Young ringrazia tutti, Lance Harris si prepara al debutto

Young ringrazia tutti, Lance Harris si prepara al debutto

Commenta per primo!

“Voglio farvi sapere che tutto è andato per il meglio, ma voglio anche ringraziare tutti i miei “fratelli” per le parole dette o pensate in questi giorni”. Un messaggio che vuole essere di risposta alle migliaia di messaggi arrivati in questi giorni soprattutto via internet da parte di tutti i tifosi orogranata.

 

Al posto di Alvin Young con ogni probabilità verrà schierato Lance Harris nelle sfide con Casale Monferrato che inizieranno domenica. Si appresta quindi ad arrivare l’ora dell’atleta statunitense, ingaggiato dalla Reyer prima dei playoff per tutelarsi proprio dall’eventualità di infortuni. “Per me è un’occasione che arriva inaspettatamente – dice Harris – quando sono arrivato qui pensavo che il mio ruolo sarebbe stato quello di essere d’aiuto nell’aumentare l’intensità degli allenamenti, poi è capitato quest’infortunio ad Alvin, sfortunatamente per lui. Sono comunque pronto a dare il massimo per sostituirlo al meglio”.

Ad Harris, ventiseienne di 196 centimetri che prima di arrivare alla Reyer quest’anno ha giocato nel massimo campionato greco nelle fila dell’Ikaros Kallitheas con 13,7 punti di media e 4,1 rimbalzi, il non facile compito di sostituire un giocatore determinante come Young. “Certamente non è un giocatore qualsiasi, sia per le sue qualità e sia per il fatto che è da molti anni in Italia, quindi conosce molto bene questo campionato e sa meglio di molti altri cosa serva in partite importanti come queste. Ma ripeto, sono pronto a fare la mia parte per questa squadra e a provare a compensare la sua assenza. Quello che posso dare è certamente intensità e determinazione che sono poi le caratteristiche che mi contraddistinguono”.

Che idea ha potuto farsi Harris di questi playoff, del campionato italiano di Legadue e dell’entusiasmo che c’è attorno alla Reyer? “Sono stato davvero molto colpito da quanto i tifosi della Reyer siano eccitati per questi playoff. Nella decisiva gara contro Veroli la partecipazione è stata poi qualcosa di straordinario. Certamente il livello di questo campionato è alto e le sfide molto equilibrate. Conosco anche il valore di Casale Monferrato perché conosco Donell Taylor e mi ha detto che sono un’ottima squadra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy