Bergamo conquista 2 punti al PalaFantozzi, Capo d’Orlando deve arrendersi dopo un overtime

Bergamo conquista 2 punti al PalaFantozzi, Capo d’Orlando deve arrendersi dopo un overtime

Al termine di una partita ad altissima intensità è Bergamo ad avere la meglio grazie ad una buona prova di squadra, Capo d’orlando trova la prima sconfitta in casa.

di Giuseppe Crivillaro

Dopo un finale al cardiopalma è Bergamo ad avere la meglio al PalaFantozzi di Capo d’Orlando. L’Orlandina, dopo aver inseguito tutta la partita ed aver impattato i lombardi a quota 81 al 40′, getta alle ortiche la clamorosa rimonta all’over-time che termina 89-90 per gli ospiti. Bergamo dopo la battuta d’arresto in casa con Agrigento, ritrova i due punti in casa di un’altra siciliana e rilancia la corsa verso il primo posto.

Quintetto Capo d’Orlando: Bruttini, Laganà, Parks, Triche, Bellan
Quintetto Bergamo:   Roderick, Taylor, Fattori, Sergio, Benvenuti

CRONACA:

1° Quarto: Fattori, con due tiri dalla lunga distanza,  apre il match tra Bergamo e Capo d’Orlando che non riesce ad andare a segno dalla lunga distanza dimostrando di avere la mano ancora troppo fredda. Taylor ne approfitta segnando il 9° punto per i lombardi e costringendo Sodini al time out. Al ritorno su parquet è Parks ad aprire le marcature per gli orlandini, ma Fattori  già on fire mette a segno la terza tripla della sua partita dopo solo 5 minuti siglando il +10 (12-2) per la squadra di coach Dell’Agnello. Triche inizia a carburare e mette a segno 7 punti consecutivi, ma Benvenuti tiene botta per gli avversari. Tre palle recuperate da Triche ed altrettanti canestri realizzati dai padroni di casa infiammano il Palafantozzi e riportano Capo d’Orlando al -5 (13-18 al 9’). Sulla difesa tutto campo di Capo d’Orlando, Bergamo riesce a trovare Zucca che libero da oltr’arco, mette la tripla chiudendo il primo parziale sul 16-21.

2° Quarto: Come nel primo quarto è Fattori ad aprire, ma questa volta Lucarelli pareggia prontamente. Laganà riporta per un attimo l’Orlandina a -2, ma Casella con due triple consecutive ricaccia indietro i patroni di casa. Laganà e Triche, dalla lunga distanza, trovano ancora il -2 (31-33 al 17’), Roderick dopo una buona circolazione di palla mette a segno una tripla. Capo d’Orlando però vuole trovare a tutti i costi il pareggio così, mette ancora in difficoltà Bergamo con la difesa a tutto campo e grazie ai canestri di Bruttini, Parks e Triche trova nuovamente il -3 (39-42 al 19’). Zugno con 4 consecutivi riporta ancora avanti Bergamo, ma Bruttini sulla sirena appoggia al ferro ed è ancora –5(41-46 al 20’).

3° Quarto: Si apre nel segno dell’Orlandina che con un super Triche e Bruttini impatta Bergamo a quota 48. La squadra di Dell’Agnello però non vuole stare a guardare: Sergio dalla lunga distanza e 4 punti di Zucca ristabiliscono il vantaggio per i lombardi sul +7 ( 48-55 al 6). Bellan e PArks, in alley-oop, riavvicinano  Capo d’Orlando ma Zucca e Fattori tengono i padroni di casa sotto di 4 lunghezze (56-60 al 27’). Ritmi forsennati da entrambe le parti, ma è Bergamo a sfruttare meglio le transizioni con Roderick e Benvenuti. Triche ritrova ancora il -4 (60-64), Taylor e Lucarelli si compensano così alla fine del terzo parziale è ancora +4 Bergamo (62-66).

4° Quarto: Buon inizio per Capo d’Orlando che con Bruttini e Mei ritrova subito il -1  e dopo due palle perse non sfruttate dagli ospiti trova il primo vantaggio della partita con la tripla di Laganà costringendo un furioso dell’Agnello al time-out. Roderick e Casella trovano subito il contro sorpasso con Capo d’Orlando che a causa dell’aggressività difensiva ha già commesso 4 falli. L’Orlandina sembra accusare il colpo con Taylor che ne approfitta e trova il + 7 al 35’ (68-75). Piove sul bagnato per Capo d’Orlando: Triche commette il 5° fallo al 36’ ed è costretto a lasciare il parquet. Bergamo è cinica e con Sergio dalla lunetta trova il +9. Bellan però non è ancora sazio, ma Roderick è inarrestabile e spegne gli entusiasmi avversari. Una clamorosa stoppata di Lucarelli, due canestri di Parks una super difesa e una tripla clamorosa di Lucarelli riportano Capo d’Orlando in parità a quota 81 sulla sirena finale, rimandando tutto ai supplementari.

OT:  Con tutta l’inerzia ed il pubblico dalla propria Parks apre l’over time, ma l’Orlandina è troppo fisica in difesa e concede 4 liberi a Roderick che ne segna tre e da il vantaggio a Bergamo. Ingenuità di Roderick che commette il 5° fallo su azione d’attacco e si estromette dalla partita. La squadra di coach Sodini però non riesce a trovare il fondo della retina così al 43’ è 83-86.  Capitan Bruttini a prendere le redini del gioco e con 6 punti consecutivi riporta Capo d’Orlando in vantaggio 89-88 a 21” dal termine. A Taylor però non trema la mano e con un 2/2 finale sancisce la vittoria di Bergamo per 89-90.

Orlandina Basket Capo d’Orlando – Bergamo 89-90 (16-21, 25-25, 21-20, 19-15, 8-9)

Orlandina Basket Capo d’Orlando: Brandon Triche 25 (3/7, 4/8), Jordan Parks 22 (8/18, 0/5), Davide Bruttini 16 (6/9, 0/0), Matteo Lagana 9 (0/0, 3/6), Jacopo Lucarelli 9 (3/7, 1/6), Simone Bellan 5 (0/0, 1/5), Nicola Mei 3 (1/1, 0/4), Andrea Donda 0 (0/1, 0/0), Giancarlo Galipò 0 (0/0, 0/0), Marco Murabito 0 (0/0, 0/0)

Bergamo: Terrence Roderick 18 (6/11, 1/4), Giovanni Fattori 16 (2/4, 4/7), Brandon Taylor 14 (3/6, 1/3), Lorenzo Benvenuti 10 (1/3, 0/0), Andrea Casella 9 (0/1, 3/5), Ruben Zugno 9 (3/4, 1/1), Dario Zucca 9 (3/5, 1/2), Luigi Sergio 5 (0/1, 1/4), Ferdi Bedini 0 (0/0, 0/0), Marcello Piccoli 0 (0/0, 0/0)

Arbitri: Costa (LI), Foti (MI), Ferretti(TE)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy