A2 Playoff, QF G2: Un Matteo Imbrò da 30 e lode porta Ferentino sul 2-0

A2 Playoff, QF G2: Un Matteo Imbrò da 30 e lode porta Ferentino sul 2-0

Nonostante il tentativo di rimonta della Mec-Energy Roseto nell’ultima frazione, la FMC Ferentino si è aggiudicata anche il secondo punto della serie, avvicinandosi al passaggio del turno. Decisivo Matteo Imbrò, autore di 30 punti (15 nell’ultimo quarto con 5/5 da tre)

Dopo aver controllato la palla a due, gli ospiti si portano subito in vantaggio con un canestro di Moreno; vantaggio che dura pochissimo perché subito Ferentino risponde con due canestri da tre punti, uno di Imbrò e l’altro di Raymond. Roseto ha un’altra faccia rispetto a gara 1 e impatta il risultato prima con Marini, poi con Allen. In queste prime fasi, la difesa sul pick and roll degli ospiti sembra molto migliorata rispetto a quella disfunzionale di gara 1. A metà quarto siamo sul 10-10, con le difese che nettamente prevalgono sugli attacchi. Non aiuta il fatto che le due squadre hanno creato molto poco fino ad ora. Ferentino prova a dare la prima spallata alla gara con tre triple consecutive, firmate Raymond, Imbrò e Carnovali. Coach Trullo si trova sostanzialmente obbligato a chiamare timeout per evitare che la partita gli sfugga di mano. Raymond è letteralmente on fire in questo primo quarto e con i suoi 10 punti realizzati è il top scorer della gara. Roseto si è un po’ incartata in attacco e il fallo antisportivo fischiato ad Allen aiuta poco. Dopo minuti di magra, Roseto muove il tabellino con un 1/2 di Moreno. Lo stesso Moreno si ripete un’azione dopo con un tiro in fade away che riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio. Roseto non sfrutta una brutta palla persa di Ferentino e non riesce a prendere l’ultimo tiro del quarto, che si chiude sul 24-13 per i padroni di casa.

Nel secondo quarto fa il suo esordio nella gara Kyle Weaver, non al meglio fisicamente. Le due squadre fanno fatica a mettere punti a referto in questa prima fase del secondo quarto . Ci vogliono infatti due minuti prima che, Gigli da una parte e Borra dall’altra, le due squadre mettano i primi punti a referto in questa seconda frazione. Roseto non riesce proprio a sbloccarsi e Ferentino ne approfitta per scappare via sul +16, massimo vantaggio della gara fino ad ora. Ferentino va da sola in attacco perché difende benissimo, mentre Roseto è letteralmente nel pallone in entrambe le metà campo. Coach Trullo si trova costretto a chiamare un altro timeout in emergenza, ma è sempre Ferentino ad allungare grazie ad una prestazione sino a qui al limite della perfezione dietro la linea dei tre punti. Per la prima volta nella serie Roseto si dispone a zona, cercando di creare qualche fastidio in più alla FMC. La zona in queste prime azioni sembra funzionare, visto che la squadra di casa fa più fatica ad attaccare il ferro avversario. Allen è fuori gara e prende un tecnico per la frustrazione. La partita in questa fase è molto brutta per via del nervosismo di entrambe le squadre. La partita si fa fisica e gli unici punti che vengono messi a referto sono dalla lunetta. A 9 secondi dalla fine coach Ansaloni chiama in emergenza un timeout per disegnare l’ultima azione dei padroni di casa in questa prima metà di gara. L’azione si risolve con una palla persa ed il quarto si chiude sul punteggio di 43-28 per i padroni di casa, che sono meritatamente avanti, grazie soprattutto alla difesa. Tantissimo ha aiutato il tiro da tre punti, che ha permesso a Ferentino di scappare a cavallo tra la fine del primo quarto e all’inizio del secondo quarto.

Dopo la pausa lunga le due squadre tornano in campo ed il primo possesso è gestito dagli Sharks, che non riescono a realizzare, dall’altra parte Ferentino si appoggia in post basso con Raymond che porta a casa un fallo. Da quel fallo Ferentino trova una buona rimessa che porta Gigli a realizzare in penetrazione. Roseto prova con fatica ad accorciare le distanze ma da lontano non ha ancora mai segnato. Per un po’ le due squadre non realizzano dal campo e bisogna attendere quasi due minuti prima che Raymond riesca a segnare in post basso. Terzo quarto brutto fino ad ora, con le due compagini che non costruiscono quasi mai qualcosa di buono. Nonostante i 17 punti di vantaggio, la FMC non dà assolutamente l’impressione di una squadra che ha la partita in mano, anche se fino ad ora Roseto non ha fatto nulla per rientrare prepotentemente in questa partita. A 3:21 dalla fine della terza frazione, Ferentino tocca le 20 lunghezze di vantaggio con un canestro dalla lunga distanza di Imbrò. Con un parziale di 6-0, Roseto accorcia sul 58-44, costringendo coach Ansaloni a rifugiarsi in un timeout, fermando così l’inerzia che piano piano stava andando dalla parte di Roseto. Roseto sembra rinvigorita e in uscita dal timeout segna altri due canestri importanti, che la riportano sul -10. Il terzo quarto si chiude con la FMC sempre in vantaggio, ma di soli 10 punti. Piano piano gli Sharks sono riusciti a rosicchiare 5 punti ai gigliati, sfruttando l’instancabile sostegno dei propri supporters.

Il primo possesso dell’ultimo quarto è della FMC, che subito trova il canestro dalla lunga distanza con Imbrò, che si ripete subito dopo. Dopo 17 tentativi, al diciottesimo Roseto trova la via del canestro da lontano con Weaver, ma dall’altra parte Carnovali replica subito, portando i suoi nuovamente sul +16. Timeout obbligatorio per gli ospiti. Uscita dal timeout Roseto realizza un altro canestro da tre punti, sempre con Weaver. Roseto sembra aver sistemato la mira da fuori, e con cinque canestri senza errori, torna sotto la doppia cifra di svantaggio dopo un’eternità, ma Imbrò è on fire e con una tripla riporta i suoi sul +12. A 3:40 dalla fine Ferentino conduce per 79-70 una partita che è diventata bellissima nel quarto quarto, dopo il torpore del terzo; le due squadre si stanno dando battaglia in tutte le zone del campo ed entrambe muovono il tabellino solamente con delle autentiche magie dei propri migliori giocatori. Imbrò a un minuto dalla fine realizza quello che probabilmente risulterà il canestro della staffa. Roseto in un’azione sbaglia tre conclusioni dalla lunga distanza, consegnando la vittoria ed il secondo punto della serie alla FMC, che chiude la gara col pnteggio di 86-74. La serie adesso si sposta a Roseto, con gara 3 in programma venerdì sera alle 21.

TABELLINI:

FMC FERENTINO: Bulleri, Galuppi, Gigli 11, Raspino 6, Datowei, Imbrò 30, Carnovali 14, Benvenuti 4, Bowers 4, Raymond 17

MEC ENERGY ROSETO: Allen 10, Borra 14, Ferraro 6, Papa DNP, Marini 6, Izzo DNP, Mariani DNP, Trevisan DNP, Bryan 6, Marulli, Moreno 15, Weaver 17

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy