Biella non teme il grande ex: Virtus Roma KO, il Forum è ormai un fortino

Biella non teme il grande ex: Virtus Roma KO, il Forum è ormai un fortino

Nona vittoria al Forum, la sesta consecutiva in casa, anche se non riesce agli uomini di Carrea di ribaltare la differenza canestri dell’andata (meno sei); alla fine l’Angelico vince 75 a 71 e si assesta in una posizione di classifica più tranquilla.

Commenta per primo!

Angelico Biella – Acea Roma 75 – 71 (21 – 16; 40 – 36, 55 – 54)

Angelico Biella: Ferguson 18, Banti 0, La Torre 2, Infante 13, Venuto 3, Pollone n.e., De Vico 18, Saunders 7, Rattalino n.e., Pierich 14, Svoboda 0. Coach: Michele Carrea.

Acea Roma: Olasewere 19, Meini 9, Maresca 5, Leonzio 0, Callahan 14, Flamini 0, Benetti 2, Voskuil 17, Casagrande n.e., Bonfiglio 5. Coach: Attilio Caja

Tiri liberi Biella 15/17 Roma 14/18

Rimbalzi Biella 29 Roma 26

Assist Biella 13 Roma 13

Ancora una volta il Forum di Biella si dimostra inespugnabile, anche per la Virtus Roma. Ed è  qui che l’Angelico sta costruendo il suo campionato, frutto di una compattezza difensiva e di una capacità nei momenti topici di fare la differenza coi suoi uomini migliori. Nona vittoria al Forum, la sesta consecutiva in casa, anche se non riesce agli uomini di Carrea di ribaltare la differenza canestri dell’andata (meno sei); alla fine l’Angelico vince 75 a 71 e si assesta in una posizione di classifica più tranquilla.

LA CRONACA

Biella schiera Venuto, Saunders, Infante, Ferguson e De Vico mentre Caja risponde con Voskuil, Meini, Callahan Maresca e Olasewere. De Vico con un tiro libero rompe l’equilibrio ma è partita vera, con squadre attente in difesa e in attacco. Carrea ha messo una guardia speciale attorno a Voskuil, e lo stesso ha fatto Caja con Ferguson:  allora è Venuto a scaldare i cuori con assist a ripetizione che i suoi compagni capitalizzano. Dall’altra parte è Meini a ispirare i vari Callahan, Maresca e Olasewere, quest’ultimo però pecca in difesa e commette subito due falli che ne condizionano la partita. Dopo i primi cinque minuti di sostanziale parità è Biella che mette la freccia sul finale del primo quarto, aumentando l’intensità sotto canestro e chiudendo sul più cinque. Non cambia l’inerzia nel secondo quarto: Biella continua a gestire i possessi e se non riesce con Ferguson a bucare la retina ci pensa Pierich in questo quarto a tenere alto il ritmo. Roma cerca il tiro dalla lunga e comunque rimane in scia, all’inizio del terzo quarto Biella si smarrisce, e subisce un parziale da Meini e il grande ex Voskuil, che potrebbe cambiare l’inerzia della partita. Carrea allora chiama time out e riordina le idee, senza forzare Biella torna sotto e poi mette la freccia con De Vico. La gabbia su Voskuil paga nell’ultimo quarto, le difese diventano ancora più aggressive sia da una parte che dall’altra, ma Ferguson si dimostra campione senza pari e negli ultimi dieci minuti tira fuori dal cilindro magie, canestri e assist che condizionano il match. Biella accarezza il sogno della doppia vittoria, ma nel finale concede qualche fallo di troppo e Roma accorcia ma non impensierisce i lanieri. E adesso a quota 22 il campionato ha un altro sapore.

Fotogallery a cura di Alberto Tesoro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy