

 

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST – 9a GIORNATA GIRONE DI RITORNO

MET.EXTRA VIOLA REGGIO CALABRIA – EUROTREND BIELLA 83-73

VIOLA: Pacher 18, Taflaj, Caroti 3, Fabi 14, Baldassarre 16, Rossato 4, Carnovali, Agbogan 2, Benvenuti 4, Roberts 22. Coach: Calvani

BIELLA: Ferguson 12, Chiarastella 2, Bowers 9, Uglietti 11, Ambrosetti, Pollone, Wheatle 9, Rattalino, Tessitori 20, Sgobba 10. Coach: Carrea

ARBITRI: Nicola Beneduce di Caserta (CE) – Luca Bonfante di Lonigo (VI) – Andrea Agostino Chersicla di Oggiono (LC)

PARZIALI: 30-16; 50-42; 68-56;

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy