Agrigento espugna Trapani e si fa un triplo regalo: pokerissimo, primato e Final Eight per la Moncada

Agrigento espugna Trapani e si fa un triplo regalo: pokerissimo, primato e Final Eight per la Moncada

Commenta per primo!

Dopo la prima vittoria in trasferta domenica scorsa, nel Boxing Day Granata arriva la prima sconfitta casalinga della Pallacanestro Trapani, che si arrende in casa alla Moncada Agrigento dopo un overtime con il punteggio di 86-94. Gara dura e tosta, che esalta la  solidità degli ospiti, freddi e spietati anche nei momenti più duri. Trapani gioca una gara ad intermitteza e sempre volta alla rincorsa, segna con percentuali misere, ma ha il coraggio di non arrendersi, riemergendo dalle tenebre a fine match per spingersi fino al supplementare. Li però finisce la benzina, e Agrigento piazza la spallata finale che chiude il match.

LIGHTHOUSE CONAD TRAPANI – MONCADA AGRIGENTO 86-94 d1ts (16-19, 37-39, 53-58, 71-71)

Trapani: Mays 12 , Renzi 17, Tommasini  15, Gloria, Chessa 6, Molteni, Ganeto 14, Viglianisi 2 ,Filloy 17 , Griffin 3

Agrigento: Martin 15, Vai 6, Evangelisti 24, Chiarastella 11, De Laurentis 10, Saccaggi 13, Morcaino, Visentin, Piazza 6, Eatherton 9

Sono i due leader carismatici ad aprire una gara subito elettrica e sentitissima dal pubblico.Renzi ed Evangelisti infatti, iniziano al meglio. I primi 6 punti granata sono tutti del ligure, mentre l’ex Marco si presenta con due triple in serie. Anche Eatherton fa la sua parte e al 5? gli ospiti sono avanti 6-10. Gli ospiti attaccano bene la zona granata, trovando soluzioni spesso vincenti e tentando un primo allungo sul 10-16 al 8?. Trapani viaggia un po a corrente alternata, ma con Tommasini e il solito Renzi torna sotto dopo i primi 10 minuti sul 16-19.

Al ritorno in campo si viaggia sugli stessi binari, Trapani resta in scia con l’aiuto dalla panchina di Chessa e Filloy, mentre Agrigento spinge con Saccaggi e Martin. Le squadre sembrano specchiarsi e al 15? la tripla di Ganeto riporta avanti Trapani sul 27-26. La partita è dinamica la zona di entrambe funziona discretamente e si viaggia a transizioni e tiri spesso dalla media e lunga distanza. Nella seconda parte del quarto Filloy e Martin si sfidano dal perimetro e al 18? ospiti ancora con il muso avanti sul 33-35. Un canestro e fallo per Renzi riporta Trapani avanti a 60? dal riposo lungo, ma nel finale deve concedere due ottimi punti ad Evangelisti ed una buona difesa agli ospiti, che sulla sirena vanno negli spogliatoi avanti due lunghezze sul 37-39.

Dopo il riposo si torna in campo con gli stessi quintetti iniziali e lo stesso equilibrio. Renzi e Eatherton segnano gli unici due punti per parte dopo 180 secondi, in cui si registrano alta intensità ma più errori che splendide giocate. Il 2/2 di Renzi dalla lunetta al 25? minuto torna a far tremare la retina, riportando tutti in parità a quota 41. Evangelisti piazza un 5-0 che da un po di margine agli ospiti, che insieme a Saccaggi si staccano sul 51-56 a 60? dalla terza sirena. Trapani si limita a contenere e il distacco resta tale un minuto dopo sul 53-58 che mette fine al terzo quarto.

La tripla di Mays apre l’ultimo periodo e riaccende il Palaconad per il -2 granata, che diventa +2 dopo la doppia la bomba di Filloy per il 62-60 al 33?. Trapani prova ad alzare il muro in difesa e attinge a pieni mani dalla panchina. Gli ospiti sono vivissimi, forzano qualche giocata in più e trovano buona sorte sotto canestro,andando avanti di 4 al 37? grazie a Martin e la tripla di Piazza sul (62-66). Gli attacchi granata si fanno più impacciati e confusi e il canestro ospite diventa una tazzina da caffè. Evangelisti prende punti e liberi, portando i suoi a +6 ad 1 minuto dalla fine sul 63-69. L’antisportivo fischiato a Chiarastella a 45? è l’ultima ancora di salvezza per i locali, che trovano il 2/2 di Tommasini e il possesso palla sul 65-69. Sulla bomba fallita da Chessa è Ganeto ad avventarsi sul pallone per un micidiale canestro e fallo. Sulla rimessa grande difesa granata e lo stesso Ganeto esce dalla mischia e trova  il piazzato del 69 pari a 16 secondi dalla fine che fa esplodere il Palaconad. L’inevitabile giro dalla lunetta diventa premia prima Evangelisti e poi Tommasini per  il 71-71 e il successivo timeout,mentre la tensione degli oltre 4000 presenti è altissima. Al ritorno in campo Trapani non fa fallo, difende forte e bene sul forzato di Saccaggi, che sbaglia portando tutti al supplementare.

L’overtime regala in avvio tre punti d’orto agli ospiti grazie al 2+1 di Eatherton sul fallo mal speso di Ganeto. Altri due liberi per Chiarastella, e gli ospiti scappano 71-76 dopo 90 secondi. Renzi potrebbe accorciare, ma fa 0/2, e lo stesso Chiarastella dalla linea della carità allunga sul 71-78 al 42?. La magia granata di fine 4 periodo sembra spezzarsi, la fatica si accumula e il canestro torna piccolo.  De Laurentis ed Evangelisti sfondano, portando gli ospiti in zona traguardo sul 73-82 a 90? dalla fine. Trapani prova ad alzare l’aggressività in difesa, ma i falli e i successivi liberi sono sempre dietro l’angolo, garantendo ossigeno ai ragazzi di Ciani. Il gioco da 3 punti di Mays regala un sussulto al pubblico locale, che torna a sperare sul 80-85 ad 1minuto dalla fine, anche perche Agrigento prova a suicidarsi son un paio di possessi da ergastolo, concendedno a Ganeto addirittura il -2 sul 84-86 a  20 dalla fine. Saccacchi e Chiarastella però decidono però di non fare altri attentati alle coronarie dei 500 agrigentini presenti, e dalla lunetta calano giù il sipario del match fino al 86-94 che mette fine all’imbattibilità interna dei granata in questa stagione e regala agli ospiti la momentane vetta della classifica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy