Agrigento si ritrova tra le mura amiche, battuta Rieti con cuore e tanta difesa

Agrigento si ritrova tra le mura amiche, battuta Rieti con cuore e tanta difesa

Agrigento vince la partita casalinga contro Rieti, decisiva l’intensità difensiva del secondo tempo.

Commenta per primo!

Nona giornata del campionato di Serie A2, girone ovest, la Fortitudo Agrigento cerca l’ennesima scossa contro Rieti davanti il suo pubblico. Assenza pesante quella di Chiarastella che influisce in alcune sviste della difesa agrigentina che soffre l’aggressività di Rieti. Agrigento cerca di metterla sul fisico ed alla fine riesce a portare a casa la vittoria per 81-67.

Quintetti:

Agrigento: Piazza, Buford, Evangelisti, De Laurentiis, Bell-Holter

Rieti: Zanelli, Di Prampero, Pepper, Eliantonio, Sims

 

Primo Quarto:

il primo quarto vede come protagonista un equilibrio fra le due squadre contraddistinto dall’ottimo inizio ospite con Sims che firma il parziale di 6-10. Dopo l’uscita per due falli dell’americano la partita cambia, l’inerzia passa tutta nelle mani di Agrigento che ne approfitta con i punti del solito Marco Evangelisti e di Bell-Holter cercatissimo dai compagni. Il finale del quarto vede un rientro di Rieti che riagguanta il pareggio sul 20-20.

Secondo Quarto:

Vige l’equilibrio anche in questa frazione, Sims rientra e si fa sentire talmente tanto che Nunzi decide di mantenerlo sul parquet anche dopo il suo terzo fallo, fidandosi del suo autocontrollo fisico. Dopo un buon momento ospite, Agrigento risponde con la personalità del giovane Zugno che firma la tripla del pareggio mantenuto fino ad un minuto dalla fine, quando i diversi errori di Agrigento causano i contropiedi di Rieti che chiudono 36-42 il secondo quarto anche grazie ad un pazzesco canestro di Di Prampero sulla sirena.

Terzo Quarto:

Agrigento, vogliosa di recuperare, entra con la faccia giusta e pareggia la partita in un Amen con i canestri su rimbalzo offensivo di De Lauretiis. Dopo la parità nessuna delle due squadre riesce a mettere la testa davanti, complice la fisicità e l’intensità difensiva delle due squadre. L’equilibrio viene rotto da una veemente reazione di Agrigento che si porta addirittura sul +9 e chiudendo il parziale completo di 22-9, 58-51.

Quarto Quarto:

Solida Agrigento che mantiene il vantaggio con una grandissima difesa rendendo vani tutti i tentativi di recupero. Grazie alla difesa a zona, Nunzi riesce a riportare i suoi sul -4 ma Agrigento prende le misure anche di questa scelta e punisce gli ospiti con le triple di Evangelisti e Bell-holter, la seconda costruita benissimo. I secondi finali sono solo testimoni dell’ottimo secondo tempo di Agrigento che vince, portandosi a 8 punti in classifica, 81-67.

Fotogallery a cura di Giuseppe Rigoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy