A2 Playoff, La Finale: il cuore di Torino spinge la squadra all’1-0 su Agrigento

A2 Playoff, La Finale: il cuore di Torino spinge la squadra all’1-0 su Agrigento

Commenta per primo!

E’ una squadra tutto cuore questa Manital che sospinta dai 5000 del PalaRuffini vince il primo round di questa finale promozione per la A.

Grande intensità fin dalle prime battute dove si capisce subito che i due Coach hanno fatto un gran lavoro per preparare questa gara: il nervosismo è sopraffatto dalla voglia di vincere di entrambe le squadre e quando gli arbitri commettono qualche errore poco prima di metà gara è il buonsenso dei giocatori stessi a calmare le acque ed i tifosi in curva. Onore ad Agrigento ed ai suoi tifosi giunti fin qui, ma quando ad ogni azione, Giachetti, Mancinelli, Lewis, Fantoni e Miller guidati dalla grinta di Capitan Rosselli esaltano il popolo gialloblu che li ha sospinti cantando ininterrottamente a squarciagola per tutto l’incontro allora risulta difficile a chiunque espugnare il PalaRuffini! E proprio Capitan Rosselli si è dimostrato nuovamente la chiave di volta dell’incontro, i suoi tiri al momento opportuno hanno dato il via alla squadra di Bechi nell’ultimo quarto a chiudere la partita.

Ora ci aspetta gara 2 dopodomani e se sarà di questo tenore ci sarà nuovamente, da fremere, divertirsi e tifare, anche per i 200 siciliani al seguito della Fortitudo che fino a metà ultimo quarto hanno sperato nell’impresa.

QUINTETTI INIZIALI:

TORINO: Giachetti, Mancinelli, Fantoni, Lewis, Rosselli.

AGRIGENTO: Evangelisti, Williams, Chiarastella, Piazza, Dudzinski

LA CRONACA:

L’atmosfera è quella giusta, una finale, un palazzetto dello sport colmo in ogni ordine di posto e due squadre pronte a darsi battaglia per entrare nella storia.  Alla presentazione delle squadre applausi per l’indimenticato Capitano Marco Evangelisti che ora difende i colori fortitudini. Inno Nazionale e subito dopo i tifosi gialloblu sfornano una nuova coreografia portando a cantare tutto il PalaRuffini (fatta eccezione logicamente per i 200 tifosi siciliani che hanno affrontato un bel viaggio per sostenere i loro colori). Lo speaker incita ulteriormente i tifosi e che l’emozione abbia inizio!

PRIMO QUARTO: Prima palla per Torino ma persa da Fantoni, “cross” di Chiarastella da 3 e Giachetti dall’altro lato sbaglia ancora da 2; il primo fallo dell’incontro è di Lewis, appoggiatosi su Evangelisti; Rosselli recupera palla, lancia Giachetti che passa a Lewis che libero segna la prima tripla della finale facendo esplodere in un boato il Ruffini, ma al capovolgimento di fronte Piazza rende la tripla alla Manital; Chiarastella porta avanti la Fortitudo, Evangelisti allunga il vantaggio ma Mancinelli riporta a 2 i punti di differenza; Dudzinski segna copiato da Lewis e dopo un recupero Mancinelli segna la tripla del vantaggio gialloblu, 10-9 dopo 4 minuti di gioco; anche Williams va a referto portando i siciliani di nuovo avanti; i raddoppi di Agrigento lasciano sempre un uomo libero per Torino che però non converte; Williams segna ancora ma nell’azione successiva Lewis pareggia a quota 13 con una bomba centrale a 3 minuti da fine quarto; Agrigento sprecona ma sempre davanti con un altro canestro di Williams; Lewis trova il fallo di Williams su canestro con conseguente libero aggiuntivo che riporta i padroni di casa avanti di una lunghezza a 2’ da fine quarto (16-15); secondo fallo di Williams sostituito prontamente da Ciani e subito dopo Dudzinski riporta avanti gli ospiti; fallo tecnico fischiato a Miller reo di aver calciato volontariamente la palla a gioco fermo, Evangelisti segna il libero del +2 ma la Fortitudo perde palla, non ne approfitta però la Manital che perde palla a sua volta; Saccaggi spara a salve da tre, Gergati no e Torino ritorna avanti 19-18, punteggio con cui si chiude un quarto tiratissimo da entrambe le squadre. Lewis 11 punti e 5 rimbalzi, Williams 6 punti, Dudzinski 6 rimbalzi, Piazza 3 assist.

SECONDO QUARTO: Quintetto italiano per Bechi; coast to coast di Rosselli che segna e subisce il fallo di Chiarastella realizzando anche il libero aggiuntivo; Mancinelli vola in penetrazione dalla sinistra portando la Manital sul massimo vantaggio, +6, dopo un minuto da inizio quarto, timeout obbligato di Ciani sul 24-18; Piazza lasciato colpevolmente solo oltre l’arco realizza la tripla del -3 Agrigento ma sull’azione successiva Giachetti si inventa un canestro dei suoi arrampicandosi sulle nuvole per appoggiare dolcemente cadendo poi per terra; Evangelisti prima accorcia a -3 poi non riesce a chiudere l’azione successiva facendo scadere i 24”; Fantoni porta a 28 i punti della Manital, poi vengono fischiati in successione un fallo a Gergati ed uno a Giachetti ma non due falli su Fantoni e Giachetti che infiammano il Ruffini; arbitri ancora in confusione quando non concedono due rimesse consecutive alla Manital e nel mentre Saccaggi segna la tripla del 30-26 dopo due errori di Udom; altro fallo assegnato a Gergati su Udom, ma la decisione (effettivamente contraria alla realtà) scatena l’ira del pubblico che successivamente monta ancora di più quando non viene dato fallo di sfondamento ancora su Gergati da parte di Saccaggi che segna il canestro del 30-29, timeout Bechi a 4 dall’intervallo lungo rivolto a calmare gli animi dei suoi giocatori e di quelli dei tifosi; Miller segna e subisce il terzo fallo di Williams realizzando poi il libero aggiuntivo, 33-29; 2 liberi di Evangelisti, 2 di Mancinelli e 2 di Lewis aumentano lo score della partita a 3’ dalla fine del quarto sul 37-31; Evangelisti dopo aver segnato due punti va a commettere fallo su Lewis che in bonus realizza un solo libero; 2 punti di  Saccaggi e poi Giachetti si inventa altri due canestri dei suoi, ma dopo un altro canestro di Evangelisti va a commettere il suo secondo fallo sfondando su Piazza, a meno di un minuto 42-37; Evangelisti “on fire” mette la tripla del 42-40; Piazza commette fallo su Miller che realizza un solo libero quando mancano 15”; Dudzinski sbaglia la tripla così come Rosselli il suo tentativo di buzzer beater, il quarto si chiude sul 43-40. 14 punti di Lewis e di Evangelisti.

TERZO QUARTO:  Palla in mano a Torino, percussione di Rosselli e +5 Manital; Piazza sbaglia da 3 e Mancinelli copia l’azione precedente del Capitano gialloblu, 47-40; Saccaggi accorcia il gap e dopo una manciata di palle perse per parte Giachetti riporta la Manital a +7, 49-42 dopo 3 minuti da inizio quarto; bomba di Dudzinski, 49-45; canestro di Saccaggi e Giachetti subisce un colpo alla mano che gli fa abbandonare momentaneamente il campo; Mancinelli riporta a +4, 51-47 i padroni di casa quando si è a metà quarto; il rientrante Williams prima segna dal pitturato, poi prende un rimbalzo difensivo ma pestala linea di fondo regalando palla ai gialloblu; dopo due liberi di Mancinelli arriva il terzo fallo, prima di Gergati, dopo di De Laurentis che rimanda in lunetta il Mancio per il +6 Manital, 55-49; il terzo fallo di Bruttini manda invece ai liberi Saccaggi che realizza entrambe i tiri; Piazza si ritrova nuovamente smarcato da 3 e realizza il tiro del -1; 4 errori consecutivi da sotto della Fortitudo, poi Mancinelli trova il canestro ed il fallo di Dudzinski che lo rimanda in lunetta ma sbaglia, 57-54 ad un minuto e mezzo da fine quarto; De Laurentis segna due punti, Udom commette fallo su Fantoni mandandolo in lunetta a realizzare l’1/2 del 58-56; De Laurentis  pareggia schiacciando in testa a Fantoni ad un minuto dal termine; Rosselli sbaglia due liberi dopo il fallo di Evangelisti, Williams invece ne segna uno su due dal fallo di Fantoni e riporta avanti Agrigento 58-59 a 30 “ sul cronometro; ultima azione per Torino, palla nell’angolo a Rosselli che segna la tripla del controsorpasso quasi sulla sirena, 61-59. Mancinelli 19 punti, Lewis, Evangelisti e Saccaggi 14.

ULTIMO QUARTO: Riparte Agrigento, De Laurentis in lunetta grazie al fallo di Miller ne segna 1/2, sul capovolgimento di fronte assist di Mancinelli per Fantoni che realizza da sotto, ma nell’azione successiva Udom segna anche lui da sotto, 63-62 dopo un minuto e mezzo; quarto fallo di De Laurentis su Miller che tirava da 3, l’americano va in lunetta e segna tutti e tre i liberi, 66-62; quarto fallo anche di Williams su Fantoni e Coach Ciani chiama timeout dopo 2 minuti da inizio quarto; Mancinelli segna in semigancio, Rosselli ruba palla e si invola a schiacciare, 70-62; Giachetti commette il suo quarto fallo e fa rientrare Rosselli che si era appena seduto in panca, nell’azione successiva Lewis realizza la bomba del +11 facendo diventare il Ruffini una bolgia, nuovo timeout per la Fortitudo a 6 minuti dal termine; bomba di Saccaggi ed Agrigento si riporta a -8; Chiarastella riesce a commettere due falli consecutivi che gli costano il quinto fallo mandando in lunetta Lewis per i tre punti 76-65, canestro più libero; quarto fallo di Fantoni e liberi realizzati per Dudzinski; tripla di Miller e Manital nuovamente in doppia cifra di vantaggio, 79-67; quinto fallo di Giachetti e Rosselli ancora in campo, non ha avuto un minuto di riposo in questo quarto; liberi realizzati da Saccaggi per il precedente fallo di Giachetti poi un assist di Mancinelli per il canestro di Fantoni portano il punteggio sull’81-69 a 3’ dalla fine; canestro di Udom e subito dopo quinto fallo anche di Fantoni su Dudzinski che realizza i  liberi del -8 Fortitudo; Dudzinski che segna anche due punti nell’azione successiva, quindi -6 Agrigento ad 1:40 dal termine; tripla di Miller che porta il risultato sull’84-75 e le coronarie del pubblico in cielo; fallo di Dudzinski su Miller ed altri due liberi a segno, 86-75 ad un minuto dal termine; stoppata di Mancinelli su Dudzinski e fallo subito da Lewis che segna anche lui i liberi, 88-75 e tutti a casa, ci si rivede dopodomani, ma se questa serie inizia con questa intensità sarà meglio munire di un’unità coronarica il PalaRuffini!

Manital Torino 88
Giachetti 8, Mancinelli 21, Fantoni 7 , Lewis 19, Rosselli 10, Viglianisi, Vangelov, Bruttini 2, Gergati 3, Pichi, Miller 18
Allenatore: Luca Bechi

Fortitudo Moncada Agrigento 75
Evangelisti 14, Williams 9, Chiarastella 2, Piazza 9, Dudzinski 13, Vai, De Laurentiis 5, Saccaggi 19 , Udom 4, Portannese.
Allenatore: Franco Ciani

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy