A2 Playoff, Ottavi G1 – Ferentino prima doma Roseto poi rischia, ma porta a casa il primo atto

A2 Playoff, Ottavi G1 – Ferentino prima doma Roseto poi rischia, ma porta a casa il primo atto

Dopo una partita dominata per larghi tratti, dopo aver rischiato di buttare via tutto negli ultimi 5 minuti, la FMC Ferentino si è aggiudicata gara 1. La squadra amaranto ha imposto subito il suo ritmo ed ha costretto Roseto ad inseguire per tutto l’arco della sfida. MVP della gara Angelo Gigli, autore di 25 punti, con 4 rimbalzi e tre assist.

Dopo una partita dominata per larghi tratti, dopo aver rischiato di buttare via tutto negli ultimi 5 minuti, la FMC Ferentino si è aggiudicata gara 1. La squadra amaranto ha imposto subito il suo ritmo ed ha costretto Roseto ad inseguire per tutto l’arco della sfida. MVP della gara Angelo Gigli, autore di 25 punti, con 4 rimbalzi e tre assist.

Sono gli ospiti a controllare la prima palla a due di questa serie ma è Ferentino a portarsi avanti con un parziale di 6-0. Roseto, dopo un avvio di partita con le polveri bagnate, si sblocca con un 1/2 dalla lunetta con Bryan. Lo stesso Bryan si ripete un’azione dopo con un altro 1/2 dalla linea della carità. Dall’altra parte Ferentino è chirurgica e con Gigli prima, e con Bowers poi, si porta sul 10-2, costringendo Roseto a rifugiarsi in un timeout. Uscita dal timeout Roseto non trova il bersaglio, mentre Gigli, nonostante i due falli, rimane concentrato e con una schiacciata porta i suoi sul +10. Roseto si blocca dal campo solo a metà primo quarto, mentre la FMC difende benissimo ed in attacco viaggia sul velluto, portandosi sulla doppia cifra di vantaggio sul 19-9. Da li in poi le squadre trovano la maggior parte dei punti dalla lunetta. Il primo quarto termina col punteggio di 23-14 per i padroni di casa, spinti da una grande difesa di squadra e da un Gigli ed un Bowers fino ad ora in grande spolvero.

Il secondo quarto inizia subito con una schiacciata di Bryan, ma Ferentino gioca bene in attacco e vola sul +13 grazie al contributo molto solido di Benvenuti. Vantaggio che arriva sino al +15. Coach Trullo, vista l’evidente difficoltà dei suoi ragazzi, decide di rifugiarsi in un timeout. Il timeout non porta i frutti sperati perché la FMC vola fino al +17. Nonostante i problemi di falli di Gigli, nonostante un arbitraggio molto fiscale ambo le parti, la partita si lascia molto guardare e le due squadre si battono ad armi pari. Ottima fino ad ora la prestazione di Benvenuti, che sta letteralmente trascinando i suoi. Roseto prova a riavvicinarsi con qualche canestro in contropiede, chiudendo la seconda frazione sul -14. Il risultato alla fine del secondo quarto è 49-35 Ferentino. Molto bene per i padroni di casa la fase difensiva e l’equilibro mostrato nella metà campo offensiva. Miglior realizzatore Benvenuti con 13, seguito da Bowers con 10. Molto bene per Roseto Allen, autore di 8 punti e Ferraro, autore di 7 punti. Molto male fino ad ora Weaver, autore di soli 4 punti.

Il terzo quarto inizia con un’azione bellissima di Roseto, che trova tre punti con Allen dopo che tutti  e cinque i giocatori avevano toccato la palla, però Ferentino gestisce bene il momento e si porta sul massimo di vantaggio della gara, sul 61-40. Gli animi si scaldano e Moreno prende un tecnico, non la scelta migliore, vista la situazione. Ferentino vola fino al +24, poi Weaver, con un gioco da tre punti, prova ad accorciare le distanze. Roseto piazza un break di 8-0 e si riporta sul -15. Coach Ansaloni richiama i suoi in un timeout per sistemare le cose e per calmare l’hype agonistico raggiunto dagli ospiti. Uscita dal timeout Ferentino ritrova l’equilibrio e con un paio di giocate si riporta sul +21. IL quarto termina con gli amaranto che conducono con 23 punti di vantaggio, sul 76-53. Roseto ha provato a rientrare nella partita ma i ragazzi di coach Ansaloni sono stati bravissimi a sistemare ciò che non andava nella fase difensiva e a punire la difesa aggressiva sul pick and roll di Roseto.

L’ultimo quarto inizia con i padroni di casa che si portano subito sul +28, ma molta complicità ce l’ha la disattenzione dei ragazzi di coach Trullo, demoralizzati dal risultato e dalla prestazione superlativa della squadra di casa in entrambe le metà campo. Con un parziale di 8-0, gli ospiti si rifanno sotto fino al -20. Imbrò sblocca il tabellino della FMC . L’intensità dei primi quarti non è la stessa in quest’ultimo, ma Roseto prova comunque a rientrare nella partita. Con un 9-0 gli ospiti si riportano fino al -10, costringendo Ferentino a rifugiarsi in un timeout provvidenziale. Ferentino sembra aver tolto le mani  dal manubrio un po’ troppo presto, permettendo a Roseto di rientrare in partita. A tre minuti dalla fine il risultato vede avanti i padroni di casa per 89-79. Dopo una vita, gli Sharks tornano sotto la doppia cifra di svantaggio grazie ad un 1/2 di Allen. In un amen la partita riassume tutta la fisicità e l’intensità classica di una gara di questo livello. Roseto si riporta sino al -6 grazie ad un canestro di Weaver. Gigli dalla lunetta è glaciale e chiude la partita. Gara 1 è della FMC, non senza difficoltà, visto che la squadra di coach Ansaloni ha seriamente rischiato di perdere una partita che ha sempre controllato per quasi quattro quarti.

FMC FERENTINO- MEC-ENERGY ROSETO 97-85

FMC FERENTINO: Bulleri 6, Gigli 25, Raspino 9, Datowei, Imbrò 12, Carnovali 3, Benvenuti 14, Bowers 18, Raymond 10

MEC-ENERGY ROSETO: Allen 23, Borra 8, Ferraro 7, Papa DNP, Marinii 8, Izzo, Trevisan DNP, Bryan 8, Marulli 12, Moreno 4, Weaver 15

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy