A2 Playoff, La Finale: Agrigento, il sogno è a un passo. Torino demolita, è 2-1

A2 Playoff, La Finale: Agrigento, il sogno è a un passo. Torino demolita, è 2-1

Agrigento fa sua gara3 e si avvicina ad un traguardo storico. Trascinata da un super Alessandro Piazza (19+7 ass.) la squadra di coach Ciani ha domato i piemontesi che pagano la scarsa precisione dall’arco durante qausi tutta la gara e le basse percentuali al tiro dal campo. Miller si sveglia nell’ultimo quarto (14 punti) quando ormai per gli agrigentini giunti la vittoria era in cassaforte (70-53). Tra due giorni si replica, ora Agrigento può davvero sognare di completare l’impresa.

Partenza equilibrata per le finaliste fino al parziale (6-0) per i bianco-azzurri. Secondo fallo di Dudzinski a cinque minuti dalla prima sirena, ma De Laurentiis nel pitturato trova canestri pesanti e contatti (18-14). Torino paga l’imprecisione dall’arco e i lunghi sotto canestro non incidono. Mentre Piazza chiude il quarto sul 20-16.
Nella seconda frazione Miller trova i primi punti dell’incontro, Gergati non impatta dalla lunetta e i siciliani, grazie ad un parziale di 7-0, allunga. Giacchetti dall’arco corrisposto Saccaggi (32-24). Sempre Saccaggi dalla lunetta porta il vantaggio in doppia cifra prima che i piemontesi con una fiammata riducono il gap (36-30).

Dopo il riposo lungo gli ospiti si rifanno sotto, ma i bianco-azzurri spinti dal capitano Chiarastella (7 punti consecutivi) ricacciano a distanza di sicurezza i piemontesi (43-38). Williams e Piazza dalla linea 6.75 riportano il vantaggio in doppia cifra (53-43).
Nell’ultima frazione di gioco i siciliani trovano l’allungo decisivo: prima Williams, poi Saccaggi per il +17 (65-48); Miller si innesca e infila 14 punti, ma ormai è tardi. Agrigento va sul 2-1.

SALA STAMPA

«La partita di domenica sara un’altra battaglia come lo è stata gara1 come lo è stata gara3. – dichiara coach Ciani – Allenatore e giocatori di grande esperienza, come quelli del Torino, di grande talento, grande mentalità, non ci stanno a perdere perché perdere non piace a nessuno, tantomeno ai grandi campioni. Quindi è evidente che domenica proveranno a fare qualsiasi cosa per portarci a gara5.
Noi abbiamo grande orgoglio, grande voglia di dimostrare, di partita in partita, che quello che stiamo facendo comincia a prendere i contorni di una realtà che nasce dal lavoro di tutti giorni, nella programmazione, e dall’orgoglio di dire: sembrava che fossimo stati invitati al ballo a corte quasi per caso, e invece siamo qui e ci piacerebbe ballare con il re l’ultima sera.»

MVP BASKETINSIDE.COM: Piazza 19 punti (5/7 t2) + 7 assist e 27 valutazione

Moncada Energy Group AG – Manital Torino 76-65 (20-16, 16-14, 17-13, 23-22)

Moncada Energy Group AG: Vai, Evangelisti 5 (1/4, 1/2), Williams 14 (4/5,2/5), Chiarastella 12 (3/8, 1/3), De Laurentiis 8 (3/4, 0/2), Saccaggi 12 (1/3, 2/4), Piazza 19 (5/7, 1/3), James Udom 0 (0/3, 0/1), Portannese 2 (1/1), Dudzinski 4 (2/4, 0/1).

Tiri Liberi: 15/21 – Rimbalzi: 38 31+7 (Williams, Dudzinski 8) – Assist: 11 (Piazza 7) – Cinque Falli: De Laurentiis

Manital Torino: Giachetti 13 (4/8, 1/5), Mancinelli 12 (5/11, 0/2), Fantoni 4 (0/4), Lewis 2 (1/5, 0/5), Viglianisi, Bruttini 6 (3/5), Rosselli 6 (3/5,0/2), Gergati 5 (2/3, 0/1), Pichi 0 (0/1 da tre), Miller 17 (2/4, 4/6) N.E.: Vangelov

Tiri Liberi: 10/14 – Rimbalzi: 32 23+9 (Lewis, Rosselli 6) – Assist: 9
(Lewis, Rosselli, Miller 2) – Cinque Falli: Mancinelli, Bruttini

Fotogallery a cura di Massimo Palamenghi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy