Biella chiude il match nel primo tempo, stop Agrigento al Forum

Biella chiude il match nel primo tempo, stop Agrigento al Forum

Alla fine vince Biella 72 a 65 ma è stata una partita dai mille volti, quello di Biella sicuro e determinato in attacco e con buoni giochi difensivi, mentre Agrigento ha peccato nell’approccio e non è bastato il recupero nel finale

Commenta per primo!

L’attenzione è massima Biella vuole evitare di ripetere la scarsa attenzione manifestata in Sicilia la settimana scorsa e parte attenta e concentrata. Carrea schiera Ferguson, Hall, Venuto, De Vico e Tessitori a cui Ciani risponde con Buford, Evangelisti, Chiarastella Piazza e Ben Holter. Biella schizza subito via triplone di Hall e poi ancora la coppia di americani mette in un amen sette punti tra se e gli avversari, prova Ben halter a respingere l’assalto con una tripla ma prima Tessitori con rabbia e poi De Vico costringono Ciani a chiamare un rapido time out. I contatti ci sono Agrigento aumenta il voltaggio e Buford perde la pazienza mettendo il pallone addosso all’arbitro. Tecnico immediato che però Angelico non sfrutta e dopo una tripla di Piazza che porta Agrigento sotto solo di uno costringe a sua volta Carrea a chiamare il minuto. Il finale è di marca biellese con il suo capitano che si impone per un gioco spumeggiante e incisivo e una tripla e una rubata con canestro chiudono la contesa sul 25 a 20.

Ma ormai è entrato in scena Carl Wheatle che si inserisce bene nei giochi di squadra, Biella alza il filo della contesa, difesa alta e forse anche un po di fortuna quando Agrigento non controlla numerosi rimbalzi in attacco. Il vantaggio va sulla doppia cifra e Agrigento si schioda dal punteggio solo dopo quattro minuti anche se dopo uno splendido alley up di Buford. Se De viso era stato il mattatore del primo quarto Udom lo diventa del secondo, molte palle gestite, timbalzi e media realizzativa folle 5/6 che lo porta in doppia cifra. Biella si smarrisce solo un po’ nel finale di tempo quando gli arbitri non fischiano un antisportivo a favore del lungo biellese, gioco questo che permette un mini break per Agrigento che va comunque al riposo lungo sotto di undici punti 43 a 32

Alla ripresa delle ostitilità le polveri sono un po’ bagnate per entrambi, diversi possessi non vengono finalizzati fino ad una tripla di Evangelisti che smuove il tabellino ma in realtà è un gioco molto duro fatto di difese alte e di tiri sporchi, se prima era stato Udom a chiudere gli attacchi per Biella ora ci pensano Tessitori e Ferguson gli scambi tra i due giocatori sono da alta scuola, dall’altra parte Agrigento risponde con le triple di Piazza. All’ultima sirena Agrigento sembra in debito di ossigeno mentre Biella è pimpante (62 a 49)e Hall e Wheatle arringano la Curva Barlera

All’ultimo giro di lancette prima Udom poi Venuto rispondono presenti e vanno a bersaglio, la difesa alta di Biella domina i rimbalzi continua a essere dominio laniero, sembra proprio che Agrigento non ci sia più a 6.47 dalla fine, anche se è un eternità Biella arriva sul più 18 grazie a una superba azione di Wheatle che prende palla e va a segnare. Time out e probabilmente Ciani ha dato grandi motivazioni ai suoi. Ben Halter, Evangelisti, Piazza e Buford sembrano avere una marcia in più. Il divario diminuisce, Biella teme la beffa ma poi ci pensa sua maestà Ferguson con un tiro da tre che chiude la contesa. Per i due punti li prende Biella, per il doppio confronto sarà un’altra storia.

In sala stampa coach Carrea se la prende più con se stesso che con la squadra: Agrigento è una signora squadra arrivata due volte nella fase finale dei play off, aver vinto oggi è una grande impresa, certo ci sono stati errori, ad esempio io stesso ho tenuto in campo troppo gli americani, e poi abbiamo subito due break difensivi che hanno vanificato i nostri giochi in attacco, ma miglioreremo.

Per Ciani: troppo molle Agrigento: abbiamo concesso molto a Biella che ha qualità e rapidità. Mi è piaciuta la reazione finale, più di orgoglio che altro, deficitaria la nostra percentuale al tiro da due, da rivedere assolutamente

Angelico Biella-Fortitudo Moncada Agrigento 72-65
Parziali:
25-20, 43-32, 62-49.
Angelico Biella: Ferguson 17, Hall 9, Massone, Venuto 2, Luca Pollone, De Vico 11, Udom 15, Matteo Pollone n.e., Wheatle 6, Rattalino n.e., Tessitori 12, Pasqualini. All.:Carrea.
Fortitudo Moncada Agrigento: Bucci 3, Buford 15, Cuffaro n.e., Zugno, Evangelisti 11, Ferraro 2, Chiarastella 5, De Laurentiis 4, Piazza 11, Bell-Holter 14. All.: Ciani.
Arbitri: Ciaglia, Bramante, Martellosio.

Fotogallery a cura di Alberto Tesoro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy