A Venezia, Varese vince sul filo di lana 70-71

A Venezia, Varese vince sul filo di lana 70-71

Commenta per primo!

MESTRE – Venezia esce sconfitta per la terza volta consecutiva in questo campionato. A nulla è servito il rientro a mezzo servizio di Otis George per i lagunari che oggi hanno dovuto alzare bandiera bianca contro la Cimberio Varese di Galanda.

EFFETTO CHILDRESS George torna subito nel quintetto iniziale ma nelle prime battute la sua presenza non si fa sentire. La parita è molto equilibrata: dopo 2’ Gergati porta Varese sul 2-5 ma Carrizo risponde con una conclusione dal perimetro. Si svegliano anche Green e Childress ed è proprio quest’ultimo a creare il primo break (12-16) che costringe coach Dalmasson al timeout. George schiaccia per il 15-16 e Galanda a -3’16” commette il suo secondo fallo personale. La prima frazione termina 22-23.

FARIOLI Nikagbatse trova il canestro del +3 (22-25) ma è Paolo Alberti con un gioco da tre punti (canestro e fallo) ad impattare. A 7’36” Meini realizza una tripla (29-28). Risponde Cotani ma per Venezia c’è anche Farioli che mette a sigillo la sua prima bomba della serata (32-32). La Cimberio non ci sta e grazie alla potenza fisica di Dickens rimette i suoi avanti 32-37. Pillastrini inserisce Galanda per i minuti finali del secondo periodo e l’esperta ala lombarda realizza quattro punti di fila per il massimo vantaggio (37-45). All’ultimo secondo ci pensa nuovamente Farioli a ridimensionare lo svantaggio di Venezia (40-45).

GALANDA KO Si torna sul parquet con Rombaldoni e Meini contemporaneamente nello starting five. E’ proprio l’ex play pavese a riavvicinare la Reyer con un canestro dai 6,25 (43-45). Green trascina i compagni sul 46-47 e quando Galanda deve andare momentaneamente negli spogliatoi (taglio al mento), per la squadra di casa sembra essere arrivato il momento giusto per piazzare il break decisivo. George però è costretto nel frattempo a tornare in panca per il riacutizzarsi dell’infortunio alla caviglia ed il neoentrato varesotto Passera sale in cattedra con penetrazioni che la difesa veneziana non riesce a contenere. Genovese spinge gli ospiti sul +5 (52-57), George , ripresosi dal dolore, riporta i suoi sotto di una lunghezza (56-57) ma successivamente Childress prima e Dickens poi riescono ad allontanare i locali. Al 30’ Varese guida 58-66.

FINALE INTENSO L’ultimo quarto vede prevalere in entrambi i fronti le difese: rientra Galanda ma è Bougaieff a 8’32” a realizzare il -6 (60-66). Dickens commette il quarto fallo quando mancano ancora 6’35”. L’ex capitano azzurro segna i primi due punti della sua squadra dopo 5’ scarsi (61-68). La Reyer ci prova ma in attacco non si vedono azioni degne di nota. Varese trova con più facilita l’uomo libero e riesce in più occasioni anche a trovare numerosi secondi tiri ma la palla non entra. A 3’03” ancora Galanda segna il +8 (62-70): Venezia nel momento più difficile della contesa trova una grande reazione d’orgoglio: Dalmasson ripesca dalla panchina l’oriundo Carrizo che accorcia lo svantaggio (65-70). Qualche attimo dopo Cotani commette in modo ingenuo un fallo antisportivo ai danni di Prandin che dalla lunetta non fallisce (67-70). Alberti, dopo una partita offensiva un po’ sottotono, riesce a trovare l’incredibile -1 a 1’43” dalla fine. Il Taliercio s’infiamma e Cotani nell’azione successiva fa 1/2 ai liberi. A 16” dalla sirena Meini subisce un fallo tattico da Passera. Il piccolo orogranata, dopo aver realizzato il primo tiro dalla lunetta, sbaglia il secondo: a rimbalzo è proprio Meini a prendere la carambola. L’azione finale è rocambolesca, Alberti trova all’ultimo secondo Carrizo solo sul perimetro: nel tripudio generale si infila la tripla che però non viene convalidata perché ritenuta, giustamente, a tempo scaduto. Vince 70-71 Varese che in classifica aggancia in testa la Fileni Jesi. Per la Reyer grande delusione ma è anche doveroso ricordare che i lagunari sono neopromossi ed una sconfitta con la Cimberio ci può stare. Occorre ripartire da qui per programmare le due trasferte insidiose di Veroli e Pistoia. 
Da sottolineare purtroppo durante la partita gli insulti razzisti nei confronti di Otis George da parte dei supporters varesotti.

TABELLINO

UMANA REYER VENEZIA 70-71 CIMBERIO VARESE (22-23, 40-45, 58-66)

Reyer VeneziaRombaldoni 4, Causin 4, George 8, Farioli 11, Green 10, Meini 11, Alberti 6, Prandin 2, Bougajeff 4Carrizo 10. All. Dalmasson

Cimberio Varese: Passera 10, Antonelli, Galanda 8, Genovese 3, Gergati 8, Martinoni 2,Cotani 8Childress 14Dickens 14, Nikagbatse 4. All.: Pillastrini

NOTE

Tiri Liberi: Venezia (15/25), Varese (6/12). Rimbalzi: Venezia 37 (George 8), Varese 40 (Dickens 11). Assist: Venezia 16 (Rombaldoni 7), Varese 17 (Childress 7). Arbitri: Di Modica, Terranova, Ciaglia. Fallo Antisportivo: Cotani, al 37’35” (65-70). Spettatori: 3200.

MVP: Randolph Childress (14 pt, 3/7 da 3 pt, 6 falli subiti, 2 palle recuperate, 7 assist, 18 di valutazione).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy